Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio indica che la droga estrogena potrebbe contribuire a trattare la schizofrenia

Una droga estrogena che influenza il neurotrasmettitore ed i sistemi di un neurone nel cervello sta mostrando la promessa come efficace terapia per le donne che soffrono dalla schizofrenia.

Uno studio ha trovato che Raloxifene - un estrogeno sintetico corrente usato per trattare osteoporosi - ha effetti benefici sulle donne postmenopausali con la schizofrenia, con un gruppo di prova che avverte un ripristino più rapido dallo psicotico ed altri sintomi confrontati ai gruppi di controllo.

La guida di progetto di ricerca e Direttore del professor Jayashri Kulkarni del centro di ricerca (MAPrc) della psichiatria di Monash Alfred hanno detto che le donne nella prova che sono state date 120mg un giorno del modulatore selettivo unico del ricevitore dell'estrogeno hanno avute un miglioramento significativamente maggior nei sintomi di psicosi rispetto a quelli sui placebi e sulle dosi più basse.

“I risultati molto stavano promettendo. Nell'ambito del trattamento quotidiano con questo “estrogeno del cervello„, le donne nello studio hanno avute miglioramento nei loro sintomi chiave di psicosi e capacità migliorata anche sperimentata di insegnamento superiore e di memoria,„ il professor Kulkarni ha detto.

“Molti pazienti in questo studio hanno avuti schizofrenia di lunga durata e persistente, in modo da siamo contentissimi che hanno avvertito i miglioramenti nel loro benessere mentale. Continueremo a studiare l'efficacia di Raloxifene che è un trattamento attualmente disponibile per osteoporosi in donne postmenopausali.„

“A differenza dell'estradiolo, l'estrogeno standard trovato nel trattamento della sostituzione dell'ormone o della pillola contraccettiva orale, questo tipo di estrogeno non ha avuto gli effetti secondari sul petto, utero e tessuto ovarico che preoccupiamo circa con altri moduli,„ il professor Kulkarni ha detto.

Mentre i risultati erano ancora sperimentale dati la dimensione del campione relativamente piccola, il gruppo di ricerca è prudentemente ottimista che le prove in corso più ulteriormente confermeranno il potenziale terapeutico positivo della droga per le donne postmenopausali e potenzialmente per altri gruppi.

Il professor Kulkarni ha detto i risultati, pubblicati in Psychoneuroendocrinology, offrirebbe la speranza alle centinaia di migliaia di donne in Australia che soffrono dalla schizofrenia.

“I nostri risultati indicano che questa terapia realmente potrebbe rivoluzionare le opzioni del trattamento per le donne con la schizofrenia. Mentre in questa fase stiamo studiando appena il suo uso in donne postmenopausali, pianificazione ricerca ulteriore facendo uso delle cure ormonali in più giovani donne ed uomini che soffrono dalle malattie psicotiche,„ il professor Kulkarni ha detto.

“Si in cinque di noi avvertirà una malattia mentale ad un certo punto nelle nostre vite. Queste circostanze hanno un impatto enorme non solo la vittima, ma sulle loro famiglie e comunità australiane, in modo da è critico che i governi ed il settore privato investono nella ricerca per sviluppare le efficaci opzioni del trattamento.„

Il professor Kulkarni ha aperto la strada alla ricerca sui fattori ormonali e sui trattamenti nella psicosi dopo la valutazione degli studi epidemiologici che hanno indicato le differenze di genere nell'età e nell'inizio della schizofrenia e dalle osservazioni cliniche che i sintomi erano più severi in donne durante le fasi premestruali, perimenopausal e postnatali. Lo studio corrente segue sopra dalle prove precedenti del trattamento dell'anti-estrogeno e dell'estrogeno per le donne e gli uomini con varie malattie mentali.