Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I batteri trasmessi vicino pulce-e potenzialmente tacca-possono essere passati ai bambini tramite la madre: Ricercatore

Un ricercatore di North Carolina State University ha scoperto che batteri trasmessi vicino pulce-e potenzialmente tacca-può essere passato ai bambini umani la madre, causando le infezioni croniche e sollevando la possibilità dei difetti di nascita batterico indotti.

Il Dott. Ed Breitschwerdt, professore di medicina interna nel dipartimento delle scienze cliniche, è fra gli esperti principali del mondo su Bartonella, batteri che è mantenuto in natura dalle pulci, dalle tacche e da altri insetti mordaci, ma che può essere trasmesso dai caponi e dai cani infettati pure. La malattia in relazione con Bartonella il più comunemente conosciuta è malattia di graffio di capone, causata dai henselae del B., uno sforzo di Bartonella che può essere portato dentro il sangue di un capone per i mesi agli anni. La malattia di graffio di capone era probabilmente una auto-limitazione, o infezione “di una volta„; tuttavia, il lavoro precedente di Breitschwerdt ha scoperto i casi dei bambini e degli adulti con Bartonella cronico e sangue-sopportato infezione-dagli sforzi dei batteri che sono trasmessi il più spesso ai caponi (henselae del B.) ed ai cani (sottospecie di vinsonii del B. berkhoffii) dalle pulci e da altri insetti.

Nel suo studio finalizzato più recente, il gruppo di ricerca di Breitschwerdt ha provato il sangue ed i campioni di tessuto rilevati un periodo di anni da una madre, da un padre e da un figlio che avevano sofferto le malattie croniche per più una decade. Campioni necroscopici dal gemello del loro figlio della figlia- che è morto poco tempo dopo prova nascita-contenuta del DNA della sottospecie di henselae del B. e di vinsonii del B. infezione di berkhoffi, che egualmente è stata trovata negli altri membri della famiglia.

Entrambi i genitori avevano sofferto i sintomi neurologici di ricorso compreso le emicranie e la perdita di memoria come pure la dispnea, la debolezza di muscolo e la fatica prima dei bambini nascevano. Inoltre, il loro figlio di 10 anni era cronicamente malato dalla nascita e la loro figlia è morto dovuto un difetto del cuore ai nove giorni dell'età.

I risultati delle anamnesi e delle prove microbiologiche dei genitori hanno indicato che i genitori erano stati esposti a Bartonella prima della nascita dei gemelli e trovando gli stessi batteri in entrambi i bambini, uno poco tempo dopo la nascita e gli altri 10 anni più successivamente, indicano che possono essere infettati mentre in utero.

La ricerca di Breitschwerdt compare online nel giornale del 14 aprile di microbiologia clinica.

“Questo è eppure più prova che i batteri di Bartonella causano le infezioni intravascolari croniche nella gente con i sistemi immunitari altrimenti normali, infezioni che possono misurare una decade o più,„ Breitschwerdt dice. “Egualmente questa nuova prova supporta il potenziale dell'infezione trans-placentare e solleva la possibilità che l'infezione materna con questi batteri potrebbe anche causare i difetti di nascita.„

Il dipartimento delle scienze cliniche fa parte dell'istituto universitario dello stato di NC di medicina veterinaria. Il Dott. Breitschwerdt è egualmente un professore dell'aggiunta di medicina al centro medico di Duke University.