Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori identificano un nuovo meccanismo per controllo del tumore

L'interazione di un legante (Neurotrophine-3) e del suo ricevitore di dipendenza (TrkC) costituisce un meccanismo novello per controllo del tumore nei cancri pediatrici quale il neuroblastoma e può anche essere importante all'inibizione di altri cancri quale cancro al seno. Questi risultati da un gruppo nel Laboratoire Apoptose, Cancro et in Développement (contre le Cancer Léon Bérard di CNRS/Université Lione 1/Centre de Lutte), supportano il concetto presentato parecchi anni fa dallo stesso laboratorio riguardo alla progettazione delle strategie terapeutiche antitumorali che mirano ad un nuovo tipo di ricevitore, il ricevitore di dipendenza. Questi ricevitori possono effettivamente indurre la morte delle cellule quando sono privati del loro legante. Questo studio è pubblicato nell'edizione del marzo 2010 del giornale di ricerca clinica.

Situato sulla superficie delle cellule, un ricevitore cattura i segnali dal media extracellulare (leganti) per indurre un segnale all'interno della cella via le cascate molecolari differenti. Un ricevitore è considerato così come opzione che è nella posizione di "OFF" se il suo legante è assente. Durante i dieci anni scorsi, un gruppo nel Laboratoire Apoptose, Cancro et in Développement (contre le Cancer Léon Bérard di CNRS/Université Lione 1/Centre de Lutte), piombo da Patrick Mehlen, sta lavorando ai ricevitori specifici chiamati ricevitori di dipendenza che, in assenza del loro legante, inducono un segnale quella morte delle cellule di grilletti. È stato indicato che questi ricevitori possono gestire la progressione del tumore: effettivamente, le cellule tumorali soprannumerarie fanno concorrenza per legare il legante disponibile e poi per morire a causa del loro ricevitore di dipendenza. Gli ultimi possono costituire così un nuovo meccanismo per controllo del tumore.

Durante questo studio, i ricercatori hanno messo a fuoco in particolare sul ricevitore di dipendenza di TrkC e sul suo legante, NT-3. Nei cancri pediatrici quale il neuroblastoma, è stato indicato che la presenza di TrkC è un fattore per una buona prognosi. Gli scienziati hanno cercato così di determinare se TrkC, come ricevitore di dipendenza, potrebbe gestire la progressione del tumore. Hanno studiato gli esemplari dai tumori particolarmente aggressivi ottenuti dai centri delle risorse biologiche (biologiques di Centres de Ressources) al contre le Cancer Léon Bérard di de Lutte del centro a Lione e il Institut Gustave Roussy in Villejuif, che raccolgono tali esemplari allo scopo della diagnosi e della ricerca.

I risultati ottenuti hanno indicato che quasi 40% dei tumori stessi di neuroblastoma più aggressivi ha prodotto il legante NT-3 in modo che potessero svilupparsi senza avviare la morte indotta dal ricevitore di dipendenza di TrkC. Impedendo alle celle del tumore di produrre NT-3, i ricercatori potevano così ripristinare il trattamento di morte delle cellule.

Questo gruppo a Lione egualmente ha sviluppato un modello per la progressione del tumore caratteristica del neuroblastoma facendo uso delle uova del pollo (un modello che è vicino allo sviluppo embrionale). Le celle umane del tumore si sono applicate alla membrana vascularized che permette gli scambi di gas con lo shell (la membrana chorioallantoic). In una settimana, le celle umane del tumore hanno formato un tumore, inserito nei vasi sanguigni, hanno raggiunto i polmoni del pulcino ed ha sviluppato le metastasi. Tuttavia, quando hanno applicato un trattamento che ha bloccato l'associazione di NT-3 al suo ricevitore di TrkC, gli scienziati hanno osservato una riduzione del numero delle metastasi e della dimensione dei tumori primari che si sono sviluppati. Egualmente hanno ottenuto risultati simili in un modello del mouse per il tumorigenesis.

L'interazione del ricevitore del legante/dipendenza di NT-3/TrkC esercita così il controllo parziale sul tumorigenesis nel contesto del neuroblastoma. Questi risultati quindi provano che l'interferenza con l'interazione TrkC/NT-3 può costituire una strategia terapeutica mirata a, una scoperta quale sono stati protette da un brevetto. Il gruppo ora proverà a determinare se può applicarsi ad altri tipi di cancri. I risultati preliminari già hanno suggerito che l'interazione di NT-3/TrkC potesse anche svolgere un ruolo importante nel cancro al seno.

Il Pharma di Netris, una partenza iniziata dal Laboratoire Apoptose, Cancro et da Développement, ora sta sviluppando gli agenti terapeutici che mirano a NT-3. Le fasi di sviluppo precliniche dovrebbero cominciare nell'immediato futuro.

Source:

Cancer et Développement