Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I geni dell'Indicatore contribuiscono a determinare l'efficacia del regime molecolare mirato a della droga per il trattamento della SOSTANZA

L'Analisi di un piccolo numero di geni dell'indicatore può determinare nel giro di poche ore se un paziente con i tumori stromal gastrointestinali (SOSTANZA) rispondesse ad un regime molecolare mirato a della droga. Questa analisi potrebbe permettere che i clinici determinino se hanno scelto la migliore linea di condotta o devono considerare un'altra alternativa. I dati Preliminari da un'analisi genetica delle linee cellulari di SOSTANZA hanno indicato che quattro geni dell'indicatore hanno riflesso l'efficacia del trattamento con sunitinib, un inibitore della chinasi della tirosina che è usato come terapia mirata a secondo line per fermare la crescita della malattia ricorrente e o metastatica dei tumori di SOSTANZA dopo che la terapia del imatinib è venuto a mancare in pazienti con localmente avanzato. I dati sono stati presentati al Congresso Clinico 2009 dell'Istituto Universitario Americano dei Chirurghi.

In uno studio precedente da Andrey Frolov, PhD e da Andrew Godwin, PhD, al Centro del Cancro della Caccia di Fox in Filadelfia, il PA, gli stessi quattro geni è stato associato con l'efficacia del trattamento della SOSTANZA con imatinib, che è dato come terapia farmacologica di prima linea per i pazienti che sono diagnosticati con la metastasi o che hanno tumori di SOSTANZA che non possono essere rimossi chirurgicamente. “Abbiamo notato che quattro geni erano simili nell'atto una volta esposti a sunitinib come pure imatinib,„ ha detto Derron Allen, il MD, un ricercatore nel dipartimento di chirurgia all'Università di Alabama a Birmingham (UAB).

I ricercatori di UAB sono negli stadi finali di preparazione per un test clinico che determinerà se i geni possono predire il risultato dei pazienti che ricevono il sunitinib per la SOSTANZA. I Dettagli del test clinico, che dovrebbe cominciare entro i 12 mesi prossimi, non potrebbero essere rivelati attualmente. Tuttavia, lo scopo globale è di ottenere le biopsie di FNA (aspirazione fine del ago di stampa) delle celle in tensione dai pazienti di SOSTANZA durante un'operazione o la procedura diagnostica, di coltivarle fuori dell'organismo, trattarle con la terapia molecolare mirata a, schermare le celle per l'espressione dei quattro geni dell'indicatore e valutare se l'analisi dei geni può essere usata per operare le scelte del trattamento. “Questo approccio può contribuire a determinare che cosa sarebbe il migliore trattamento per un paziente particolare ed individualizzerebbe la terapia farmacologica,„ ha detto il Dott. Andrey Frolov, un istruttore nel dipartimento di chirurgia e dello scienziato del socio al Centro Completo del Cancro di UAB.

Le sostanze sono i cancri mesenchymal più comuni nel tratto gastrointestinale. Approssimativamente imately 4.500 - 6.000 pazienti recentemente sono diagnosticati ogni anno con la SOSTANZA negli Stati Uniti. La rimozione Chirurgica della SOSTANZA è il modulo primario della terapia per i tumori primari localizzati. Tuttavia, più della metà dei pazienti di SOSTANZA sono diagnosticati con la malattia localmente avanzata o metastatica.

I pazienti di SOSTANZA reagiscono bene inizialmente al trattamento con imatinib o sunitinib-a minimo. “Le droghe che usiamo per questi tumori sono probabilmente uno dei miracoli farmaceutici del secolo scorso,„ il Dott. Frolov ha detto. Questi moduli della terapia mirata a hanno potuti diminuire la dimensione della SOSTANZA da 50 per cento o più o stabilizzare la malattia la maggior parte di paziente e delle loro hanno aumentato la sopravvivenza vicino fino a quattro volte una volta confrontati alla sopravvivenza dei pazienti che non li hanno ricevuti.

Tuttavia, il imatinib e il sunitinib direttamente non uccidono le cellule tumorali come gli agenti citotossici non specifici fanno; queste droghe fermano la crescita dei tumori. Inoltre, i ricercatori notano che questa istruzione è specifica a imatinib e a sunitinib e non può essere generalizzata per tutte le terapie mirate a. Di Conseguenza, i pazienti devono ricevere il trattamento per i periodi prolungati e col passare del tempo, sviluppano spesso la resistenza secondaria. “Con queste due droghe--imatinib e sunitinib--I pazienti di SOSTANZA stanno vivendo molto più lungamente, ma tuttavia, possono soccombere alla resistenza del trattamento o ricorrenza di malattia,„ il Dott. Frolov ha detto.

L'analisi Genetica dei geni dell'indicatore ha il potenziale di tenere la carreggiata dinamicamente il progresso del trattamento con imatinib o sunitinib. “La risposta iniziale [al trattamento con gli inibitori della chinasi della tirosina] è solitamente abbastanza buona. Ma d'altra parte il tumore smette di rispondere o un altro sito si sviluppa o il qualcos'altro accade. Una prova, come l'analisi dei geni dell'indicatore, è necessaria aiutare i medici a decidere che cosa fare quando la droga che stanno usando non sarà un richiamo d'argento più,„ lui ha spiegato.

Il test Genetico promette di essere un'alternativa meno costosa allo scansione (PET) di tomografia a emissione di positroni, che è uno dei modi più comuni di valutazione se il trattamento della droga sta pregiudicando i tumori di SOSTANZA. L'ANIMALE DOMESTICO è un esame costoso e non è disponibile in molte parti del paese. “l'ANIMALE DOMESTICO egualmente non è una misura diretta dell'efficacia del trattamento. L'ANIMALE DOMESTICO misura l'attività metabolica del tumore e se una droga ha interrotto quell'attività metabolica o non,„ ha detto il Dott. Frolov. Di Conseguenza, lo scansione dell'ANIMALE DOMESTICO deve essere fattoe dopo che un corso del trattamento è stato completato ed i tumori hanno avuti tempo di reagire, che può richiedere più di quattro settimane. “L'analisi dei geni dell'indicatore è una reazione a catena inversa in tempo reale diretta della polimerasi della trascrizione [il metodo standard di ampliarlo il mRNA in modo da può essere esaminato prontamente in un laboratorio] che può essere eseguita in tutto il laboratorio molecolare di funzione che ha la strumentazione necessaria. Il costo sarebbe simile al costo di tutta la prova di patologia,„ il Dott. Frolov ha detto.

L'analisi Genetica egualmente ha il potenziale di fornire una valutazione molecolare specifica dell'efficacia della terapia mirata a quasi subito dopo che comincia. “Quando il paziente subisce l'aspirazione fine del ago di stampa di un campione di biopsia e le celle sono ottenute, potremmo potere controllare per vedere se ci sono i geni dell'indicatore e confrontarli ai livelli del riferimento per vedere se il tumore sta rispondendo o non in sei - 12 ore,„ il Dott. Frolov abbiamo detto.

http://www.facs.org/