Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'istrice radioattivo può differenziare le cellule tumorali del tipo di gambo, identifica i tumori aggressivi

Il Cancro è una malattia complessa che richiede gli approcci multipli alla diagnosi ed alla gestione.

Riunione annuale 2010 dell'Associazione per la ricerca sul cancro americana alla 101st, gli scienziati ed i clinici presenteranno più di 6.300 estratti che si occupano degli aspetti innovatori di biologia, della tecnologia e delle terapie emergenti.

Domenica 18 aprile 2010, al 3:30 p.m. ET, il furgone 't di Laura J. volta, al Ph.D., visualizzante il professore associato nel centro completo del Cancro della famiglia di Helen Diller all'università di California, San Francisco, scuola di medicina, ospiterà una conferenza stampa sugli estratti selezionati che saranno presentati alla riunione annuale.

La conferenza stampa avrà luogo nella sala 142 del centro di convenzione di Walter il E. Washington. I reporter che non possono assistere in persona possono partecipare usando le seguenti informazioni:

U.S. ed il Canada: (888) 282-7404
Internazionale: (706) 679-5207
Codice di Access: 59333765

I seguenti estratti saranno inclusi:

LB-319. Un antigene novello del Cancro-testicolo, a vaccino basato a Boris consegnato dalle celle dentritiche è efficace contro la malattia metastatica

La potenza terapeutica del fratello del regolatore dei siti Imprinted (BORIS) contro cancro al seno suggerisce l'efficacia come antigene dell'obiettivo per un vaccino del cancro, secondo i risultati di studio presentati qui.

Un membro della famiglia del gene dell'testicolo-antigene del cancro, BORIS è un fattore di trascrizione dipromozione epigenetico-agente che è espresso normalmente in cellule germinali maschii, ma può essere attivato in varie malignità, compreso cancro al seno.

“BORIS è capace dell'induzione dell'immunità antitumorale forte ed efficace, ma l'efficacia di questa strategia immunotherapeutic potrebbe essere ancora migliore se una potesse eliminare le celle immuni del soppressore, quali le celle dervived mieloidi del soppressore e celle regolarici di T,„ ha detto il ricercatore Michael G. Agadjanyan, Ph.D., D.Sc., capo del dipartimento dell'immunologia e professore all'istituto per medicina molecolare e professore del cavo dell'aggiunta all'istituto per i danni di memoria ed i disordini neurologici all'università di California, Irvine.

Gli ampi dati indicano che il sistema immunitario potrebbe inibire significativamente lo sviluppo e la crescita del cancro, piombo alle strategie anticancro di immunoterapia nelle impostazioni cliniche. Tuttavia, i dati egualmente suggeriscono che, per essere efficace, un vaccino antitumorale dovrebbe generare le forti risposte immunitarie cellulari agli antigeni tumore-associati dell'obiettivo.

Il successo recente nella comprensione della biologia molecolare di cancro fornisce i nuovi obiettivi per immunoterapia dei tumori, cosiddetti antigeni del Cancro-testicolo.

Facendo uso di un modello del mouse del cancro al seno, i ricercatori hanno verificato la potenza immunotherapeutic di un vaccino mutato di BORIS (mBORIS) consegnato dalle celle dentritiche. Le celle dentritiche sono celle immuni; funzionano come celle dipresentazione che possono portare l'antigene dell'obiettivo alle celle di T del naïve ed indurre l'immunità cellulare Cancro-specifica.

“L'antigene recombinante del mBORIS consegnato dalle celle dentritiche nell'organismo ha suscitato le forti risposte immunitarie cellulari antitumorali in mouse senza tumore,„ ha detto Agadjanyan. “Più d'importanza, la vaccinazione terapeutica ha inibito drammaticamente sia la crescita del tumore che il numero delle metastasi nei polmoni dei mouse del tumore-cuscinetto.„

I risultati hanno indicato che 18,75 per cento dei mouse sono rimanere senza tumore, mentre 50 per cento sono rimanere senza metastasi. Ulteriormente, gli più alti numeri di CD4- e le celle di T di CD8-positive, che sono responsabili di immunità antitumorale, si sono infiltrati nei tumori dei mouse vaccinati.

I livelli di celle mieloide-derivate del soppressore e di celle regolarici di T individuate in milze isolate dai mouse di controllo e vaccinata erano simili, non suggerendo cambiamento come conseguenza del vaccino. D'importanza, queste celle tumore-attivate del soppressore hanno inibito vigoroso l'attivazione delle celle di T di CD8-positive e di CD4-.

“Sebbene i nostri dati siano incoraggianti, è chiaro che neppure un vaccino basato su un forte antigene del Cancro-testicolo, BORIS, completamente non inibisce la crescita del tumore o eliminare malattia metastatica in questo modello, che somiglia molto attentamente al cancro al seno umano,„ ha detto Agadjanyan. “Con l'aumento della comprensione delle interazioni fra il sistema immunitario ospite ed i tumori, i vaccini tradizionali sono insufficienti per suscitamento delle risposte immunitarie antitumorali efficaci. Il romanzo, approcci multipronged sarà richiesto. Al il vaccino basato a Boris o qualunque altro forte antigene dell'obiettivo dovrebbe combinarsi con le strategie per limitare il grado di soppressione immune tumore-associata.„

3716. La terapia mirata a dei gliomi di prima scelta facendo uso dell'inibitore TGF-beta2 trabedersen (AP 12009): Risultati dello studio di IIb di fase come base per lo studio dello ZAFFIRO di fase III

I risultati di uno studio di IIb di fase hanno mostrato che un chiaro vantaggio clinico da trabedersen, un TGF-beta inibitore, in pazienti con glioma di prima scelta; lo ZAFFIRO di studio di fase III (NCT00761280) corrente sta iscrivendosi.

“Le terapie correnti per questa popolazione paziente comprendono la chirurgia, radiazione e chemioterapia con il temozolomide,„ ha detto Piotr Jachimczak, M.D., Consigliere scientifico senior al Pharma antisenso. “Trabedersen ha eseguito meglio di questi standard di terapia a tutti i livelli in astrocytoma anaplastico.„

Il Pharma antisenso sta sviluppandosi trabedersen, un oligonucleotide antisenso del fosforotioato specifico TGF-beta-2 amministrato intratumorally facendo uso della consegna convezione-migliorata. La società sta costituendo un fondo per la sua propria ricerca attraverso un conglomerato dei capitali di rischio.

I ricercatori hanno iscritto 145 pazienti con glioma di prima scelta ricorrente o refrattario. Questi pazienti sono stati definiti a caso per ricevere trabedersen microM 10 a microM o 80 o la chemioterapia standard.

I risultati hanno indicato che la dose più bassa di trabedersen eseguito il più ottimamente in astrocytoma anaplastico. A 24 mesi, 83,3 per cento erano sopravvissuto a rispetto a 53,3 per cento sulla dose elevata e a 41,7 per cento sulla chemioterapia standard. La durata della risposta era di 29,1 mesi confrontati ai mesi standard di gruppo degli otto della chemioterapia ed il vantaggio globale mediano di sopravvivenza di 10 che il microM trabedersen sopra la chemioterapia era di 17,4 mesi.

“Questa è chiaramente un'opzione terapeutica novella per i pazienti con questa malattia,„ ha detto Jachimczak.

In giovani pazienti che soffrono dal glioblastoma (WHO classifica 4), specificamente quelli più giovane di 55 anni, il tasso di sopravvivenza biennale era 44 per cento, rispetto a 13,3 per cento con la chemioterapia standard.

1136. Rilevazione e caratterizzazione delle celle di circolazione del tumore nei pazienti di carcinoma della prostata localizzati e metastatici che usando tecnologia microfluidic del Ctc-Chip

Analizzare il carcinoma della prostata facendo uso del Ctc-chip, che misura il livello di celle di circolazione del tumore nel sangue, fornisce le comprensioni importanti nelle tariffe di potenziale e di prognosi della malattia ricorrente, secondo i dati da uno studio di sviluppo al policlinico di Massachusetts.

Sunitha Nagrath, Ph.D., un istruttore di chirurgia e la bioingegneria alla facoltà di medicina di Harvard ed al policlinico di Massachusetts, ha detto le sue celle di circolazione trovate del tumore del gruppo di ricerca in pazienti con i cancri localizzati, cancri di qualità inferiore ed in coloro che aveva subito la chirurgia priore tre mesi.

“Questi sono gruppi pazienti in cui non penseremmo normalmente vedere le celle di circolazione del tumore, in modo da ci forniscono una somma enorme di informazioni sul loro rischio,„ ha detto Nagrath.

Le celle di circolazione del tumore sono la causa di origine della metastasi in una serie di cancri, che accade quando il cancro si sparge oltre il suo sito del tumore. L'identificazione di queste celle di circolazione del tumore può contribuire ad identificare i pazienti a rischio della metastasi nella fase iniziale, ma, purtroppo, le celle di circolazione del tumore sono estremamente rare - preventivo uno degli scienziati per un miliardo celle normali - ed identificarle sono una sfida.

Un metodo di identificazione che mostra la promessa è il Ctc-chip, che nel maggio 2009 ha ricevuto un supporto fino alla concessione del gruppo di sogno del Cancro affinchè gli scienziati continui il suo sviluppo. Stia fino a Cancro, l'iniziativa caritatevole che supporta la ricerca approfondita puntata su ottenendo i nuovi trattamenti del cancro ai pazienti in un calendario accelerato, ricevuto cinque concessioni del gruppo di sogno ai ricercatori che conducono la ricerca di promessa in varie aree. L'Associazione per la ricerca sul cancro americana dipende il solo partner scientifico del supporto da Cancro.

Il Ctc-chip può catturare circa 200 celle di circolazione del tumore da un cucchiaino da caffè di sangue catturato da un malato di cancro, secondo i ricercatori.

Nagrath ed i colleghi hanno eseguito la loro analisi su 20 pazienti con il carcinoma della prostata della fase iniziale ed hanno trovato le celle di circolazione del tumore in 42 per cento dei pazienti. In pazienti con carcinoma della prostata avanzato, le celle di circolazione del tumore sono state trovate in 64 per cento dei pazienti.

Il gruppo di ricerca poteva egualmente identificare le celle di circolazione del tumore i nove giorni dopo chirurgia ed anche più di tre mesi di post-chirurgia. Nagrath ed i colleghi pianificazione continuare questa ricerca e queste celle di circolazione del tumore fornirebbero informazioni prognostiche importanti.

“Il campo ancora sta emergendo perché mentre fanno circolare il tumore le celle sono state studiate in pazienti con cancro metastatico, l'idea di cancro localizzato è ancora nuova,„ ha detto Nagrath. “Non abbiamo avuto il diritto prima gli strumenti; con il Ctc-chip potenzialmente abbiamo lo strumento necessario.„

LB-174. Uso in maniera massiccia della parallela, ordinamento di prossima generazione per identificare le mutazioni genetiche oltre KRAS che predicono la risposta a panitumumab in una ripartita le probabilità in, fase III, studio di monoterapia su cancro colorettale metastatico (mCRC)

Facendo uso della tecnologia d'ordinamento di prossima generazione, i ricercatori hanno identificato le mutazioni genetiche multiple che possono alterare la risposta di un paziente a panitumumab per cancro colorettale metastatico.

“Uno degli scopi stampanti è di identificare i biomarcatori premonitori per le droghe quale panitumumab. Questa tecnica fornisce un metodo per valutare simultaneamente i geni multipli all'interno di un tumore,„ ha detto David M. Reese, M.D., Direttore medico esecutivo in scienze mediche e testa del gruppo in anticipo dello sviluppo dell'oncologia a Amgen, Thousand Oaks, California.

Reese ed i colleghi hanno usato la tecnologia pyrosequencing di Roche 454 per studiare se la mutazione dei geni, oltre la mutazione genetica di KRAS, ha alterato la risposta colorettale del cancro a panitumumab. La mutazione genetica di KRAS è un biomarcatore stabilito per una mancanza di risposta agli anticorpi anti-epidermici del ricevitore di fattore di crescita. Facendo uso dei campioni del tumore da 288 pazienti con tumore del colon metastatico, hanno studiato le mutazioni in nove geni: KRAS (esone 3), BRAF, EKA, AKT1, CTNNB1, EGFR, PIK3CA, PTEN e TP53.

In media, otto geni erano evaluable per paziente. Più di una mutazione è stata trovata in 109 tumori e 20 tumori hanno avuti più di una mutazione in un singolo gene. Due campioni del tumore hanno reso le mutazioni di BRAF e di KRAS, suggerenti che la presenza di queste mutazioni non fosse insieme sempre reciprocamente - l'esclusiva, che precedentemente è stata riferita, secondo Reese.

Più ulteriormente, questo studio ha confermato che simultaneamente provare i biomarcatori multipli in un campione del tumore sono possibili.

“La capacità di questa tecnologia d'ordinamento di valutare i geni multipli parallelamente può permettere lo sviluppo più rapido di medicina vero personale,„ ha detto Reese.

C'è ancora molto lavoro da fare comunque, secondo i ricercatori. Due grandi prove di fase III sono state completate ed il punto seguente è di vedere se l'abilità predicativa di questi profili genetici è influenzata quando i pazienti subiscono la chemioterapia di combinazione.

4335. Rappresentazione delle cellule staminali del cancro con l'istrice radioattivo

Un nuovo agente della rappresentazione - istrice radioattivo - individua le cellule staminali del cancro, potenzialmente tenenti conto la rappresentazione “delle cellule tumorali del tipo di cella del gambo„ tramite la tomografia a emissione di positroni (PET) in pazienti con cancro al seno, secondo i risultati di uno studio pilota.

Le cellule staminali del Cancro sono resistenti alla chemioterapia ed alla radioterapia e possono piombo a ricrescita del tumore dopo il trattamento. I tumori che sono ricchi in cellule tumorali del tipo di cella del gambo sono più probabili ricorrere dopo il trattamento e riprodurrsi per metastasi. La rilevazione delle queste celle presto significa l'inizio tempestivo dei trattamenti aggressivi per minimizzare la ricaduta e migliorare il risultato terapeutico. Può anche essere utile nella valutazione delle terapie del cancro mirate a cellula staminale nuova.

Jennifer Sims-Mourtada, Ph.D., Direttore di ricerca e sviluppo molecolari a RadioMedix, Inc., Houston, il Texas e colleghi ha verificato la capacità di individuare le popolazioni del tipo di cella facendo uso di una proteina, istrice sonico del gambo del cancro al seno che era radioattivo con il positrone che emette l'isotopo Gallium-68.

L'attivazione aumentata della via dell'istrice è osservata nelle cellule staminali del cancro ed in tumori aggressivi.

Legando dell'istrice radioattivo al ricevitore dell'istrice Patched-1 sulla superficie delle celle di cancro al seno ha accaduto, suggerendo il potenziale per la rappresentazione molecolare di cancro al seno dall'ANIMALE DOMESTICO. Un importante crescita in associazione è stato osservato nelle culture arricchite per le celle del tipo di gambo del cancro al seno.

“Il nostro studio è il primo per mostrarlo che l'istrice radioattivo è capace di differenziazione delle cellule tumorali del tipo di gambo confrontate all'intera popolazione del tumore,„ ha detto. “Ulteriormente, questo agente può potenzialmente identificare i tumori aggressivi.„

Questi risultati stanno convalidandi in ulteriore lavoro di laboratorio e gli studi della rappresentazione del microPET sono in corso valutare il valore di questo agente per i tumori della rappresentazione che sono ricchi di popolazioni della cellula staminale del cancro, secondo Sims-Mourtada.

Source:

 American Association for Cancer Research