Le lesioni di combattimento non sono la causa principale dell'evacuazione medica dalle zone di guerra

Le ragioni più comuni per l'evacuazione medica di personale militare dalle zone di guerra nell'Irak e Afghanistan negli ultimi anni sono state fratture, tendiniti ed altri disordini del tessuto osteomuscolare e connettivo, non lesioni di combattimento, secondo i risultati Johns Hopkins deun 22 gennaio pubblicato studio in The Lancet.

“La maggior parte della gente pensa che in una guerra, ottenere lo scatto sia la causa principale dell'evacuazione medica, ma non è quasi mai,„ dice la guida Steven P. Cohen, M.D., professore associato di anestesiologia alla scuola di medicina di Johns Hopkins University e un colonnello di studio nelle riserve militari degli Stati Uniti. “Come nel passato, la malattia e le ferite in relazione con non continui ad essere le sorgenti principali di attrito del servizio-membro e quello non è probabile cambiare. È probabile peggiorare.„

I ricercatori di Johns Hopkins hanno esaminato le registrazioni di più di 34.000 membri dei militari che sono stati inviati al centro medico del militare a Landstuhl, Germania dal 2004 al 2007. I tre motivi principali per l'evacuazione medica erano disordini del tessuto osteomuscolare o connettivo (24 per cento), lesioni di combattimento (14 per cento) e disordini neurologici (10 per cento). Non c' era molto cambiamento in quelle percentuali nel corso dei quattro anni analizzati, ma la percentuale del personale che va con le diagnosi psichiatriche ha continuato ad aumentare ogni anno, un aumento veduto malgrado l'introduzione dei gruppi di salute mentale votati a trattare lo sforzo di combattimento sul sito.

Cohen ed i suoi colleghi credono che questi aumenti possano parzialmente essere il risultato degli effetti psicologici cumulativi delle distribuzioni ripetute e del carico aumentante della manodopera sopportato dalla riserva e dalle unità della protezione nazionale. Quei fattori sono improbabili da cambiare poichè le guerre continuano, essi dicono.

La maggior parte di quelli evacuati dall'Irak e da Afghanistan per le ragioni mediche e psichiatriche non ritornano, i dati mostrano. Nel 2007, soltanto uno nel personale militare cinque restituito all'imposta nel paese da cui sono stati evacuati. Gli studi precedenti hanno indicato che più lontano a partire dai soldati di area di distribuzione sono trattati, meno probabili sono a ritorno al servizio in quella zona di guerra. Uno studio precedente da Cohen ha indicato che quando il personale militare con dolore alla schiena è stato catturato ad una clinica di dolore nell'Irak, tutti i pazienti hanno ritornato alle loro unità. Quando sono state inviate alle cliniche di dolore in Germania o a Washington, più poco di 2 per cento hanno fatto.

“Gli aerei vanno da est-ovest, non dall'ovest all'est,„ dice.

Il nuovo studio egualmente ha trovato che i pazienti che erano funzionari di grado elevato erano più probabili a ritorno al servizio dopo l'evacuazione, probabile perché hanno scelto le carriere nei militari, Cohen dice. Fornisca un servizio ai membri di tutti gli ordini con le lesioni di combattimento, i disordini psichiatrici di disordini, del tessuto osteomuscolare e connettivo ed il dolore spinale era meno probabile ritornare.

Una ragione per tante lesioni in relazione con non, Cohen dice, è la natura cambiante di guerra. “Abbiamo molta gente in Afghanistan e l'Irak ed il loro processo principale non sta combattendo,„ ha detto.

Cohen dice che per i militari è importante capire le ragioni per le quali il suo personale sta evacuando e lavorare per impedire meglio le lesioni e la malattia. Ove possibile, dice, il personale medico nell'Irak e Afghanistan dovrebbero essere preparati per trattare aggressivamente presto i problemi prima che facciano crescere a valanga.

“Per alcuni dei problemi osteomuscolari, non potete potere impedirli,„ dice. “La maggior parte della gente che fa i loro processi in attrezzo pesante, come il Kevlar, sta andando ottenere esagera le lesioni come dolore del ginocchio, dolore del cinorrodo e borsite. Ma dovete riconoscere e trattare i problemi prima che diventino severi.„