Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La protesi retinica ripara la visione parziale alla gente che è completamente cieca

La protesi retinica ed il trapianto fetale del tessuto mostrano la promessa negli studi umani

I due trattamenti sperimentali, una protesi retinica ed il tessuto fetale trapiantano, riparato una certa visione alla gente con le malattie dell'occhio d'abbaglio. I risultati, presentati alla neuroscienza 2009, la riunione annuale della società per la neuroscienza e sorgente del mondo la più grande delle notizie emergenti su scienza e su salubrità di cervello, possono piombo ai nuovi trattamenti per il capanno mimetico. I ricercatori egualmente hanno riferito che una proteina costruita ha riparato la visione nei modi di modello ed identificati animali migliorare i trattamenti della cellula staminale.

I nuovi studi hanno esaminato sia la gente che gli animali con due malattie dell'occhio degeneranti: retinite pigmentose e degenerazione maculare senile relativa all'età. Queste malattie distruggono le cellule nervose sensibili alla luce nella retina, piombo alla cecità. In tutto, la perdita della visione e la malattia dell'occhio pregiudicano 3,6 milione Americani e costano agli Stati Uniti $68 miliardo ogni anno.

Rilasciato la ricerca Today Show quello:

  • Una protesi retinica ripara la visione parziale alla gente che è completamente cieca. La protesi, fatta di una schiera degli elettrodi, trasmette le informazioni visive catturate da una videocamera (Jessy Dorn, il PhD, l'estratto 216,6, vede il riassunto fissato).

  • “Le lamiere sottili„ trapiantate delle celle retiniche fetali migliorano l'acuità visiva in parecchia gente con le retinite pigmentose e la degenerazione maculare senile relativa all'età (Robert B. Aramant, il PhD, l'estratto 837,12, vede il riassunto fissato).

  • Visione costruita e sensibile alla luce di restore delle proteine in uno studio del mouse delle retinite pigmentose. I risultati potrebbero piombo ai nuovi trattamenti per la gente con le malattie retiniche degeneranti (Natalia Caporale, il PhD, l'estratto 806,10, vede il riassunto fissato).

  • Mentre i ricercatori si sforzano di sviluppare le terapie della cellula staminale per la malattia dell'occhio, un nuovo metodo aumenta il rendimento delle celle retiniche dalle cellule staminali umane derivate sia dal tessuto embrionale che adulto (Jason S. Meyer, il PhD, l'estratto 113,1, vede il riassunto fissato).

“La ricerca di base nella neuroscienza ha costituito la base per progresso significativo nel trattamento della malattia dell'occhio,„ ha detto il moderatore Rachel O.L. Wong, PhD di conferenza stampa, dell'università di Washington, un esperto sullo sviluppo di sistema visivo. “Questi studi non sarebbero possibili senza progressi tecnologici e ricerca di scienza di base che continua a spiegare la funzione normale e lo sviluppo del sistema visivo,„ Wong ha detto.