Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La demenza droga Aricept, Exelon e Reminyl può mettere alcuni pazienti al rischio

Gli effetti secondari connessi con parecchie droghe comune-prescritte di demenza possono mettere i canadesi anziani al rischio, dice la branchia del professor Sudeep della geriatria dell'università della regina.

Gli inibitori del colinesterasi (Aricept, Exelon e Reminyl) sono prescritti spesso per la gente con il morbo di Alzheimer e le demenze riferite perché aumentano il livello di prodotto chimico nel cervello che sembra aiutare la memoria. Sebbene tali droghe siano conosciute per provocare le frequenze cardiache più lente e gli episodi di svenimento, la grandezza di questi rischi non è stata chiara finora.

“Questo molto sta disturbandosi, perché le droghe sono commercializzate mentre contribuendo a conservare la memoria e migliorare funzione,„ dice il Dott. Gill, che è un ministero della sanità di Ontario e lo scienziato a lungo termine di carriera di cura, lavorante a St Mary della cura di provvidenza dell'ospedale del lago a Kingston. “Ma per un sottoinsieme della gente, l'effetto sembra essere l'esatto di fronte a.„

In un grande studio facendo uso dei dati provincia di ampiezza, il Dott. Gill ed i suoi colleghi hanno scoperto che quella gente che ha usato gli inibitori del colinesterasi sono stati ospedalizzati per lo svenimento quasi due volte più spesso della gente con demenza che non ha ricevuto queste droghe. Avvertire un cuore-rate rallentato era 69 per cento più comune fra gli utenti dell'inibitore del colinesterasi. Inoltre, la gente che cattura le droghe di demenza ha fatta impiantare una probabilità aumentata 49 per cento di avere stimolatore cardiaci permanenti e i 18 per cento hanno aumentato il rischio di fratture del cinorrodo.

Purtroppo, il Dott. Gill continua, questa classe di droghe è uno dei pochi efficaci trattamenti di demenza disponibili oggi. Riconoscendo che queste droghe hanno un ruolo importante nella gestione di demenza, suggerisce che quella gente che sono già ad un elevato rischio (per esempio, coloro che ha avuto episodi precedenti della frequenza cardiaca di svenimento o rallentata) possono volere chiedere ai loro medici di rivalutare il valore di cattura delle droghe.

Il rallentamento della frequenza cardiaca dagli inibitori del colinesterasi, se significativo, può indurre una persona a perdere i sensi e subire le lesioni in relazione con la caduta quale un cinorrodo rotto - spesso debilitando ed a volte interno per gli anziani. Tuttavia, molti medici non sono informati della connessione fra questi problemi e le droghe di demenza, note del Dott. Gill.

Se l'associazione con le droghe di demenza non è identificata, la gente che perde i sensi può essere prescritta uno stimolatore cardiaco permanente: una procedura dilagante che può comprendere le complicazioni serie per gli anziani. Le entrambe lesioni incontrate dalla caduta ed i rischi dagli innesti dello stimolatore cardiaco sono “conseguenze a valle„ di riconoscimento del questo fenomeno farmaco-indotto.

“Questo studio non suggerisce che i pazienti di demenza non dovrebbero catturare queste droghe,„ dice il Dott. Gill. “Che cosa è critico è che i pazienti, i badante ed i medici sono informati degli effetti secondari potenziali e pesi con attenzione questi rischi contro il potenziale per gli effetti benefici.„

I risultati sono pubblicati nel giornale, archivi di medicina interna. Gli scienziati dall'istituto per le scienze valutative cliniche, l'università di Toronto e la Harvard University sono egualmente sul gruppo di ricerca.

Lo studio usa i dati alloggiato all'istituto per le scienze valutative cliniche (GHIACCIA). La prima unità satellite di Ontario ICES è stata stabilita nel 2007 alla regina per fornire ai ricercatori dell'università accesso elettronico ai gruppi di dati di salubrità di Ontario ed alle registrazioni della popolazione dalle righe assicurate e cifrate. Le aree del fuoco alla regina comprendono il cancro, gli studi farmacologici e la demenza.