Lo studio offre le nuove comprensioni da in tolleranza indotta da morfina e nella sensibilità di dolore aumentata

Uno studio pubblicato nell'emissione di giugno di anestesiologia ha indicato che un metabolita della droga della morfina dell'opioide può essere un fattore chiave nella sensibilità aumentata paradossale a dolore causato tramite uso cronico della morfina. Per la prima volta, questo metabolita (chiamato glucuronide morphine-6, o M6G) è stato indicato all'atto indipendentemente dai ricevitori di dolore mirati a tipicamente durante l'amministrazione della morfina.

Lo studio, che piombo da Albert Dahan, M.D., Ph.D. ed i suoi colleghi dal centro medico di Leida, da Leida, dai Paesi Bassi e dalla City University di New York, ha compreso sia i mouse che i soggetti umani e potrebbe rompere un nuovo terreno nella comprensione come trattare alcuni degli effetti secondari degli opioidi e migliorare i loro beni analgesici.

“Ora miglioriamo capiamo che la sensibilità aumentata a dolore causato tramite uso dell'opioide necessariamente non sia collegata con i ricevitori della morfina e che possa essere trattata bloccando altri sistemi di ricevitore di dolore nell'organismo,„ abbiamo detto il Dott. Dahan. “I nostri risultati hanno potuto aiutare i pazienti di cancro e cronico di dolore ottenere una terapia ottimizzata di dolore.„

La morfina è la droga più comunemente usata trattare il dolore acuto severo. Dopo che uso prolungato, sebbene, i vantaggi analgesici siano limitati e può realmente aumentare la sensibilità di dolore e rendere il dolore peggiore.

In un editoriale del tambuccio allo studio, Jörn Lötsch, M.D., dell'università di frankfurter, ha spiegato che una volta che la morfina è metabolizzata dall'ente, riparte in due sostanze separate: M3G (morphine-3-glucuronide) e M6G (morphine-6-glucuronide), ciascuno che svolge un ruolo differente negli effetti della morfina sull'organismo.

È M6G che lo studio del Dott. Dahan e studi precedenti prima di, ha collegato alla sensibilità aumentata indesiderata a dolore.

Uno del più critico e di definizione degli aspetti dello studio del Dott. Dahan, ha detto il Dott. Lötsch, è che i mouse utilizzati nella ricerca sono stati incrociati per essere carenti in ricevitori genetici di dolore che gli opioidi sono conosciuti per influenzare.

“L'incidenza della sensibilità di dolore aumentata quando M6G è stato presentato in questi modelli dei mouse indica che i meccanismi oltre ai ricevitori dell'opioide svolgono un ruolo chiave in questo fenomeno clinico,„ ha detto il Dott. Lötsch.

La domanda $10.000 poi è questa: Se i ricevitori di dolore a che gli opioidi sono conosciuti per mirare completamente sono bloccati, che cosa è facendo il dolore degli oggetti' peggiore?

La risposta può trovarsi nei ricevitori del NMDA dell'organismo (N-metilico-D-aspartato), che sono distintamente differenti dai ricevitori dell'opioide.

Gli studi passati hanno indicato che gli anestetici chiamati antagonisti di NMDA possono invertire dalla la sensibilità indotta da opioide per fare soffrire. Qui, ancora, i risultati del Dott. Dahan offrono un'altra nuova comprensione nella ricerca della morfina.

“Nel nostro studio, l'antagonista MK-801 del ricevitore di NMDA è stato indicato per essere efficace nella didascalia o invertendo sensibilità di dolore aumentata dopo l'iniezione del metabolita M6G della morfina,„ ha detto il Dott. Dahan.

Non corrente c'è spiegazione definitiva quanto a come gli antagonisti del ricevitore di NMDA quale MK-801 possono invertire l'ipersensibilità per fare soffrire che l'uso cronico dell'opioide può causare.

Ma lo studio del Dott. Dahan porta a ricercatori un punto più vicino a risolvere le domande d'imbarazzo circa le droghe che gli anestesisti ed altri usano ogni giorno per trattare il dolore.

“M6G può non solo dare un contributo importante a capire come la morfina funziona per gestire il dolore, ma anche a come causa la sensibilità aumentata a dolore,„ ha detto. “Questo ruolo potenziale per M6G come fattore nella sensibilità di dolore aumentata nell'uso della morfina richiede ulteriore studio.„

Per più visita di informazioni il sito Web di anestesiologia a www.anesthesiology.org.

Anestesisti: Medici che forniscono il cavo di sicurezza di medicina moderna. Fondata nel 1905, la società americana degli anestesisti è un educativo, una ricerca e un'associazione scientifica con 43.000 membri organizzati per aumentare e mantenere gli standard della pratica medica di anestesiologia e per migliorare la cura del paziente.