Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio trova la prova standard del tallone-bastone inefficace nell'identificazione dell'infezione CMV in bambini

Uno studio nazionale che fa partecipare un neonatologist sudoccidentale del centro medico di UT e uno specialista pediatrico delle malattie infettive suggerisce che una prova di selezione eseguita ordinariamente in neonati non sia molto buona ad identificare l'infezione del citomegalovirus (CMV), una causa principale di perdita dell'udito in bambini.

I risultati, pubblicati nell'edizione del 14 aprile del giornale di American Medical Association, suggeriscono che il sangue difficile ricavato da un tallone neonato abbia valore limite nella rilevazione dell'infezione CMV.

La procedura del tallone-bastone comprende pungere un tallone neonato e ritirare una piccola quantità di sangue che poi è assorbito su una carta da filtro ed è asciugato. La farina di sangue è analizzata per parecchie malattie compreso l'anemia drepanocitica. Poiché la procedura già è seguita per provare a parecchie metabolico e malattie genetiche, i ricercatori hanno sperato che fosse un buon candidato per un programma di 'screening'universale per CMV.

“I nostri risultati ci dicono che se contiamo sulla prova standard del tallone-bastone per individuare CMV, più della metà dei bambini che sono infettati saranno mancati,„ hanno detto il Dott. Pablo Sanchez, professore della pediatria a UT sudoccidentale e un co-author dello studio. “Il fatto che questa prova di selezione è virtualmente inefficace ha implicazioni importanti di salute pubblica perché l'infezione congenita CMV è la causa non genetica più comune di perdita dell'udito negli Stati Uniti.„

Ogni anno, 30.000 - 50.000 infanti degli Stati Uniti nascono con CMV, l'infezione più comune passata da una madre al suo feto. Sebbene soltanto circa 10 per cento dei bambini infettati abbiano tutte le anomalie clinicamente rilevabili, metà di quelle con i segni clinici e 10 per cento - 15 per cento di coloro che sembra buono sono a rischio di perdita dell'udito di sviluppo.

Lo studio fa parte di una ricerca multicentrata che cerca di trovare la prova di selezione più efficace per CMV le infezioni in neonati e di studiare la storia naturale di perdita dell'udito fra questi bambini. Corrente, il solo modo identificare esattamente un'infezione CMV è di coltivare un campione della saliva o dell'urina raccolto dal paziente, un trattamento improbabile ampiamente essere adottato perché è ad alto contenuto di manodopera e richiede una funzione della cultura del tessuto.

La ricerca priore ha indicato che i punti di farina di sangue possono essere usati per identificare l'infezione CMV. Poiché nessuno studio la ha confrontata alla prova rapida della cultura di sistema monetario aureo CMV, tuttavia, i ricercatori hanno non potuti dire se il metodo del tallone-bastone è efficace ad identificare tutti i bambini infettati.

Per lo studio, i ricercatori hanno usato una nuova tecnica diagnostica molecolare, reazione a catena della polimerasi (PCR), per analizzare i campioni di farina di sangue ottenuti facendo uso della procedura del tallone-bastone da più di 20.000 infanti sopportati fra marzo 2007 e maggio 2008 a sette istituti ospedalieri in tutta la nazione, compreso l'ospedale commemorativo di parco a Dallas. Il parco ha uno di più grandi e dell'ostetricia servizi più occupati del paese, con le circa 16.000 nascite all'anno. I medici di partecipazione sono docenti dell'ostetricia di UT e della ginecologia e dei dipartimenti di pediatria sudoccidentali.

Dei più di 20.000 bambini schermati in questo studio, 92 sono stati confermati per avere infezione congenita CMV. Il metodo della cultura della rapida CMV ha identificato tutti solo uno di quei bambini.

Al contrario, dei 11.422 bambini schermati con una versione di base del test diagnostico dei punti di farina di sangue, soltanto 17 su 60 bambini infettati sono stati identificati. Undici su 32 bambini infettati sono stati identificati in un gruppo schermato con una prova leggermente più sensibile.

Il punto seguente, il Dott. Sanchez ha detto, è di determinare se usando la tecnica molecolare per analizzare i campioni della saliva piuttosto che i punti di sangue è efficace quanto la prova della cultura della rapida CMV.

Il progetto fa parte del CMV in corso e studio multicentrato della selezione di audizione (CARILLON).

Source:

UT Southwestern Medical Center