Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La singola notte della privazione parziale di sonno induce l'insulino-resistenza in gente in buona salute

Secondo un nuovo studio accettato per la pubblicazione nel giornale della società endocrina dell'endocrinologia & del metabolismo clinici (JCEM), appena una notte della durata di sonno di scarsità può indurre l'insulino-resistenza, una componente del diabete di tipo 2.

“La durata di sonno ha accorciato considerevolmente negli ultimi dieci anni e simultaneamente nelle società occidentali, c'è stato un aumento nella prevalenza di insulino-resistenza e diabete di tipo 2,„ ha detto Esther Donga, MD del centro medico di Leida nei Paesi Bassi e autore principale dello studio. “Gli aumenti d'avvenimento nella prevalenza accorciata del diabete e di sonno non possono essere una coincidenza. La nostra manifestazione di risultati un la breve notte di sonno ha effetti più profondi sul regolamento metabolico che precedentemente apprezzato.„

Gli studi precedenti hanno trovato che le riduzioni della durata di sonno durante le notti multiple provocano la tolleranza alterata del glucosio, ma questo è il primo studio per esaminare gli effetti soltanto di singola notte della restrizione parziale di sonno sulla sensibilità dell'insulina.

In questo studio, i ricercatori hanno esaminato nove individui sani, una volta dopo una notte della durata normale di sonno (circa otto ore) ed una volta dopo una notte di quattro ore di sonno. La sensibilità dell'insulina di ogni partecipante di studio è stata misurata facendo uso del metodo euglycemic hyperinsulinemic del morsetto. Questo metodo utilizza i cateteri per infondere il glucosio e l'insulina nella circolazione sanguigna e poi determina la sensibilità dell'insulina misurando la quantità di glucosio necessaria per compensare un livello aumentato dell'insulina senza causare l'ipoglicemia.

“I nostri dati indicano che la sensibilità dell'insulina non è fissata negli individui sani, ma dipendono dalla durata di sonno nella notte precedente,„ ha detto Donga. “In effetti sta tentando di speculare che gli effetti negativi delle notti multiple di sonno accorciato su tolleranza del glucosio possono essere riprodotti, almeno in parte, entro appena una notte insonne.„

Donga aggiunge che ulteriori studi sono necessari valutare se gli interventi hanno puntato su migliorare la durata di sonno possono essere utili nei livelli di stabilizzazione del glucosio in pazienti con il diabete.

L'articolo, “una singola notte della privazione parziale di sonno induce l'insulino-resistenza nelle vie metaboliche multiple negli individui sani,„ comparirà nell'emissione del giugno 2010 di JCEM.