Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Impatto della plastica sulle sanità e sugli ecosistemi

La plastica ci circonda. Un ingrediente vitale di fabbricazione per quasi ogni industria attuale, questi materiali compare in un'alta percentuale dei prodotti che usiamo ogni giorno. Sebbene la vita moderna sia dura da immaginare senza questa chimica versatile, i prodotti composti di plastica egualmente hanno un lato oscuro, dovuto in parte alle caratteristiche stesse che rendono loro così la desiderabile-loro durevolezza e longevità.

Ora Rolf Halden, professore associato nel banco di assistenza tecnica sostenibile all'Arizona State University e dell'assistente regista di biotecnologia ambientale all'istituto di Biodesign ha intrapreso un'indagine di letteratura scientifica attuale riguardo ai rischi della plastica alle sanità ed agli ecosistemi dipendiamo sopra. I suoi risultati, che compaiono nell'ultima emissione della rassegna annuale della salute pubblica, stanno calmando.

Oggi, la plastica si accumula in discariche e materiali di riporto e sta macchiando gli oceani del mondo nella sempre più grande quantità. E la plastica ed i loro additivi non sono appena intorno noi, sono interno virtualmente ogni di noi presenti nel nostro sangue ed urina negli importi misurabili, ingerito con l'alimento che mangiamo, l'acqua beviamo e da altre sorgenti.

Lo studio di Halden ripete il fatto che gli effetti all'ambiente dallo spreco della plastica sono acuti. Le misure dalle regioni contaminate degli oceani del mondo indicano che la massa della plastica supera quella di plancton sestuplo. Toppe di oceanico immondizia-qualche grande quanto lo stato della Texas-tenuta un grande volume di plastica non biodegradabile. Gli uccelli acquatici ed il pesce sono sempre più vittime perché i trattamenti di biodegradazione sono insufficienti eliminare questi rifiuti durevoli.

La grandezza del carico della società dello spreco della plastica sta cominciando soltanto pienamente ad essere valutata. Negli Stati Uniti, la persona media produce una mezzo libbra di spreco della plastica ogni giorno. Intorno al mondo, circa 300 milioni di tonnellate del materiale sono prodotti ogni figura di anno-un sospesa espandersi, poichè i nuovi moduli della plastica sono inventati per servire un appetito globale vorace. Come Halden precisa, questa produzione annuale da solo riempirebbe una serie di vagoni che circondano il globo. “Siamo condannati per vivere con inquinamento di plastica di ieri e stiamo esacerbando la situazione con ogni giorno di comportamento immutato,„ ha detto.

Gli effetti contrari alle sanità rimangono un argomento di controversia feroce, sebbene un consenso crescente stia emergendo che la plastica ed i loro additivi non sono sempre i tambucci che benigni le abbiamo ammesse una volta per essere. Halden lo dice accettato l'invito a scrivere circa la plastica e le sanità “perché l'argomento montra il più grande problema essendo quello creare un futuro sostenibile per la civilizzazione moderna.„

Due vaste classi di prodotti chimici in relazione con la plastica sono di preoccupazione critica per il salubrità-bisfenolo-Un o BPA umano e degli additivi utilizzati nella sintesi della plastica, che sono conosciute come ftalati. Halden spiega che la plastica è catene lunghe polimeri delle molecole fatte solitamente di carbonio, di idrogeno, di ossigeno e/o di silicio, che chimicamente sono collegate insieme o sono polimerizzate. Le catene differenti del polimero possono essere usate per creare i moduli della plastica con i beni unici ed utili.

BPA è un elemento di base della plastica del policarbonato, come quelli usati per l'imballaggio per alimenti, dell'acqua in bottiglia ed altri punti. Mentre è stato considerato benigno sotto forma di polimero molto unito con legami atomici incrociati, le sue obbligazioni possono ripartire col passare del tempo, quando la plastica è lavata ripetutamente, esposto al calore o ad altri sforzi, liberando le particelle elementari del prodotto chimico, che sono tossiche. BPA è stato riconosciuto dagli anni 40 come prodotto chimico d'interruzione endocrino che interferisce con la funzione ormonale normale.

Aggiungendo ai rischi sanitari connessi con BPA è il fatto che l'altro ingrediente-tale come plastificante-si aggiungono comunemente alla plastica. Molte di queste componenti potenzialmente tossiche anche possono lisciviare col passare del tempo fuori. Fra il più comune è un prodotto chimico conosciuto come il ftalato di Di-etilesil o DEHP. In alcuni prodotti, considerevolmente gli apparecchi medici compreso IV i sacchi o la tubatura, gli additivi come DEHP possono comporre 40 o 50 per cento del prodotto. “Se siete in un ospedale, agganciato fino ad un gocciolamento IV,„ Halden spiega, “il prodotto chimico che stilla fuori entra direttamente in vostra circolazione sanguigna, senza l'opportunità per disintossicazione nell'intestino. Ciò può piombo ai livelli di esposizione non sani, specialmente in popolazioni suscettibili quali i neonati.„

Che cosa sono gli effetti globali della plastica che ingeriamo involontario? La letteratura Halden esaminato è ambigua su questo punto, malgrado più del mezzo secolo di studio. La parte della difficoltà si trova in assenza di buoni comandi per lo studio dei risultati di salubrità, poichè l'esposizione di plastica è un fenomeno globale e trovare gli oggetti non esposti per il confronto è quasi impossibile. È conosciuto tuttavia che gli effetti sulla salute variano secondo chi è esporre-e quando. Gli infanti e le madri di professione d'infermiera o incinte sono al rischio intensificato per l'esposizione o il passaggio tossica di BPA e degli additivi come DEHP.

Questo gennaio, FDA ha annunciato un'inversione importante dei sui 2008 reclami per quanto riguarda la sicurezza del bisfenolo A, esprimente nuova preoccupazione circa “gli effetti potenziali di BPA sul cervello, comportamento e ghiandola di prostata dei feti, infanti e bambini,„ ed impegnando per collaborare con altre agenzie federali di salubrità per rivalutare la sicurezza del prodotto chimico.

Lo studio degli effetti dell'esposizione della basso dose è complesso, solitamente richiedendo un grandissimo numero di oggetti di studio. Invece, gli epidemiologi che tengono la carreggiata il problema basano frequentemente le loro conclusioni sui dati riuniti dalle persone conosciute per avere insolitamente alti livelli di un prodotto chimico-spesso il risultato dell'esposizione professionale ad alto livello. Halden insiste che ulteriore studio sull'esposizione della basso dose sia essenziale per sistemare la materia dei rischi sanitari, notante una certa prova nella letteratura suggerisce che gli studi della alto-dose possano essere insufficienti capire correttamente gli effetti tossici dalle esposizioni a basso livello continue.

Halden spiega che mentre la plastica ha usi legittimi del vantaggio alla società, il loro uso improprio di ottone piombo ad uno stato radicalmente insostenibile. “Oggi, c'è un disadattamento completo fra la durata della vita utile dei prodotti che consumiamo e la loro persistenza nell'ambiente.„ Gli esempi prominenti dell'offesa dei prodotti sono le bottiglie di acqua da buttare onnipresente, il filo per i denti rivestito di teflon ed i tamponi di cotone fatti con i bastoni di plastica del PVC. Tutti sono usati tipicamente per un aspetto dei secondi o dei minuti, eppure sono essenzialmente non biodegradabili e persisteranno nell'ambiente, a volte per i millenni.

Malgrado il flagello della plastica eliminata e dei rischi sanitari queste sostanze posano, Halden è ottimista che la società può cominciare ad operare le scelte più saggie ed a sviluppare i prodotti più sostenibili, formati dalle particelle elementari chimiche biodegradabili e non tossiche.

I nuovi moduli del polimero, alcuni hanno fatto dai materiali rinnovabili che sono digeribili dai microrganismi, stanno esplorandi.

Infine, convertire in materiali da costruzione senza petrolio per uso in plastica astuta e sostenibile si trasformerà in in una necessità, determinata non solo da salubrità e da preoccupazioni ambientali ma dal mondo che diminuisce costantemente la fornitura di petrolio. Come Halden sottolinea, la lavorazione di plastica corrente rappresenta circa 8 per cento dell'uso del petrolio del mondo, un bello pezzo importante, che infine contribuisce ad un'altra capitalizzazione globale di preoccupazione- dell'anidride carbonica nell'atmosfera.

“Siamo ad una giuntura critica,„ Halden avverte, “e non può continuare nell'ambito del modus che è stato stabilito. Se siamo astuti, cercheremo i materiali della sostituzione, di modo che non abbiamo questo disadattamento-buon per un minuto e la contaminazione per 10.000 anni.„