Test clinico di fase II di Avastin e di Tarceva in pazienti con il multiforme di glioblastoma

I pazienti che soffrono dai tumori cerebrali maligni recentemente diagnosticati hanno chiamato il multiforme di glioblastoma o una variante rara chiamata gliosarcoma può essere ammissibile partecipare ad un test clinico di fase II al centro medico del Cedro-Sinai quel associazioni due droghe innovarici.

Il centro di tumore cerebrale di Cochran del Cedro-Sinai è il solo sito nella California ed in uno di soltanto 13 nella nazione che offre questa terapia sperimentale con il di collaborazione di prove di tumore cerebrale (BTTC) basato al centro del Cancro di M.D. Anderson a Houston.

Il multiforme di Glioblastoma è un tumore cerebrale altamente aggressivo e trattamento-resistente. Anche con le terapie standard - chirurgia, chemioterapia e radiazione - la sopravvivenza paziente fa la media meno di 15 mesi.

Le due droghe, Avastin® (bevacizumab) e Tarceva® anticancro (erlotinib), lavoro attraverso i meccanismi molecolari differenti per attaccare i tumori cerebrali. Avastin inibisce il fattore di crescita endoteliale vascolare (VEGF), una proteina che contribuisce alla formazione di vasi sanguigni di che i tumori hanno bisogno per la crescita. Tarceva è destinato per impedire la crescita del tumore bloccando una via del segnale che gestisce la divisione cellulare legando ad un fattore di crescita epidermico chiamato ricevitore della membrana di cellula tumorale (EGFR).

Sebbene le terapie mirate a unico agente non abbiano prodotto i miglioramenti significativi nel trattamento dei glioblastomas, il laboratorio sperimenta e gli studi in animali suggeriscono che un approccio di combinazione possa avere maggior impatto. Questa combinazione della due-droga è egualmente nei test clinici per il trattamento di altri cancri, compreso il non piccoli cancro polmonare e cancro del rene delle cellule.

Mentre tutti i tumori del multiforme di glioblastoma dividono determinate caratteristiche, non sono tutto il geneticamente simile. Questa prova paziente specificamente è progettata per quelle di cui le celle del tumore hanno “promotore unmethylated di MGMT.„ Ciò fornisce uno studio particolarmente forte sugli effetti di nuovo approccio della due-droga perché questi tumori sono resistenti al tipo di chemioterapia prescritto tipicamente per i pazienti con il glioblastoma.

“Il promotore di Unmethylated MGMT„ significa che un gene in questione nella riparazione del DNA nocivo del tumore è altamente attivo nelle celle del tumore. Quando questo gene, MGMT (methyltransferase di O6-methylguanine-DNA), sta funzionando in cellule tumorali, rende il tumore resistente a determinati tipi di chemioterapie - compreso il temozolamide, che è usato spesso trattare il glioblastoma - perché aiuta la riparazione il danno che la droga infligge. D'altra parte, se il gene “è fatto tacere„ (bloccato) - con un trattamento chiamato metilazione - il tumore sarà più vulnerabile al temozolomide.

La terapia della due-droga sarà amministrata dopo il trattamento standard con il temozolomide e la radioterapia. Poiché la radiazione è stata trovata per aumentare l'attivazione di determinati fattori molecolari che l'obiettivo di due droghe, è teorizzato che la radioterapia può stimolare un maggior effetto antitumorale dalle droghe.

Source:

Cedars-Sinai Medical Center