Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori sviluppano una prova non invadente per contribuire a valutare l'attuabilità dell'embrione per IVF

Gli embrioni che sono più probabili da provocare una gravidanza sono determinanti per il successo di fertilizzazione in vitro (IVF) ma sono difficili da identificare. I ricercatori alla scuola di medicina di Yale, piombo da Emre Seli, M.D., stanno sviluppando una prova veloce e non invadente per contribuire a valutare l'attuabilità dell'embrione per IVF.

Seli, professore associato nel dipartimento dell'ostetricia, della ginecologia & delle scienze riproduttive a Yale, presenterà i nuovi risultati di selezione dell'embrione alla società americana per la riunione riproduttiva della medicina (ASRM) tenutasi a Atlanta, la Georgia dal 17 al 21 ottobre.

Le donne che subiscono il trattamento della sterilità con IVF sono stimolate ormonalmente produrre le uova multiple, che poi sono fertilizzate in laboratorio. Nella maggior parte dei casi, gli embrioni multipli sono generati e coltivati. Selezionando gli embrioni per l'impianto è corrente altamente soggettivo.

“È un gioco di ipotesi che può cessare nell'errore di IVF o nelle gravidanze multiple,„ ha detto Seli. “Il nostro scopo è di trovare un modo segnare gli embrioni con esattezza con la migliore possibilità di successo, di modo che possiamo trasferire meno embrioni e ridurre la possibilità delle gravidanze multiple senza diminuire la tariffa di gravidanza.„

Per individuare la differenza fra un embrione possibile e non vitale, Seli ed il suo gruppo hanno studiato il profilo metabolomic delle culture spese dell'embrione. Un profilo metabolomic è l'impronta digitale chimica unica quella risultati dall'attività metabolica degli embrioni nella cultura. Il gruppo precedentemente ha trovato che il delineamento metabolomic potrebbe dare un'istantanea istantanea della fisiologia di una cella. Questo approccio non invadente può fornire un'aggiunta utile ai sistemi di classificazione correnti dell'embrione basati sulla struttura dell'embrione e della tariffa a cui l'embrione si divide.

L'edilizia su questa individuazione approfondita, Seli ed il suo gruppo hanno trovato che un punteggio di attuabilità generato dalla valutazione non invadente dei terreni di coltura dell'embrione facendo uso del metabolomics ha pregiudicato i risultati di gravidanza in donne curate in quattro centri differenti Europa ed in Australia. Ciò studio-eseguita in collaborazione con Molecular la Biometrics, Inc. e co-creata da Denny Sakkas, da Lucy Botros, da Marc Henson e da Kevin Giudice-sarà presentata alla riunione di ASRM.

“Questi risultati hanno implicazioni importanti per più di 125.000 cicli di IVF hanno eseguito annualmente negli Stati Uniti,„ ha detto Seli. “Le alte tariffe di gravidanza multiple connesse con IVF hanno conseguenze significative di salute pubblica, quali la sopravvivenza in diminuzione ed il rischio aumentato di inabilità per tutta la vita connessi con la prematurità severa.„

Seli egualmente riceverà premi del ricercatore di Rosenwaks dell'IRA i 2009 e dell'estere nuovi il 18 ottobre. Questo premio prestigioso è dato annualmente da ASRM e riconosce i contributi eccezionali per ricercare nelle scienze riproduttive da un ricercatore nei primi 10 anni di sua carriera. Il premio riconosce il lavoro di Seli nella ricerca, nell'identificazione dei geni novelli e nella caratterizzazione della sterilità degli aspetti chiave della regolazione genica durante lo sviluppo iniziale.