Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'embolia polmonare può essere diagnosticata mediante la combinazione SPECT e TC a basso dosaggio, spettacoli di ricerca

Studio mostra tecnica di imaging molecolare è efficace per la diagnosi comune, problema mortale ai polmoni

Quando si tratta di diagnosticare l'embolia polmonare, un blocco improvviso dell'arteria polmonare che potrebbe essere mortale se non trattato, che è la tecnica più efficace? Una ricerca pubblicata nel numero di dicembre del Journal of Nuclear Medicine (JNM) suggerisce che una forma di imaging molecolare chiamato emissione di singolo fotone SPECT (tomografia computerizzata), in combinazione con basse dosi di CT, può fornire una accurata diagnosi-permettendo ai medici per migliorare cura dei pazienti affetti da questa patologia spesso critiche utilizzando un test diagnostico che non espone il paziente a una grande quantità di radiazioni.

L'embolia polmonare si verifica quando un coagulo di sangue viaggia verso i polmoni di una persona da un'altra posizione del corpo, di solito le gambe. I sintomi possono includere respiro corto, dolore al torace e tosse con sangue. Chiunque, compresi coloro che sono in buona salute, in grado di sviluppare un coagulo di sangue e successiva embolia polmonare. Inoltre, alcuni pazienti non mostrano sintomi, embolia polmonare rendendo particolarmente difficile la diagnosi. Se non trattata, il tasso di mortalità per i pazienti con embolia polmonare è circa il 30%. Il rischio di morte può essere ridotto, comunque, con farmaci anticoagulanti.

"L'embolia polmonare è molto difficile da diagnosticare clinicamente", ha detto J. Anthony Parker, MD, Ph.D., un Beth Israel Deaconess Medical Center che ricercatore autore di una prospettiva invitato sullo studio in JNM. "Non trattati, ha un alto tasso di mortalità. Tuttavia, il trattamento di embolia polmonare ha anche effetti collaterali gravi. Come tale, è importante non a un eccesso di trattamento di embolia polmonare. Diagnosi più accurata, sia una migliore sensibilità e specificità, dovrebbe risultare a migliori risultati ai pazienti. "

Nello studio JNM, dal titolo "Rilevazione della embolia polmonare con combinato di ventilazione-perfusione SPECT e Low-dose CT: Testa a testa Confronto con angiografia TC multidetettore," i ricercatori in Danimarca testato l'accuratezza diagnostica della SPECT / TC per embolia polmonare contro quella di angiografia TC multidetettore (MDCT) da solo, che è l'attuale prima linea tecnica di imaging per la diagnosi di embolia polmonare. Il loro studio ha trovato che la SPECT più basso dosaggio CT aveva una sensibilità del 97% e una specificità del 100%, mentre MDCT solo aveva una sensibilità del 68% e una specificità del 100%. Avere una tecnica efficace per la diagnosi di embolia polmonare porta ad una diagnosi più rapida e di successo.

In un articolo relativo pubblicato anche in JNM di questo mese, i ricercatori discutere il ruolo della SPECT in embolia polmonare e di imaging come la tecnologia è avanzata. Gli autori di "SPECT nella embolia polmonare acuta" scrivere che non vi è rinnovato interesse per questa modalità di imaging come test iniziale per embolia polmonare a seguito della strumentazione migliore e una migliore interpretazione delle scansioni polmonari, nonché ai timori circa l'esposizione alle radiazioni ad alta dal CT angiografia, in particolare per il seno femminile. L'articolo sostiene le conclusioni trovato dai ricercatori nel campo dell'imaging Denmark-SPECT/CT può migliorare notevolmente la diagnosi di embolia polmonare. L'articolo suggerisce anche che la SPECT potrebbe essere utile per il follow-up esami per determinare la risposta della terapia.

Fonte: Società di Medicina Nucleare