Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli Statins possono essere utili in pazienti con cancro al seno tamoxifene-resistente

Le celle di Cancro al seno in laboratorio che non rispondono al tamoxifene possono produrre le quantità elevate di colesterolo per fornire un genere di carter contro la droga, dicono i ricercatori al Centro Medico di Georgetown University (GUMC).

Dicono il loro studio, presentato alla Riunione Annuale dell'Associazione per la Ricerca sul Cancro Americana (AACR), suggeriscono che le droghe attualmente disponibili dello statin che diminuiscono il colesterolo potrebbero essere utili in pazienti con cancro al seno tamoxifene-resistente. , I ricercatori dicono, i nuovi agenti potrebbero potenzialmente essere progettati Alternativamente che specificamente inibiscono le molecole che hanno trovato per essere responsabili di questa produzione in eccesso di colesterolo.

“Abbiamo indicato che se inibite l'attività dell'una o l'altra di due molecole che abbiamo identificato in queste celle di cancro al seno resistenti, la produzione del colesterolo è diminuita,„ diciamo il principale inquirente dello studio, Rebecca Riggins, il PhD, un assistente universitario della ricerca dell'oncologia al Centro Completo del Cancro del Lombardi di GUMC a Washington.

“Ora stiamo esaminando se queste celle sono ri-sensibilizzate una volta di più al tamoxifene quando la produzione del colesterolo è bloccata e la nostra scommessa è che fanno,„ lei dice.

I ricercatori stanno provando a capire perché alcune donne con il cancro al seno lobulare dilagante ricevitore-positivo dell'estrogeno (ER+) non traggono giovamento tanto dalla terapia ormonale quale il tamoxifene una volta rispetto alle donne ad altri moduli del cancro al seno di ER+. Ogni anno negli Stati Uniti, circa 127.000 donne sviluppano il cancro al seno di ER+ e una percentuale aumentante di questi specificamente è diagnosticata con cancro al seno lobulare dilagante.

Hanno concluso che la produzione del colesterolo dentro queste cellule tumorali è un colpevole.

Il Colesterolo causa una serie di atti importanti all'interno di una cella, Riggins dice e ci sono due spiegazioni potenziali quanto a perché gli alti livelli di colesterolo potrebbero essere collegati con la resistenza di tamoxifene, Riggins dice.

“Uno è che il colesterolo è una parte essenziale della membrana di plasma che circonda tutte le celle eucariotiche. Un ad alto livello di colesterolo può rendere questa membrana più rigida, alterando la capacità delle droghe di entrare nelle celle e così alterandosi quanto sensibile una cellula tumorale è a questo tipo di trattamento della droga,„ dice.

“Una seconda possibilità è che le nostre celle di cancro al seno tamoxifene-resistenti hanno aumentato gli importi di colesterolo specificamente nei mitocondri. I Mitocondri forniscono ad una cella energia, ma egualmente sono responsabili della determinazione come una cella risponde ad un segnale di morte,„ del Riggins dicono. “Gli Alti livelli di colesterolo mitocondriale possono ritardare o bloccare la morte delle cellule. Ciò è importante perché molte droghe di cancro, compreso il tamoxifene, sono state indicate per indurre la morte delle cellule di cancro al seno tramite i mitocondri.„

Questo studio continua una serie di scoperte che i ricercatori hanno fatto per quanto riguarda la resistenza di tamoxifene. Presto avevano trovato che il cancro al seno lobulare dilagante ha molti altri cosiddetti ricevitori in relazione con l'estrogeno “di gamma„ che “gli alfa„ ricevitori tipici dell'estrogeno che il tamoxifene è stato destinato per inibire.

In questo studio, hanno esaminato HMGCS2, un enzima nei mitocondri conosciuti per essere regolamentato dai ricevitori in relazione con l'estrogeno di gamma e AP1, un fattore di trascrizione che le legature sopra al ricevitore e lo attiva. HMGCS2 genera i prodotti chimici che sono necessari per la produzione di colesterolo. Hanno trovato che le celle di cancro al seno che sono resistenti al tamoxifene esibiscono molto gli alti livelli dei ricevitori in relazione con l'estrogeno di gamma, AP1 e HMGCS2 e contengono le quantità elevate di colesterolo significativamente, che fanno celle di cancro al seno che sono sensibili al tamoxifene.

I ricercatori poi hanno trovato che inibendo AP1 con una droga sperimentale, la produzione di colesterolo è stata diminuita, come erano l'espressione di HMGCS2.

Molto rimane poco chiaro circa la connessione fra colesterolo e celle di cancro al seno resistenti di tamoxifene, Riggins dice. Studi che hanno esaminato la connessione fra uso dello statin e rischio di cancro al seno ha avuto risultati contradditori e mentre le donne che catturano il tamoxifene hanno livelli più bassi di colesterolo nel loro sangue, che non considera la quantità di colesterolo che possa essere nelle cellule tumorali stesse.

“Questo studio ci dà una nuova direzione per andare dentro e una strategia potenziale di trattamento da studiare,„ dice.

http://gumc.georgetown.edu/