Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

APA rilascia i criteri diagnostici proposti della cambiale per DSM-5

Nuovi cambiamenti proposti inviati per il manuale di piombo dei disturbi mentali

L'associazione psichiatrica americana oggi ha rilasciato i criteri diagnostici proposti della cambiale per la quinta edizione del manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM). I criteri della cambiale rappresentano i cambiamenti contenti allo studio per DSM, che è la classificazione standard dei disturbi mentali usati dalla salute mentale e da altri professionisti del settore medico-sanitario ed è usato per gli scopi della ricerca e di sistema diagnostico.

“Questi criteri della cambiale rappresentano una decade di lavoro dal APA nell'esame e nella revisione del DSM,„ ha detto Presidente Alan Schatzberg di APA, M.D. “ma è importanti da notare che DSM-5 è ancora molto un lavoro in corso - e queste revisioni proposte sono in nessun caso definitive.„ I criteri diagnostici proposti saranno disponibili per il commento pubblico fino al 20 aprile e saranno esaminati e raffinati nel corso dei due anni futuri. Durante questo tempo, il APA condurrà tre fasi di prove sul campo per provare alcuni dei criteri diagnostici proposti nelle impostazioni cliniche nell'ambiente.

Revisioni proposte

I membri di 13 gruppi di lavoro, rappresentanti le categorie differenti di diagnosi psichiatriche, hanno esaminato un ampio organismo di ricerca scientifica nel campo ed hanno consultato una serie di Consiglieri esperti per arrivare alle loro revisioni proposte a DSM. Fra i progetti di revisione sono il seguenti:

  • La raccomandazione di nuove categorie per i disordini di apprendimento e una singola categoria diagnostica, “disordini di spettro di autismo„ che comprenderanno le diagnosi correnti di disordine autistico, del disordine di Asperger, del disordine disintegrative di infanzia e del disordine inerente allo sviluppo dominante (specificato non altrimenti). I membri del gruppo di lavoro egualmente hanno raccomandato che il termine diagnostico “ritardo mentale„ fosse cambiato “all'inabilità intellettuale,„ introdurre i criteri di DSM nell'allineamento con la terminologia usata da altre discipline.
  • Eliminando l'abuso e la dipendenza di sostanza correnti di categorie, sostituente li con la nuova categoria “dipendenza e disordini relativi.„ Ciò comprenderà i disordini di uso della sostanza, con ogni droga identificata nella sua propria categoria.
  • L'eliminazione della categoria di dipendenza si differenzierà meglio fra il comportamento alla ricerca di droga compulsivo di dipendenza e le risposte normali di tolleranza e di ritiro che alcuni pazienti sperimentano quando usando i farmaci prescritti che pregiudicano il sistema nervoso centrale.
  • Creando una nuova categoria “di dipendenze comportamentistiche,„ in quale gioco sarà il solo disordine. La dipendenza da Internet è stata considerata per questa categoria, ma i membri del gruppo di lavoro decisivi là erano dati insufficienti della ricerca da agire in tal modo, in modo dalla hanno raccomandata sono inclusi nell'appendice del manuale invece, con uno scopo dello studio supplementare incoraggiante.
  • Nuovi disgaggi di suicidio affinchè gli adulti ed adolescenti aiutino i clinici ad identificare quelle persone più al rischio, con uno scopo di miglioramento degli interventi attraverso una vasta gamma di disturbi mentali; i disgaggi comprendono ai i criteri basati a ricerca come comportamento impulsivo e bere pesante negli anni dell'adolescenza.
  • Considerazione di nuova “categoria di sindromi di rischio„, con informazioni per aiutare i clinici ad identificare le fasi precedenti di alcuni disturbi mentali seri, quali disordine neurocognitive (demenza) e psicosi.
  • Una nuova categoria diagnostica proposta, dysregulation di carattere con disforia (TDD), all'interno della sezione di disordini di umore del manuale. I nuovi criteri sono basati su una decade della ricerca sul dysregulation severo dell'umore e possono aiutare meglio i clinici a differenziare i bambini con questi sintomi da quelli con disordine bipolare o disordine ribelle oppositivo.
  • Nuovo riconoscimento di disordine alimentare di baldoria e dei criteri migliori per le anoressie nervose e la bulimia nervosa come pure cambiamenti raccomandati nelle definizioni di alcuni disordini alimentari ora descritti come inizio nell'infanzia e nella fanciullezza per sottolineare che possano anche svilupparsi in persone più anziane.

Il APA ha redatto i comunicati stampa dettagliati su ciascuno di questi argomenti, che sono disponibili sul sito Web DSM-5.

Valutazioni dimensionali

Oltre ai cambiamenti proposti ai criteri diagnostici specifici, il APA sta proponendo che “le valutazioni dimensionali„ si aggiungano alle valutazioni diagnostiche dei disturbi mentali. Questi permetterebbero ai clinici di valutare la severità dei sintomi come pure considerano i sintomi “di inter-taglio„ che esistono attraverso una serie di diagnosi differenti (quali insonnia o ansia).

“Sappiamo che l'ansia è associata spesso con la depressione, per esempio, ma il DSM corrente non ha un buon sistema per la cattura dei sintomi che non inseriscono ordinatamente in una singola diagnosi, ha detto David Kupfer, M.D., presidenza della forza convenzionale DSM-5. “Le valutazioni dimensionali rappresentano un vantaggio importante per i clinici che valutano e che curano i pazienti con la malattia mentale. Può aiutarle meglio a valutare come un paziente sta migliorando con il trattamento, le aiuta ad indirizzare i sintomi che pregiudicano la qualità di vita di un paziente e meglio valutano i pazienti di cui i sintomi non possono ancora essere severi - piombo all'efficace trattamento precedente.„

Attenta riflessione del genere, della corsa e dell'origine etnica

Il procedimento per sviluppare i criteri diagnostici proposti per DSM-5 ha compreso l'attenta riflessione di come il genere, la corsa e l'origine etnica possono pregiudicare la diagnosi della malattia mentale. Il gruppo ha cercato la partecipazione significativa delle donne, membri di diverso razziale e gruppi etnici e ricercatori e clinici internazionali. Il APA anche designato un gruppo di studio specifico per esaminare e ricercare queste emissioni e per assicurare sono state considerate nello sviluppo dei criteri diagnostici.

Il genere ed il gruppo di studio interculturale hanno esaminato gli insiemi di dati epidemiologici dagli Stati Uniti e da altri paesi per determinare se ci fossero differenze significative nell'incidenza della malattia mentale fra i sottogruppi differenti (per esempio, genere, corsa ed origine etnica) che potrebbe indicare una tendenziosità nei criteri diagnostici corrente-usati, compreso le meta-analisi di conduzione (analisi supplementari che combinano i dati dagli studi differenti). I membri del gruppo hanno esaminato la letteratura da una vasta gamma di ricercatori internazionali che hanno esaminato le emissioni delle differenze etniche e razziali di genere, per le categorie diagnostiche specifiche di malattia mentale. Il gruppo di studio anche considerato se ci sia tendenziosità culturale diffusa nei criteri per le diagnosi specifiche.

Come conseguenza di questo trattamento, il gruppo di studio ha provato a determinare se le categorie diagnostiche di malattia mentale in DSM hanno bisogno dei cambiamenti per essere sensibili ai vari modi in cui il genere, la corsa e la cultura pregiudicano l'espressione dei sintomi.

Rassegna pubblica delle revisioni proposte

Le raccomandazioni risultanti per le revisioni al DSM corrente stanno inviande sul sito Web del APA per il manuale, www.DSM5.org, per l'esame pubblico ed il commento per iscritto. Queste osservazioni saranno esaminate e considerate dai gruppi di lavoro pertinenti DSM-5.

“Il procedimento per sviluppare DSM-5 continua ad essere deliberatorio, premuroso ed incluso,„ il Dott. spiegato Kupfer. “È il nostro processo esaminare e considerare gli avanzamenti significativi che sono stati fatti nella neuroscienza e nella scienza comportamentistica durante le due decadi scorse. Il APA è commesso a sviluppare un manuale che sia è basato sulla migliore scienza disponibile che utile ai clinici ed ai ricercatori.„

Generalità del processo di sviluppo DSM-5

L'ultima edizione di DSM è stata pubblicata nel 1994. Cominciando nel 2000, durante la fase iniziale di revisione del DSM, il APA ha impegnato quasi 400 ricercatori internazionali della ricerca in 13 conferenze di supporto NIH. Per invitare le osservazioni dall'più ampia ricerca, le comunità del consumatore e cliniche, il APA hanno lanciato un sito Web di preludio DSM-5 nel 2004 alle domande del garner, alle osservazioni ed ai risultati della ricerca durante il trattamento della revisione.

Cominciando nel 2007, la forza convenzionale DSM-5 ed i gruppi di lavoro, composti oltre di 160 clinici e ricercatori di fama mondiale, sono stati incaricati con edilizia sui sette anni precedenti di esami scientifici, di esami messi a fuoco supplementari di conduzione e di input raccogliente da una vasta gamma di Consiglieri come la base per la proposta dei criteri della cambiale. Oltre ai gruppi di lavoro nelle categorie diagnostiche, c'erano gruppi di studio definiti al genere di esame, all'età ed alle emissioni interculturali.

Sulla base delle osservazioni imminenti ai criteri della cambiale ed ai risultati delle prove sul campo, i gruppi di lavoro proporranno le revisioni definitive ai criteri diagnostici nel 2012. La versione finale di DSM-5 sarà presentata all'Assemblea ed al comitato dei garanti del APA per il loro esame e approvazione. Una versione del DSM-5 definitivo e approvato è preveduta nel maggio 2013.