Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'inalazione dei nanotubes del carbonio può pregiudicare il rivestimento esterno dei polmoni

I nanotubes del carbonio stanno considerandi per uso in tutto da articolo sportivo alle applicazioni mediche, ma molto rimane sconosciuti circa se causa di questi materiali respiratoria o altri problemi sanitari. Ora uno studio di collaborazione dalla North Carolina State University, dagli istituti di Hamner per le scienze di salubrità e dall'istituto nazionale delle scienze di salute ambientale mostra che quello inalare questi nanotubes può pregiudicare il rivestimento esterno del polmone, sebbene gli effetti dell'esposizione a lungo termine rimangano poco chiari.

Facendo uso dei mouse in uno studio di modello animale, i ricercatori precisano per determinare che cosa accade quando i nanotubes multi-murati del carbonio sono inalati. Specificamente, i ricercatori hanno voluto determinare se i nanotubes potessero raggiungere la pleura, che è il tessuto che allinea l'esterno dei polmoni ed è influenzata tramite l'esposizione a determinati tipi di fibre di amianto che causano il mesotelioma del cancro. I ricercatori hanno usato l'esposizione di inalazione ed hanno trovato che i nanotubes inalati raggiungono la pleura e causano gli effetti sulla salute.

Gli studi a breve termine descritti nel documento non permettono le conclusioni circa le risposte a lungo termine quale cancro. Tuttavia, lo sbraccio inalato dei nanotubes “chiaramente il tessuto dell'obiettivo per mesotelioma e causa una reazione patologica unica sulla superficie della pleura e fibrosi causata,„ dice il Dott. James Bonner, professore associato di tossicologia ambientale e molecolare allo stato di NC ed all'autore senior dello studio. “La reazione unica„ ha cominciato entro un giorno di inalazione dei nanotubes, quando i cluster delle celle immuni (linfociti e monociti) hanno cominciato a raccogliersi sulla superficie della pleura. La fibrosi localizzata, o sfregiare sulle parti della superficie pleurica che egualmente è trovata con l'esposizione dell'amianto, ha cominciato due settimane dopo inalazione.

Lo studio ha mostrato che la risposta immunitaria e la fibrosi sono scomparso entro tre mesi dell'esposizione. Tuttavia, questo studio ha usato soltanto una singola esposizione ai nanotubes. “Rimane poco chiaro se la pleura potrebbe recuperare da cronico, o ripetuto, esposizioni,„ Bonner dice. “Più lavoro deve essere fatto in quell'area ed è completamente sconosciuto a questo punto se i nanotubes inalati del carbonio risulteranno essere cancerogeni nei polmoni o nel rivestimento pleurico.„

I mouse hanno ricevuto una singola esposizione di inalazione di sei ore come componente dello studio e gli effetti sulla pleura erano soltanto evidenti alla dose elevata usata dai ricercatori - 30 milligrammi per metro cubico (mg/m3). I ricercatori non hanno trovato effetti sulla salute nei mouse esposti alla dose più bassa di un mg/m3.