Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori sviluppano la nuova unità per individuare il cancro di interfaccia

I ricercatori all'università diBen-Gurion del Negev stanno sviluppando una nuova unità che individua i tumori di interfaccia cancerogeni, compreso i melanomi che non sono visibili all'occhio nudo.

Durante la prova iniziale, lo strumento di OSPI (rappresentazione Spectro-Polarimetrica ottica) ha rivelato le nuove tessiture delle lesioni che non sono state vedute mai prima che - compreso il melanoma in pazienti che sono stati diagnosticati con le varie lesioni cutanee e stavano attendendo la chirurgia per la loro rimozione. Lo strumento ha diagnosticato 73 tipi di lesioni, alcune di loro cancerogene.

I dermatologi ed i chirurghi plastici diagnosticano tipicamente ad occhio nudo e soltanto raramente i tumori di interfaccia dal loro aspetto facendo uso di un dermatoscope - uno strumento d'ingrandimento che permette che i tumori siano esaminati dettagliatamente.

Il biosensore di OSPI usa lunghezze d'onda sicure e infrarosse ed unità di LC per misurare le caratteristiche del tumore, compreso i contorni e la diffusione.

“Questo è uno sviluppo preliminare emozionante poiché la prova iniziale indica che possiamo ora identificare i tumori microscopici nei livelli biologici dell'interfaccia, “spiega prof. Abdulahim, che è capo dell'unità elettro-ottica di BGU nella facoltà dell'ingegneria e piombo il gruppo di ricerca. Mentre continuiamo a sviluppare il OSPI, inoltre vediamo un'opportunità di usare questa tecnologia per la rilevazione degli altri tipi di crescite cancerogene.„

La rilevazione cancerogena delle mole è fatta solitamente mediante il ricerca degli uno o più sintomi visibili indicatori: se le mole sono asimmetriche; se il suo profilo è offuscato o irregolare; se ha colori multipli; se è più grande di cinque millimetri di diametro; e se sta su sopra l'interfaccia.

Secondo l'associazione del cancro americana, più di un milione di casi del cancro di interfaccia sono diagnosticati annualmente negli Stati Uniti. Il melanoma, il tipo più serio di cancro di interfaccia, rappresenterà circa 8.650 delle 11.590 morti dovuto il cancro di interfaccia nel 2009.

L'Israele inoltre ha veduto negli ultimi anni un aumento nei casi del cancro di interfaccia.

Secondo il ministero della salute, uno di ogni 39 uomini ed una di ogni 50 donne nell'Israele saranno influenzati con il melanoma nella loro vita.

Prof. Ibrahim Abdulhalim sta sorvegliando questa ricerca con due studenti, compreso il candidato Ofir Aharon di Ph.D. e lo studente Avner Safrani di M.Sc e sta collaborando con prof. Lior Rosenberg di BGU ed il Dott. Ofer Arnon dal dipartimento di chirurgia plastica al centro medico di Soroka.