Lo studio dimostra i beni del cancro della anti-prostata della pectina modificata dell'agrume

I ricercatori alla Columbia University recentemente hanno analizzato gli effetti positivi della pectina modificata dell'agrume (MCP) sulle linee cellulari del carcinoma della prostata del mouse e dell'essere umano. I risultati, come riferiti dal Dott. Aaron Katz del ricercatore del cavo nella online-prima pubblicazione delle terapie integranti del Cancro, indicano che il MCP inibisce la proliferazione delle cellule ed induce il apoptosis (morte programmata delle cellule) in sia cellule tumorali dell'androgeno-indipendente che androgeno-dipendenti in un momento ed in un modo dipendente dalla dose.

Il carcinoma della prostata è la seconda causa principale della morte del cancro negli uomini e 1 in 6 otterrà il carcinoma della prostata durante la sua vita. Il Dott. giugno Yan, autore principale, spiega, “i nostri risultati dimostrano chiaramente che il MCP possiede i beni del cancro della anti-prostata in sia celle dell'androgeno-indipendente che) sensibile ormonale (androgeno-dipendenti (resistente ormonale) di carcinoma della prostata. Questi risultati indicano forte che il MCP può essere una promessa dell'agente chemopreventive e terapeutico contro questa malignità.„

La pectina modificata dell'agrume è derivata dal midollo degli agrumi ed è modificata per incontrare le caratteristiche molecolari specifiche del peso e della catena. I dati suggeriscono che il MCP interferisca con i beni obbligatori delle proteine della superficie della cellula tumorale chiamate galectins. 

“Considerando l'a basso peso molecolare del MCP utilizzato nello studio,„ il Dott. Yan continua, “noi specula che questo nuovo MCP sarà assorbito più prontamente nel corpo umano, in modo da significa che la concentrazione relativa che raggiunge la ghiandola di prostata sarà maggior. Di conseguenza, catturare questo MCP può essere un modo eccellente impedire il carcinoma della prostata, dato che il carcinoma della prostata è considerare come un cancro evitabile. Inoltre, questo MCP può essere un'efficace medicina ausiliaria per la terapia del cancro.„

I ricchi in una componente del polisaccaride chiamata galactosyl, MCP lega alle proteine di galectin ed impedisce le celle cancerogene l'aderenza l'un l'altro ed alla parete interna dei vasi sanguigni, sia della crescita che dell'angiogenesi quindi d'inibizione del tumore. Questo studio supporta i risultati della ricerca precedente sul MCP, che ha dimostrato il vantaggio clinico in pazienti con i tumori solidi avanzati come pure della sua capacità allungare il tempo di raddoppiamento di PSA negli uomini con carcinoma della prostata ricorrente. Egualmente ha mostrato la capacità di indurre il apoptosis con l'inibizione della via del segnale di MAPK e dell'attivazione di Caspase-3.

Il Dott. Isaac Eliaz (www.dreliaz.org), che lo studio crea riconosce per il suo sviluppo della pectina modificata dell'agrume utilizzata nella loro analisi più recente, nota l'importanza di questa nuova ricerca, ad esempio, “il carcinoma della prostata Androgeno-dipendente è il tipo più comune di carcinoma della prostata e quello trovato più spesso nella malattia localizzata e meno aggressiva.  Che cosa è il più significativo è la capacità di questo tipo specifico di MCP di indurre il apoptosis nelle linee cellulari del carcinoma della prostata dell'androgeno-indipendente, che è il cancro più aggressivo che può riprodurrsi per metastasi e piombo alla morte. Il rallentamento della progressione di questo cancro ha un effetto diretto sul prolungamento della vita di queste persone.„ 

“Il ruolo anti-metastatico del MCP è affermato,„ continua il Dott. Eliaz. “Il fatto che può avere un effetto diretto sul cancro stesso lo rende importante nella prevenzione, nel carcinoma della prostata della fase iniziale (che è solitamente dipendente ormonale dell'sensibile-androgeno) e nello stadio avanzato ha avanzato il carcinoma della prostata. La sua sicurezza ed il fatto che non funziona via i meccanismi indotti ormonali di atto le rende un agente eccellente da usare insieme con altre terapie.„

La ricerca in corso su questo MCP in prostata come pure nel cancro al seno continua a mostrare i risultati incoraggianti e gli studi supplementari sono prossimi.

Source:

Better Health Publishing; Integrative Cancer Therapies