Il gene che brevetta le polizze pregiudica l'accesso paziente alle prove a geni malattia-causanti: Studio

Le polizze che permettono che i geni siano brevettati possono renderla più difficile affinchè i pazienti accedano alla prova per le mutazioni genetiche malattia-causanti importanti, secondo una serie di documenti in un supplemento online speciale pubblicato dalla genetica nella medicina, il giornale pari-esaminato ufficiale dell'istituto universitario americano della genetica medica (ACMG). Il giornale è pubblicato da Lippincott Williams & Wilkins, una parte di salubrità di Wolters Kluwer, un fornitore principale di informazioni e business intelligence per gli studenti, i professionisti e le istituzioni nella medicina, nella professione d'infermiera, nella salubrità alleata ed in farmacia.

Due anni nella fabbricazione, il supplemento per coincidenza è stato pubblicato nei giorni dopo una decisione del tribunale del punto di riferimento che ha invalidato i brevetti sui geni che predispongono al cancro al seno ed al cancro ovarico. Il supplemento speciale presenta una serie di studi finalizzati approfonditi che mostrano come il gene che concede una licenza e che brevetta alle polizze pregiudica l'accesso paziente alle prove a geni malattia-causanti. “Gli studi finalizzati… dimostrano l'una serie di nuoce a quel risultato dai brevetti del gene nell'arena diagnostica,„ secondo un editoriale introduttivo da JIM Evans, il MD, il PhD, il redattore capo della genetica nella medicina.

Governando contro i brevetti del gene mette il fuoco adeguato sul vantaggio ai pazienti, ACMG crede
La decisione del tribunale, passata alla fine di marzo, capovolge i brevetti sui geni BRCA1 e BRCA2, che erano stati tenuti dalla genetica di miriade della società di biotecnologia degli Stati Uniti. Nella decisione, un giudice del tribunale di prima istanza degli Stati Uniti ha governato che le sequenze del DNA isolate dalla società sono “prodotti unpatentable della natura.„

Ciò convalida la posizione espressa del ACMG, che si è unito con altri organizzazioni ed esperti principali come querelanti che si oppongono ai brevetti BRCA1/2. “L'invalidazione dei brevetti del gene permetterà i pazienti ottengano le seconde opinioni sui risultati dei test, incoraggino il miglioramento di qualità della prova corrente, permettano che i ricercatori mettano a punto i nuovi e migliori metodi di prova e facciano diminuire i costi della prova di laboratorio,„ direttore esecutivo Michael S. Watson, PhD di osservazioni ACMG. “Questa è una vittoria enorme e enorme per migliore cura paziente.„

I dieci studi finalizzati nel nuovo supplemento-nominato “chiaramente complicato„ - sono stati prodotti dal duca Center per genomica pubblica. Sono stati incaricati dal comitato consultivo del segretario sulla genetica, sulla salubrità e sulla società (SACGHS), che consiglia la segreteria sanitaria i servizi sanitari e sociali sulle emissioni relative alle tecnologie genetiche. Basato in parte sugli studi dal gruppo di duca, un rapporto recente di SACGHS sui brevetti del gene ha compreso una raccomandazione per la legislazione “che avrebbe fatto coloro che usa i geni brevettati per la ricerca o la diagnosi medica esente dai reclami dell'infrazione.„

Gli studi finalizzati illustrano parecchi modi in cui i brevetti del gene hanno il potenziale di causare il danno ai pazienti. Il primo esempio accade quando i titolari di brevetto mantengono i diritti esclusivi o registrano i brevetti esclusivi, permettendo che soltanto un singolo laboratorio esegua un determinato prova-questo era il caso con i brevetti BRCA1/2. “In tali circostanze, l'accesso paziente alle prove può soffrire… lasciando i pazienti senza l'opzione di una prova genetica data se è raccomandato dal loro fornitore,„ il Dott. Evans scrive. Tali licenze esclusive egualmente suscitano inquietudini circa controllo di qualità e la capacità ottenere il secondo test di opinione.

Il supplemento è liberamente disponibile sulla genetica nel sito Web della medicina: geneticsinmedicine.org. Oltre al petto e cancro ovarico, i brevetti del gene di indirizzo di studi finalizzati relativi a tumore del colon, morbo di Alzheimer, fibrosi cistica, perdita dell'udito, hemochromatosis ereditario, sindrome lunga di quarto, atassia spinocerebellar, malattia di Canavan e del malattia di Tay-Sachs.

Il caso di fibrosi cistica fornisce un esempio chiave che “i brevetti del gene ed il richiamo dell'esclusività non sono necessari per lo sviluppo e l'ampia disponibilità dei test diagnostici genetici,„ secondo il Dott. Evans. I laboratori che in primo luogo hanno clonato il gene di CFTR 20 anni fa lavorati per assicurare la vasta autorizzazione, permettendo che molti laboratori facciano concorrenza in termini di “servizio, l'innovazione e la qualità.„ Il Dott. Evans aggiunge che, in tutti studi finalizzati, la società che ha tenuto i diritti di proprietà intellettuale esclusivi ad un gene non era i primi per sviluppare una prova.

Malgrado la decisione storica, il dibattito sopra i brevetti del gene è probabile continuare durante gli anni a venire. Le norme di brevetto per le emissioni correlate con la salute dovrebbero essere differenti da quelle per “le mere merci,„ ed il vantaggio per i pazienti dovrebbe essere “l'arbitro definitivo di polizza,„ secondo il Dott. Evans.

Source:

 Genetics in Medicine