Popolazione delle cellule di PMP (produzione massimale possibile): Un nuovo obiettivo potenziale per il trattamento le infezioni e delle allergie

Milioni di persone in entrambi lo sviluppo ed il mondo sviluppato possono trarre giovamento dai nuovi risultati della ricerca del sistema immunitario dal banco dell'università della Pennsylvania di medicina veterinaria.

I ricercatori del veterinario di Penn, studianti come il sistema immunitario funziona, hanno scoperto una popolazione precedentemente non identificata delle cellule che può essere la spada a doppio taglio dell'organismo, combattente fuori le infezioni parassitarie ma anche causante le risposte immunitarie nocive che possono piombo alle allergie ed all'asma.

Questa popolazione delle cellule, definita celle multipotent del progenitore, o PMP (produzione massimale possibile), sembra essere attivata nel contesto delle allergie o dell'infezione con i vermi parassitari e può essere uno degli eventi cellulari più iniziali nella risposta immunitaria di sviluppo. La ricerca pubblicata da David Artis, assistente universitario nel dipartimento del Pathobiology al veterinario di Penn ed ai colleghi può identificare un trattamento importante nella risposta immunitaria ai parassiti ed alle allergie dell'elminto.

Una migliore comprensione di che cosa regolamenta lo sviluppo di questa popolazione delle cellule e di che cosa promuove la sue attivazione e funzione può aiutare nello sviluppo delle droghe.

La ricerca ha potuto avvantaggiare due popolazioni pazienti: Quelli in paesi in via di sviluppo ancora che lottano con le infezioni del verme parassitario e quelli negli ambienti industrializzati in cui i parassiti sono meno prevalenti ma dove le risposte immunitarie possono funzionare amok, piombo ad un'più alta prevalenza delle allergie e dell'asma.

Milioni universalmente lottano con i problemi sanitari dovuto i vermi parassitari. Questi parassiti del verme dell'elminto prosperano nelle circostanze antigieniche, in carne cruda ed in acqua contaminata. Nelle regioni più sanitarie con meno parassiti dell'elminto, la risposta immunitaria che si è evoluta per combattere queste infezioni può essere ridondante. È stato proposto che, dovuto l'esposizione diminuita ai parassiti dell'elminto, la risposta immunitaria inattiva potesse rispondere inadeguato alle sostanze come coregone lavarello, agenti inquinanti e qualche contenuto di alimento, con conseguente tariffe esagerate di asma e dell'allergia.

Gli istituti della sanità nazionali stima che altrettanto mentre 40 - 50 milione Americani soffrono dalle malattie allergiche. Coerente con questa teoria di ridondanza, ci sono rapporti che mostrano che le regioni equatoriali con un'abbondanza di parassiti dell'elminto hanno popolazioni che incontrano le tariffe più basse di asma e delle allergie.

“Da una prospettiva evolutiva, proviene probabile che abbiamo evoluto una risposta immunitaria complessa per combattere i vermi parassitari, ma il nostro ambiente sterilizzato più non ha questa stessa popolazione dei parassiti,„ Artis ha detto. “Questa popolazione recentemente identificata delle cellule potrebbe rappresentare uno degli eventi più iniziali in questo tipo di risposta immunitaria, che offre i nuovi obiettivi potenziali per il trattamento dell'infezione e dell'infiammazione allergica.„

Il gruppo di ricerca ha dimostrato che una molecola ha chiamato IL25, un membro della famiglia di citochina IL17, promuove la capitalizzazione di una popolazione multipotent stirpe-negativa delle cellule del progenitore nell'intestino che promuove le risposte a cellula T connesse con l'infezione dell'elminto e di asma. La popolazione risultante delle cellule provoca le celle degli stirpi del granulocita e del macrofago. La capacità di IL25 di indurre l'emergenza di una popolazione delle cellule di PMP (produzione massimale possibile) identifica un collegamento fra la famiglia di citochina IL17 e l'ematopoiesi extramedullary e suggerisce una via immune innata precedentemente non riconosciuta che promuove le risposte di citochina TH2 ai siti mucosi.