Gli amminoacidi possono migliorare la funzione conoscitiva in pazienti con i traumi cranici severi

I ricercatori della neurologia hanno indicato che alimentando ad amminoacidi ai restores cervello-danneggiati degli animali le loro abilità conoscitive e possono collocare la fase per il primo efficace trattamento per i danni conoscitivi sofferti dalla gente con i traumi cranici traumatici.

“Abbiamo indicato in un modello animale che l'intervento dietetico può riparare un bilanciamento adeguato dei neurochemicals nella parte danneggiata del cervello e simultaneamente miglioriamo la prestazione conoscitiva,„ ha detto la guida Akiva S. Cohen, il Ph.D., un neuroscenziato di studio all'ospedale pediatrico di Filadelfia.

Lo studio compare oggi nell'emissione online degli atti dell'Accademia nazionale delle scienze.

Se questi risultati in mouse possono essere tradotti a medicina umana, ci sarebbe un vasto vantaggio clinico. Ogni 23 secondi, un uomo, la donna o il bambino negli Stati Uniti subisce un trauma cranico traumatico (TBI). La causa della morte e l'inabilità primarie in bambini ed in giovani adulti, TBI egualmente rappresenta le inabilità permanenti in più di 5 milione Americani. La maggior parte di quei casi proviene dalle lesioni dell'autoveicolo, con un'incidenza aumentante dei feriti del campo di battaglia.

Sebbene i medici possano alleviare il gonfiamento pericoloso che si presenta dopo un TBI, non ci sono corrente i trattamenti per la lesione cerebrale di fondo che porta nelle sue perdite conoscitive di risveglio nella memoria, imparante ed altre funzioni.

Gli animali nello studio corrente hanno ricevuto un cocktail di tre amminoacidi a catena ramificati (BCAAs), specificamente leucina, isoleucina e valina, in loro acqua potabile. I ricercatori precedenti avevano indicato che la gente con i traumi cranici severi ha mostrato i miglioramenti funzionali delicati dopo la ricezione del BCAAs attraverso una riga endovenosa.

BCAAs è i precursori cruciali di neurotrasmettitore-glutammato due e di acido gamma-amminobutirrico, o GABA, che funzionano insieme per mantenere un bilanciamento appropriato di attività di cervello. Il glutammato eccita i neuroni, stimolante li infornare, mentre GABA inibisce l'infornamento. Troppa eccitazione o, troppo poco ed il cervello non funziona correttamente. Un TBI rovescia il bilanciamento.

In particolare, un TBI danneggia frequentemente l'ippocampo, una struttura in profondità nel cervello in questione in insegnamento superiore e la memoria. Nello studio corrente, i ricercatori hanno trovato che una lesione all'ippocampo ha diminuito i livelli di BCAAs. Sebbene i livelli globali di glutammato e di GABA siano immutati, la perdita di BCAAs ha disturbato il bilanciamento critico dei neurotrasmettitori nell'ippocampo, rendente alcune regioni localizzate più eccitabili ed altre meno eccitabili. Il gruppo di Cohen ha verificato l'ipotesi che fornire BCAAs dietetico avrebbe riparato il bilanciamento nella risposta neurale.

In questo studio, traumi cranici standardizzati in primo luogo creati del gruppo di studio di Cohen in mouse e una settimana dopo confrontato la risposta condizionata del timore degli animali a quello dei mouse indenni. Una settimana dopo la ricezione della scossa elettrica delicata in una gabbia specifica, i mouse normali tendono “a congelarsi„ una volta collocati nella stessa gabbia, prevedente un'altra scossa. I mouse cervello-danneggiati hanno dimostrato meno risposte-un di congelamento firmano che parzialmente avevano perso quel pezzo di apprendimento.

D'altra parte, i mouse cervello-danneggiati che hanno ricevuto una dieta di BCAAs hanno mostrato la stessa risposta normale dei mouse indenni. Il cocktail di BCAA aveva riparato la loro abilità di apprendimento.

Oltre ai risultati comportamentistici, il gruppo ha eseguito gli esperimenti elettrofisiologici nelle fette di ippocampo dai mouse cervello-danneggiati e non danneggiati ed indicato che BCAA ha riparato un bilanciamento normale di attività neurale. “I risultati elettrofisiologici erano coerenti con cui abbiamo veduto nel ripristino funzionale degli animali,„ hanno detto Cohen.

Se i risultati in mouse possono essere riprodotti nella gente, i pazienti con i traumi cranici traumatici potrebbero ricevere il BCAAs in una bevanda. Cohen suggerisce che BCAAs poichè un supplemento dietetico potrebbe avere un vantaggio più continuo e misurato che quello veduto quando i pazienti ricevono per via endovenosa BCAAs, in cui la grande dose IV può sommergere i ricevitori del cervello ed avere limitato i vantaggi.

Sebbene molto lavoro resti fare per tradurre l'individuazione in terapia, Cohen pensa collaborare durante l'anno prossimo con altri ricercatori in un test clinico di presto-fase di BCAAs dietetico in pazienti con delicato per moderare TBI.

Source:

Children's Hospital of Philadelphia