Biochips della proteina

I Biochips che portano migliaia di sequenze di DNA sono ampiamente usati per materiale genetico d'esame. Gli esperti egualmente vorrebbero avere biochips su cui le proteine sono ancorate. Ciò richiede un livello del gel che può ora essere prodotto su scala industriale.

Parecchie migliaia di campi di prova sono imballati strettamente insieme sulla superficie minuscola di un biochip. Permettono l'analisi rapida delle sostanze, per esempio per la diagnostica degli allergeni nel sangue. Questi biochips sono già nell'uso molto diffuso per la prova del DNA. Quando si tratta delle proteine, tali chip sono difficili da produrre. Ciò è perché le proteine hanno una struttura tridimensionale definita da cui possono interagire specificamente con altre molecole e gestire i trattamenti biologici. Se legano ad una superficie, quale sopra un biochip, la struttura possono distruggersi e la proteina non può eseguire la sua funzione.

I ricercatori all'istituto di Fraunhofer per la ricerca applicata pressione i.a. del polimero a Potsdam-Golm hanno risolto questo problema. “Abbiamo sviluppato un gel - una rete delle molecole organiche - quel noi possiamo applicarci alla superficie del biochip,„ dice il Dott. Andreas Holländer, gestore del gruppo alla pressione i.a. “Questo livello del gel è densamente soltanto circa 100 - 500 nanometri ed è fatto di pricipalmente l'acqua. Facciamo così la proteina credere che sia in una soluzione, anche se chimicamente è connessa alla rete. Ritiene come se sia nel suo ambiente naturale e continua a funzionare anche se è su un biochip.„ Altri gruppi di ricerca stanno lavorando ai simili idrogel. La caratteristica fondamentale di nuova tecnica di produzione è che può applicarsi nell'industria ed i livelli del gel possono essere fabbricati economico su vasta scala. Solitamente ci sono due modi della produzione delle tali reti. Nel primo, i polimeri completi chimicamente sono limitati alla superficie. Nel secondo, le molecole del polimero sono costruite I WORD1 TG0 0N unità per unità:NOUN VWL F sulla superficie. “La nostra tecnica è una miscela dei due metodi conosciuti. Utilizziamo le più grandi particelle elementari molecolari per sviluppare la rete sulla superficie,„ spieghiamo Falko Pippig, che sta facendo il suo dottorato a questo proposito alla pressione i.a.Proteine in gel

Poichè i livelli dell'idrogel sono molto sottili, le sostanze aggiunte dall'esterno raggiungono molto rapidamente la proteina cui è in e su questo livello. Per esempio, i medici possono mettere il sangue o l'urina sul chip e diagnosticare le malattie. I ricercatori già hanno sviluppato i fondamenti trattati. I biochips della proteina potrebbero articoli di attrezzatura di ogni giorno quindi lontano diventati in laboratori medici - le applicazioni possibili superare quelli dei chip del DNA.