Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori studiano la capacità della persona di liberarsi dell'epatite virale C

Più di settanta per cento della gente che contrae l'epatite virale C vivranno con il virus che cause per il resto della loro vita ed alcuni svilupperanno l'affezione epatica seria compreso cancro. Tuttavia, 30 - 40 per cento di quelli sconfitta in qualche modo infettata l'infezione e si liberano del virus senza il trattamento. In pubblicazione online avanzata di questa settimana alla natura, i ricercatori di Johns Hopkins che lavorano come componente di un gruppo internazionale riferiscono la scoperta di più forte alterazione genetica connessa con la capacità di liberarsi dell'infezione.

“Se sapessimo perché qualche gente si è liberata della malattia da sè, quindi forse potremmo capire i modi aiutare l'altra gente che non ha fatto,„ diciamo David Thomas, M.D., professore di medicina e Direttore delle malattie infettive a Johns Hopkins. “O forse anche contribuisca ad impedire le infezioni interamente.„

Uno studio precedente piombo da David Goldstein alla Duke University aveva trovato una variazione in un singolo prodotto chimico di DNA, conosciuto come un polimorfismo del unico nucleotide, o SNP, vicino al gene di IL28B, che mentre capito male, è pensato per aiutare la risposta immunitaria all'infezione virale di epatite virale C. La gente infettata con epatite virale C, che ha portato la variazione SNP di C/C vicino al loro gene di IL28B, è stata trovata più probabilmente per reagire al trattamento di epatite virale C, che può sbarazzare alcuni pazienti del virus.

Così dal il gruppo guidato Hopkins e Nazionale Istituto de Salubrità si è domandato se il C/C variazione-come opposto a alle alternative-anche di T/T o di C/T svolgesse un ruolo nella capacità qualche gente di liberarsi del virus senza la guida del farmaco. Per fare questa, ha montato le informazioni da sei studi differenti che hanno avuti sopra informazioni di infezione di epatite virale C e del DNA raccolte molti anni dalla gente dappertutto. Il gruppo poi ha analizzato il DNA al gene di IL28B da complessivamente 1008 pazienti: 620 infettati con insistenza e 388 chi era stato infettato ma più non era stato portato alcun virus. L'analisi del DNA ha rivelato che dei 388 pazienti che più non hanno portato il virus, 264 hanno la variazione di C/C.

“Questa è la più forte bugna fin qui a capire che cosa costituirebbe una riuscita risposta immunitaria,„ dice Thomas. “Ancora non conosciamo il significato di questa variante di C, ma sappiamo che dobbiamo fare più lavoro per scoprire che cosa significa e se potrebbe essere utile a fermare la malattia.„

Oltre a confermare che la variante di C/C correla con la capacità di liberarsi del virus infettato una volta, i ricercatori egualmente hanno notato una tendenza intrigante: la variante di C/C non compare ugualmente in tutte le popolazioni.

Per studiare più a fondo, hanno analizzato il DNA da più di 2300 persone universalmente per più ulteriormente esaminare la distribuzione della variante di C/C in popolazioni differenti. Dei 428 campioni dall'Africa, soltanto 148 hanno portato il genotipo di C/C. Al contrario, dei campioni europei 520 su 761 ha portato la variante di C/C. Il più notevoli erano i campioni del DNA dall'Asia, in cui 738 di 824 campioni hanno portato C/C.

“Ci domandiamo se questo SNP egualmente spiega alcuna della base genetica per la differenza della popolazione di spazio di epatite virale C,„ diciamo Chloe tio, M.D., professore associato di medicina. “È stato riferito che gli afroamericani sono meno probabili annullare la malattia che i Caucasians.„

Il gruppo pianificazione perseguire questa ricerca più ulteriormente per capire meglio perché alcune popolazioni sono cronicamente infettate. Dice tio, “questo è un punto emozionante verso migliore comprensione di cui la risposta immunitaria è contro il virus in modo da possiamo migliorare le nostre terapie.„