Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Prova irrefutabile per i bambini di SIDS

Analizzando il tessuto cerebrale dei bambini sospettati della morte di SIDS, il Dott. Rita Machaalani ed il Dott. Karen l'Waters dalla facoltà di medicina e dell'istituto del Bosch dell'università hanno indicato che il fumo della sigaretta induce le anomalie nei cervelli dei bambini, mettente li al maggior rischio.

Specificamente hanno trovato che tutta l'esposizione a fumo secondario, fumante non appena tramite la madre durante la gravidanza, potrebbe piombo ai cambiamenti della cellula cerebrale.

“Il fumo passivo lungamente è stato identificato come fattore di rischio per SID, ma i meccanismi biologici che piombo alla morte erano sconosciuti finora,„ ha detto il Dott. Machaalani.

Esaminando i mortems del paletto di 67 infanti di SIDS che sono morto improvvisamente fra 1997 e 2002, potevano correlare questi informazioni con i fattori di rischio connessi con SIDS, quale la pancia addormentati, dividendo un letto con gli adulti e l'esposizione al fumo. Questi dati sono stati catturati da informazioni ottenute durante le interviste della polizia con i genitori dei bambini e con le registrazioni dell'ospedale.

“Potevamo indicare che c'è morte delle cellule in una regione del cervello che svolge un ruolo principale nel controllo di respirazione e funzione del cuore in babied chi è morto di SIDS confrontato a coloro che è morto di altre cause,„ ha detto il Dott. Machaalani.

Dei 67 bambini di SIDS che sono stati studiati, i ricercatori hanno trovato che 81 per cento era stato esposto, rispetto a 58 per cento degli infanti non-SIDS e 32 per cento che erano a letto con un genitore quando sono morto.

“Questo studio australiano è unico poichè nessuno altro studio ha avuto accesso a così grande gruppo di dati del tessuto cerebrale o la capacità di correlare il tessuto con i risultati di autopsia e registrare i fattori di rischio,„ ha detto il Dott. Machaalani. “Fornisce ulteriore prova del apoptosis aumentato nel tronco cerebrale degli infanti di SIDS ma le manifestazioni per la prima volta questi cambiamenti egualmente sono influenzate dall'età e dal genere e dai fattori di rischio clinici quali la posizione di sonno e l'esposizione del fumo della sigaretta,„ ha detto.

I risultati dello studio compaiono nell'emissione più recente del cervello e dell'acta Neuropathologica.