Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

TGen, il centro della Virginia G. Piper Cancer e le fondamenta Laterali-Fuori collaborano per lo studio del cancro al seno

Molte donne vivono con cancro al seno che non reagisce a trattamento medico standard, una circostanza che i ricercatori al centro della Virginia G. Piper Cancer alla sanità di Scottsdale vogliono cambiare aggressivamente mirando ai geni specifici.

Il miglioramento della qualità di vita e potenzialmente tenere il cancro sotto controllo per un periodo più lungo sono scopi di nuovo test clinico ai servizi di ricerca clinici del TGen del centro del cancro, di un'associazione della sanità di Scottsdale e dell'istituto di ricerca di traduzione di genomica (TGen).

Lo studio pilota è supportato dalle fondamenta Laterali-Fuori, un gruppo fondato dagli entusiasti di pallavolo per contribuire ad intraprendere la guerra con cancro al seno.

Le donne o gli uomini con cancro al seno avanzato che ha progredito con i tre trattamenti priori sono ammissibili per la prova, disponibile negli Stati Uniti occidentali soltanto al centro della Virginia G. Piper Cancer della sanità di Scottsdale.

“Molti stanno vivendo con il refrattario, o avanzato, cancro al seno che non ha risposto o non continua a svilupparsi malgrado i trattamenti standard,„ spiegano il professionista Gayle Jameson, ricercatore principale dell'infermiere. “Che cosa stiamo offrendo qui è un intero nuovo approccio per la cura dei pazienti con il cancro al seno refrattario.„

Il tessuto biopsiato sarà analizzato per le caratteristiche uniche ed i geni anormali in cellule tumorali, che poi sono mirate a per il trattamento con i farmaci anticancro approvati dalla FDA. “Possiamo scoprire che un tumore ha una mutazione genetica che risponde ad una droga utilizzata non tipico in un approccio “unitaglia„,„ spiega Jameson.

“Che cosa stiamo facendo qui sta abbinando precisamente un trattamento ad un tipo specifico di mutazione della cellula tumorale e di vie anormali di segnalazione della proteina che può attivare la crescita della cellula tumorale. Il paziente poi sarebbe curato con uno o più farmaci basati sulle informazioni fornite dalle analisi.„

I ricercatori chiamano lo studio Laterale-Fuori “la generazione seguente di trattamento di cancro al seno,„ spiegando che cosa è stato imparato circa il delineamento molecolare in un test clinico più iniziale al centro della Virginia G. Piper Cancer. Il nuovo studio, coordinato tramite lo sviluppo della droga di TGen (TD2), è aperto a complessivamente 25 pazienti a soltanto due siti, il centro della Virginia G. Piper Cancer alla sanità di Scottsdale ed all'oncologia nordica dell'ematologia di Fairfax la Virginia.

I risultati della prova più iniziale, conosciuti come lo studio di Bisgrove, hanno indicato che il delineamento molecolare può identificare i trattamenti specifici che contribuiscono a tenere il cancro nell'assegno per i periodi significativamente più lunghi ed in alcuni casi anche i tumori restringenti. I test clinici al centro del cancro sono amministrati dall'istituto di ricerca di sanità di Scottsdale.

La ricerca al centro della Virginia G. Piper Cancer alla sanità di Scottsdale concede scoperte molecolari e genomiche raggiungere il lato del letto paziente il più rapidamente possibile con i test clinici delle terapie dirette agli obiettivi specifici nei tumori dei pazienti.