Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I pazienti con i sintomi prodromici di esperienza di HAE prima di HAE acuto attacca: Indagine

Pazienti con i sintomi ereditari (HAE) di allarme immediato prodromico o di esperienza di angioedema prima che quasi tre quarti del loro HAE attacchi, secondo i risultati di indagine presentati oggi all'accademia di 2010 americani dell'allergia, dell'asma & della riunione annuale di immunologia (AAAAI).  Secondo i ricercatori, questa alta frequenza suggerisce che i sintomi prodromici possano indicare attendibilmente quando iniziare il trattamento per contribuire ad impedire un attacco acuto di HAE.

per identificare i pazienti prodromici di sintomi con esperienza prima che un attacco di HAE, due indagini separate sia condotto. Un'indagine futura, amministrata ai pazienti iscritti ad uno studio del aperto contrassegno dell'essere umano ha pastorizzato il concentrato dell'inibitore dell'esterasi C1, pazienti esaminati circa i loro sintomi prodromici quando stavano cercando il trattamento per un attacco di HAE. Un'indagine retrospettiva messa a fuoco sulle domande si è riferita ai sintomi prodromici prima di ultimo attacco del HAE del paziente.

Secondo i risultati di indagine, i pazienti hanno avvertito i sintomi prodromici prima di 70,5 per cento dei 305 attacchi riferiti di HAE. I sintomi prodromici il più comunemente riferiti erano fatica (45%), reclami gastrointestinali (41%), dolori del muscolo o sintomi del tipo di influenza (26%), eruzione (21%) e l'intorpidimento o formicolare (10%).

“Fin qui è stato limitato ha pubblicato i dati per quanto riguarda l'importanza dell'identificazione dei sintomi prodromici di un attacco di HAE,„ ha detto Timothy J. Craig, D.O., professore di medicina e della pediatria a Penn State in Hershey, PA. ed uno dei ricercatori dello studio. “I nostri risultati suggeriscono che l'inizio di questi segnali di pericolo possa essere il momento di iniziare il trattamento a vista per impedire un attacco acuto di HAE.„  

HAE è una malattia genetica che pregiudica circa 6.000 - 10.000 Americani ed è causato da una carenza di C1-INH, che è ereditato in un modo dominante autosomica. I pazienti che hanno attacchi addominali possono avvertire gli episodi di dolore severo, di diarrea, della nausea e di vomito causato gonfiando della parete intestinale. Gli attacchi che comprendono la fronte di taglio e la laringe possono provocare la chiusura di vie respiratorie, l'asfissia e, se non trattati, la morte. La diagnosi di HAE richiede un'analisi del sangue di confermare i bassi o livelli anormali di C1-INH.

Source:

CSL Behring