Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Droga eluendo gli stents offra la nuova speranza ai pazienti con ischemia critica dell'arto

Negli Stati Uniti, più di 100.000 amputazioni sono eseguite ogni anno sulle persone con ischemia critica dell'arto, il modulo più severo della malattia arteriosa periferica (PAD). La priorità di numero uno nella cura dei questi pazienti è di ristabilire il flusso sanguigno per evitare l'amputazione dell'arto. I radiologi Interventional hanno trovato che un sottogruppo di pazienti con ischemia critica dell'arto può evitare l'amputazione con l'uso di droga eluizione degli stents sulle più piccole arterie sotto il ginocchio, secondo uno studio rilasciato alla società della riunione scientifica annuale della radiologia Interventional a Tampa, Fla.

“Droga eluendo gli stents sia una tecnologia di emergenza che offre la speranza DI RIEMPIRE i pazienti con ischemia e libertà critiche dell'arto dalle amputazioni importanti. Il collocamento degli stents d'eluizione nelle arterie infrapopliteal del cosciotto è sicuro ed efficace e può urtare significativamente la loro cura. Il nostro ambulatorio di esclusione del rivale di risultati ed è migliore dell'angioplastia da solo,„ ha detto Robert A. Lookstein, M.D., un radiologo interventional e direttore associato della divisione della radiologia interventional al centro medico in New York, evidenza primaria di monte Sinai della N.Y. (durata che i vasi sanguigni restati si aprono ed ha mosso efficientemente il flusso sanguigno) per i 53 lo studio paziente a 12 mesi era 81,8 per cento (45/55), ha detto Lookstein, che è egualmente un professore associato della radiologia e della chirurgia alla scuola di medicina di monte Sinai. La libertà dall'amputazione principale a seguito era 90,6 per cento (48/53) per l'intero gruppo e 100 per cento (44/44) per i pazienti con le categorie 4 (dolore ischemico a riposo) e di Rutherford (ischemia dell'estremità inferiore connessa con perdita secondaria del tessuto) malattia 5. Le categorie di Rutherford sono un disgaggio di classificazione della severità per il CUSCINETTO che può essere utilizzato per valutare il miglioramento clinico. I pazienti sono stati seguiti per una media di 17 mesi.

Circa 10 milione di persone negli Stati Uniti sono influenzati dal CUSCINETTO, ma soltanto circa uno in quattro è diagnosticato e riceve il trattamento. RIEMPIA è causato da accumulazione della placca che si indurisce dentro le arterie per bloccare e ridurre il flusso sanguigno ai cosciotti, alle armi, al cervello e ad altri organi. L'ischemia critica dell'arto è la fase più seria del CUSCINETTO. Se una persona ha ischemia critica dell'arto, significa che lui o lei è al grande rischio di morte del tessuto dovuto mancanza di flusso sanguigno, che porta l'ossigeno e le sostanze nutrienti alle celle. Il flusso sanguigno limitato provoca il dolore severo nei piedi o le dita del piede, anche mentre riposa e ferite e ferite che non guariranno. La morte del tessuto (cancrena) e l'amputazione sono imminenti in questa fase avanzata del CUSCINETTO. Oltre ad aumentare il rischio per un'amputazione, l'ischemia critica dell'arto egualmente notevolmente aumenta la probabilità per attacco di cuore ed il colpo.

L'esclusione chirurgica rimane la terapia della corrente principale per le arterie infrapopliteal bloccate minuscole, ma c'è un numero crescente dei pazienti che non possono subire questo trattamento a causa dei loro problemi di salute, ha detto Lookstein. I tentativi di trattare l'ischemia critica dell'arto nei pazienti del CUSCINETTO con angioplastia sotto il ginocchio sono ostacolati dai tassi alti di restenosis, dell'esigenza dei trattamenti di ripetizione e della progressione continuata della malattia aterosclerotica. Droga eluendo gli stents sia una soluzione potenziale alle limitazioni del trattamento endovascular. Un radiologo interventional esegue un'angioplastia del pallone per aprire un vaso sanguigno limitato e poi colloca uno stent d'eluizione in quell'arteria. Lo stent funge da armatura per giudicare l'arteria limitata aperta. Droga eluendo gli stents rilasci lentamente una droga affinchè parecchie settimane blocchino la proliferazione delle cellule e la ricrescita, così inibendo il restenosis.

Su un periodo quadriennale, il gruppo di Lookstein al centro medico di monte Sinai in New York ha studiato 53 pazienti (32 uomini, 21 donna) varianti nell'età da 43 a 93 chi ha subito un impianto di 94 stents d'eluizione (80 sirolimus, paclitaxel 12 evirolimus, 2) per trattare un risultato suboptimale di angioplastia in un'arteria infrapopliteal. Tutti i pazienti hanno avuti sintomi di ischemia critica dell'arto con i gradi 4 (15), 5 (29) o 6 di Rutherford (9) malattia alla presentazione prima del trattamento. L'indice di successo tecnico iniziale era 100 per cento con tutte le lesioni trattate che hanno meno di 10 per cento di stenosi angiografica residua a completamento della procedura. Il numero medio degli stents collocati per paziente era 1,62 (intervallo, 1