Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Pazienti Sicuri con IBD al rischio aumentato di sviluppare cancro colorettale: Le nuove linee guida di AGA

La Nuova linea guida identifica i fattori di rischio importanti nello sviluppo di cancro colorettale in bambini ed in adulti con la malattia di viscere infiammatoria

I pazienti Sicuri con la malattia di viscere infiammatoria (IBD), sia colite ulcerosa che Morbo di Crohn del colon, hanno un rischio aumentato di sviluppare il cancro colorettale confrontato alle persone senza IBD. Una serie di fattori contribuiscono all'aumento nel rischio, che necessita un approccio individualizzato e ragionevole a sorveglianza in pazienti, secondo una nuova istruzione di posizione medica e un esame tecnico pubblicati dall'Associazione Gastroentereologica Americana in sua Gazzetta ufficiale, la Gastroenterologia.

“Il rischio aumentato di sviluppare il cancro colorettale in pazienti sicuri con IBD ha spinto il AGA per osservare i protocolli correnti della gestione e di diagnosi per assicurarsi che i nostri pazienti stiano ricevendo il più ad alto livello del trattamento,„ secondo Francis A. Farraye, il MD, autore primario del manoscritto. “Le raccomandazioni che ci siamo sviluppati aiuteranno i gastroenterologi della guida ad identificare le persone ad alto rischio ed a sviluppare le pianificazioni di sorveglianza basate sulla situazione unica di ogni paziente.„

Mentre IBD è relativamente raro nella popolazione in genere, rimane una delle tre circostanze ad alto rischio che predispongono i pazienti al CRC, con la sindrome di Lynch e il polyposis adenomatoso familiare. “Sebbene i pazienti sicuri con IBD abbiano un rischio aumentato di sviluppare il cancro colorettale, è provato che il rischio di sviluppare il cancro è diminuito durante i parecchi decenni passati,„ autore senior indicato Steven Itzkowitz, MD.

Altri risultati dell'istruzione di posizione medica sulla diagnosi e della gestione del CRC nei pazienti di IBD includono:

  • La durata di Malattia, la malattia più estesa, la severità di infiammazione, la colangite sclerotica primaria (malattia dei dotti biliari che quello piombo a danno di fegato) e una storia della famiglia positiva del CRC sporadico tutta sono associate con un rischio aumentato di sviluppare il CRC.
  • La Displasia (celle anormali) individuata sulla biopsia corrente è considerata il migliore indicatore per il rischio di CRC in IBD.
  • I Pazienti con IBD e una lesione displasia-associata del tipo di non o la massa che non si prestano completamente alla rimozione dalla colonoscopia dovrebbero essere trattati con la colectomia (rimozione di tutto il o di una parte colon). Al contrario, i pazienti con una lesione o la massa displasia-associata del tipo di adenoma rimossa endoscopico e senza prova di displasia piana altrove nel colon, possono essere gestiti sicuro tramite sorveglianza polypectomy e continuata.
  • C'è un'alta certezza che la colectomia per displasia di prima scelta piana tratta il cancro sincrono undiagnosed (che può essere presente in 42 per cento - 67 per cento dei casi).
  • La controversia che gira intorno alla gestione di displasia di qualità inferiore è stata esaminata.
  • C'è certezza moderata che risultati di colonoscopia di sorveglianza almeno nella riduzione moderata del rischio di CRC di pazienti con IBD. I Pazienti con estesa colite ulcerosa o Morbo di Crohn che comprende gran parte del colon sono il più probabile da avvantaggiarsi.
  • Gli autori hanno approvato l'uso di chromoendoscopy in pazienti ad alto rischio identificare la displasia ed il cancro.
  • Mentre c'è una certa prova che determinate medicine usate per trattare IBD potrebbero aiutare per impedire il CRC e la displasia, questa richiede ulteriore ricerca.
  • Attualmente, ci sono indicatori non genetici, molecolari o biochimici che possono essere misurati nel tessuto, nel sangue o nei feci per predire attendibilmente quali pazienti con IBD sono al maggior rischio per displasia o cancro, ma questa è un'area di ricerca attiva.

Le conclusioni dell'esame tecnico e dell'istruzione di posizione medica sono state basate sulla migliore prova disponibile, o in assenza di prova di qualità, le perizie degli autori ed il comitato medico di posizione si sono riuniti per critique l'esame tecnico e per strutturare l'istruzione di posizione medica. L'esame tecnico e l'istruzione di posizione medica rappresentano insieme la linea guida.

Per emanare le linee guida, un insieme di 10 vaste domande è stato identificato dagli esperti in materia per incapsulare le domande della gestione più comune affrontate dai clinici. Per esaminare le raccomandazioni ed i gradi, osservi l'Istruzione di Posizione Medica di AGA sulla Diagnosi e sulla Gestione di Neoplasia Colorettale nella Malattia di Viscere Infiammatoria. Le linee guida sono state emanate con interazione fra gli autori, l'Istituto di AGA, la Pratica Clinica ed il Comitato ed i rappresentanti della Gestione della Qualità dal AGA Istituiscono il Consiglio.

Sorgente: Associazione Gastroentereologica Americana