Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La riserva ovarica diminuita è associata con un rischio aumentato di gravidanza trisomica

Le donne che hanno un numero diminuito delle uova nelle loro ovaie, l'una o l'altra perché sono più vecchie o per una certa altra ragione quale ambulatorio ovarico, possono essere più a rischio di una gravidanza trisomica che le donne con una riserva ovarica all'interno dell'intervallo normale e fertile.

Le gravidanze trisomiche accadono quando l'embrione ha tre copie di un cromosoma piuttosto che i due normali. La sindrome di Down più comune è sindrome di Down o sindrome di Down 21. La maggior parte dei feti con altre sindromi di Down abortiscono, ma se sono vivo nato poi hanno anomalie multiple e solitamente muoiono nell'infanzia.

Il Dott. Maaike Haadsma, un ricercatore nei dipartimenti dell'ostetricia & della ginecologia e nella genetica al centro medico Groninga (Paesi Bassi) ha presentato i suoi risultati alla venticinquesima riunione annuale della società europea della riproduzione umana ed all'embriologia a Amsterdam.

Ha detto: “I risultati del mio studio supportano una relazione fra la gravidanza trisomica e una quantità in diminuzione di uova disponibili nelle ovaie delle donne che assistono alle cliniche di fertilità per il trattamento di IVF. Ciò che trova è indipendente dall'età delle donne. Ciò suggerisce che l'effetto dell'età di una madre sul rischio di sindrome di Down possa essere spiegato tramite la diminuzione relativa all'età nei numeri delle uova. Le più giovani donne possono anche essere al rischio aumentato della gravidanza trisomica se la loro riserva ovarica è diminuita, a causa del trattamento che pregiudica le ovaie quale chirurgia, o a causa della loro eredità genetica.„

Il Dott. Haadsma ed i suoi colleghi ha analizzato i dati da un gruppo nazionale di 19.840 donne che subiscono il trattamento di fertilità nei Paesi Bassi dal 1983-1995. Hanno identificato 28 donne che hanno avute una gravidanza trisomica dopo IVF e li hanno abbinati con un gruppo di controllo delle donne che hanno avute bambini in buona salute. Hanno esaminato tre indicazioni della riserva ovarica: 1) una cronologia di ambulatorio ovarico ai tempi del trattamento di IVF (quale la rimozione delle cisti ovariche benigne); 2) il numero delle uova (ovociti) recuperate durante il trattamento di fertilità; 3) stato della menopausa alla conclusione del periodo di studio.

Hanno trovato che una cronologia di ambulatorio ovarico ha aumentato i rischi di gravidanza trisomica più tripla; se le soltanto quattro o meno uova fossero recuperate durante il trattamento, questa ha quadruplicato il rischio di sindrome di Down (IVF convenzionale mira a recuperare fra 8-10 uova contemporaneamente); se ci fossero segni della menopausa alla conclusione del periodo di studio, questo ha aumentato il rischio di gravidanza trisomica più quintupla.

“Il meccanismo biologico dietro i nostri risultati è, finora, poco chiaro,„ ha detto il Dott. Haadsma. “Può essere che le donne usino le loro uova “del meglio„ in primo luogo nella loro vita fertile ed affidano loro anormali al durano. Le donne con meno uova poi sarebbero al rischio aumentato di gravidanza trisomica. Tuttavia, più in modo convincente a mio parere, è semplicemente l'ipotesi che la probabilità che un uovo fertilizzato e anormale è selezionato per il trasferimento dell'embrione in IVF è aumentata di donne con la riserva ovarica diminuita, perché ci sono meno uova ed embrioni da scegliere così da. La percentuale di embrioni normali ed anormali può essere la stessa in donne con la riserva ovarica normale e diminuita, ma se avete soltanto uno o due embrione disponibile (invece di per esempio sei o di otto) la probabilità che non c'è nessun embrione normale disponibile è relativamente alto.„

Mentre le donne ottengono più vecchie la loro offerta delle uova diminuisce. In più giovani donne, le ragioni per una riserva ovarica diminuita sono più complesse. “Accanto ad ambulatorio ovarico, altri interventi medici, quali la chemioterapia o la radioterapia, può causare una diminuzione nella riserva ovarica. Tuttavia, la riserva ovarica di una donna è più probabile pricipalmente da essere determinato dai suoi geni: il numero degli ovociti una donna nasce con e la tariffa di svuotamento del suo raggruppamento dell'ovocita è creduta per essere ereditabile. Ciò è riflessa nelle simili età a menopausa delle madri e delle figlie. Tuttavia, che i geni sono implicati resta esattamente determinare,„ ha detto il Dott. Haadsma.

Ha concluso: “Poiché abbiamo studiato un numero relativamente piccolo delle donne, i nostri risultati dovrebbero essere interpretati come indicazione e non come prova di una relazione fra la riserva ed il rischio ovarici di sindrome di Down. Dobbiamo confermare i nostri risultati in un gruppo differente di IVF in primo luogo e delle dimensioni esatte dell'aumento nel rischio di sindrome di Down. Poi il punto seguente sarebbe di studiare la nostra ipotesi in un gruppo fertile di donne, poiché i risultati dalle donne che hanno IVF non possono essere estrapolati alla popolazione in genere subito. Se i nostri risultati effettivamente sono confermati, le donne con la riserva ovarica diminuita dovrebbero essere informate circa il loro “nuovo„ rischio di sindrome di Down. È percettibile questo può influenzare le loro scelte in prova prenatale.„