Hemicorporectomy efficace ed aggiunge gli anni e la qualità di vita ai superstiti

Un punto di riferimento, un esame di 25 anni di casi in cui i chirurghi hanno dovuto eliminare la parte più bassa dell'organismo dalla vita giù per le infezioni pelviche severe dell'osso mostra che la terapia può aggiungere gli anni e la qualità di vita ai superstiti, dice i ricercatori al centro medico sudoccidentale di UT.

L'ambulatorio raramente eseguito è chiamato un'amputazione hemicorporectomy o translumbar e comprende eliminare l'intero organismo sotto la vita, compreso i cosciotti, l'osso pelvico ed il sistema urinario.

“È utilizzato come ultima località di soggiorno sui pazienti con le malattie potenzialmente interne quali i determinati cancri o complicazioni dalle ulcere nella regione pelvica che non può essere contenuta altrimenti,„ ha detto il Dott. Jeffrey Janis, professore associato di chirurgia plastica a UT sudoccidentale e autore principale dello studio, che compare nell'emissione di ottobre di plastica e di chirurgia ricostruttiva. “Abbiamo determinato che può essere efficace e una considerazione ragionevole in alcuni di questi casi estremi.„

Hemicorporectomy è stato eseguito raramente a causa delle indicazioni molto limitate per la procedura, ha detto il Dott. senior Robert McClelland, professore emerito dell'autore di chirurgia a UT sudoccidentale.

“Un numero aumentante di veterani dei conflitti di Afghanistan e dell'Irak stanno sopravvivendo alle lesioni molto severe che piombo frequentemente a paraplegia permanente e spesso sono complicate tramite le lesioni da decubito severe e l'infezione intrattabile dell'osso, che è potenziale una sorgente di sepsi interna. A causa di questo, la frequenza delle indicazioni per hemicorporectomy può presto aumentare significativamente,„ il Dott. McClelland ha detto.

Negli anni 90, Lee Burrell ha scoperto che ha avuto l'osteomielite di infezione dell'osso mentre lottava con una piccola ferita di pressione che non avrebbe guarito. Medici hanno provato a rattoppare l'irritato, riempiendolo di garza, trattante lo con la terapia del mulinello, anche altri ambulatori, ma niente è sembrato lavorare, il residente di Dallas di 47enne ha detto. Il sig. Burrell ha dovuto preoccuparsi costantemente per la ferita e cambiare i condimenti per quasi una decade.

“Stavo vivendo con una grande ferita aperta,„ ha detto. “Era terribile. Non desidererei questo su qualcuno.„

Dopo la lotta per anni tenendo la ferita pulita, il sig. Burrell ha acconsentito per fare il suo giusto eliminare chirurgicamente cosciotto nel 2003 nelle speranze di impedire ulteriore infezione. Ma l'infezione ha persistito e medici gli hanno dato le notizie più terribili: il suo cosciotto sinistro egualmente ha dovuto essere eliminato.

“Mi hanno detto che che cosa ero su contro e lo abbiamo fatto,„ ha detto. “È una decisione difficile. Non c'erano garanzie. Ma il fatto è se volete vivere voi dovete fare questo.„

Non ha intrattenuto mai il pensiero di smettere, ha detto.

“Sono un tipo realmente risoluto. Il mio approccio a questo era ottimista e non ho smesso,„ ha detto.

Attualmente, il sig. Burrell mantiene il suo atteggiamento positivo ed è felice di essere vivo. Può ancora ottenere intorno e guidare ed è un avvocato per gli Americani con la Legge di inabilità.

Soltanto 57 casi delle amputazioni translumbar erano stati registrati in letteratura medica universalmente, sebbene i ricercatori sospettassero che più si sono presentati dall'iniziale che fornisce di rimandi nel 1960. Gli autori hanno aggiunto ai loro pazienti sudoccidentali che avevano ricevuto la procedura come conseguenza dell'osteomielite pelvica terminale, un tipo di esame nove UT di infezione dell'osso.

Circa un terzo dei 66 pazienti ha sopravvissuto almeno a nove anni dopo che hanno un hemicorporectomy. Di coloro che ha avuto la procedura per l'infezione dell'osso, più della metà superstite a almeno nove anni. Dei nove dai pazienti guidati da osteomielite pelvici terminali ha trattato a UT sudoccidentale, quattro sono rimanere vivi dopo 25 anni e la sopravvivenza media era di 11 anno.

“Sebbene sia impossible da sapere il tasso di sopravvivenza confronterebbe ha avuto questi pazienti non subiti l'amputazione, data la malattia severa in questione, è ragionevole da presupporre che sopravvivano a lungamente di avrebbero senza chirurgia. Per di più, i nostri superstiti hanno riferito che sono stati soddisfatti con la loro decisione per avere la procedura,„ hanno detto il Dott. Janis, che è egualmente capo di cura della ferita e della chirurgia plastica per salubrità & il sistema ospedaliero di parco, l'istituzione d'istruzione primaria di UT sudoccidentale.