Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'università di ricercatori di Manchester scopre gli inibitori della chinasi per il trattamento dei cancri della fase iniziale

Gli scienziati hanno scoperto un modo di permettere che le celle in buona salute assumano il controllo delle celle cancerogene e le fermino che si sviluppano nei tumori in che cosa potrebbe fornire un nuovo approccio a trattare i cancri della fase iniziale.

L'università di ricercatori di Manchester ha trovato che un tipo speciale dei prodotti chimici conosciuti come “gli inibitori della chinasi„ ha aperto i canali di comunicazione sulla superficie delle celle che hanno permesso alle celle in buona salute “di parlare„ con cellule tumorali.

“Quando abbiamo aggiunto i prodotti chimici ad una miscela di sano e le celle cancerogene in una boccetta che le celle malate hanno smesso di moltiplicare ed hanno cominciato ad agire come le celle normali ancora,„ ha detto il Dott. Ian Hampson, che ha effettuato la ricerca con il Dott. Lynne Hampson della moglie.

“Ulteriori prove hanno rivelato che i prodotti chimici hanno aiutato le cellule tumorali a formare le connessioni con circondare le celle in buona salute che hanno permesso che queste celle normali assumessero il controllo del meccanismo da cui le cellule tumorali si dividono e si sviluppano fuori controllo.„

La divisione cellulare si presenta naturalmente e continuamente negli organi umani ed in tessuto come componente dei processi di riparazione normali dell'organismo per combattere l'usura ma nel cancro le celle si dividono in un modo incontrollato.

Il Dott. Hampson dice i risultati, pubblicati nel giornale britannico di Cancro, è tanto più emozionante perché i prodotti chimici, che sono stati sviluppati con i colleghi all'università di Salford, sembrano essere relativamente non tossici e l'effetto positivo sulle cellule tumorali persiste anche quando i prodotti chimici sono ritirati.

“Quando i prodotti chimici si sono aggiunti ad una cultura che contiene appena le cellule tumorali che hanno avuti scarso effetto,„ ha detto il Dott. Hampson, che è basato a scuola di Manchester delle scienze della rappresentazione e del Cancro. “Era soltanto quando abbiamo aggiunto i prodotti chimici ad una miscela delle cellule tumorali e delle celle normali - simili a come le trovereste nell'organismo - che la crescita è stata soppressa.

“Intrigante, le connessioni che hanno permesso che le celle in buona salute comunicassero con le cellule tumorali restate aperte anche quando gli inibitori della chinasi sono stati eliminati che indicano che una droga potenziale basata su questi prodotti chimici potrebbe essere data come breve corso del trattamento.

“Ancora, i prodotti chimici sono atossici e realmente non uccidono le celle come le terapie convenzionali del cancro, quali la chemioterapia e la radioterapia, in modo da se potessimo sviluppare una droga è probabili avere ben meno effetti collaterali.„

Il gruppo dice che la fase seguente della loro ricerca sarà di scoprire esattamente come i prodotti chimici possono aumentare il numero delle connessioni fra cancro e le celle normali. Una volta che questo è conosciuto, dovrebbe essere possibile produrre una droga basata su questi prodotti chimici che potrebbero eventualmente essere utilizzati in esseri umani.

Il Dott. Lynne Hampson ha aggiunto: “Corrente stiamo facendo domanda per il finanziamento per effettuare ulteriore ricerca sulla biochimica di come questi prodotti chimici causano l'effetto che abbiamo osservato. Egualmente intendiamo studiare l'uso dei tipi differenti di colture cellulari valutare la potenza e l'intervallo di attività di questi agenti.„

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    The University of Manchester. (2019, June 19). L'università di ricercatori di Manchester scopre gli inibitori della chinasi per il trattamento dei cancri della fase iniziale. News-Medical. Retrieved on October 17, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20090825/University-of-Manchester-researchers-discover-kinase-inhibitors-for-treating-early-stage-cancers.aspx.

  • MLA

    The University of Manchester. "L'università di ricercatori di Manchester scopre gli inibitori della chinasi per il trattamento dei cancri della fase iniziale". News-Medical. 17 October 2021. <https://www.news-medical.net/news/20090825/University-of-Manchester-researchers-discover-kinase-inhibitors-for-treating-early-stage-cancers.aspx>.

  • Chicago

    The University of Manchester. "L'università di ricercatori di Manchester scopre gli inibitori della chinasi per il trattamento dei cancri della fase iniziale". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20090825/University-of-Manchester-researchers-discover-kinase-inhibitors-for-treating-early-stage-cancers.aspx. (accessed October 17, 2021).

  • Harvard

    The University of Manchester. 2019. L'università di ricercatori di Manchester scopre gli inibitori della chinasi per il trattamento dei cancri della fase iniziale. News-Medical, viewed 17 October 2021, https://www.news-medical.net/news/20090825/University-of-Manchester-researchers-discover-kinase-inhibitors-for-treating-early-stage-cancers.aspx.