Il nuovo studio fornisce ulteriore prova del collegamento fra l'abbronzatura ed il melanoma dell'interno

Studi il collegamento di sostegni fra i lettini ed il cancro di interfaccia del melanoma

Un nuovo studio ha fornito ulteriore prova di un collegamento fra l'abbronzatura ed il melanoma dell'interno, il modulo più micidiale del cancro di interfaccia.

Gli scienziati all'università di banco di Minnesota della salute pubblica e del centro massonico del Cancro sostengono che il loro studio, che è pubblicato nell'epidemiologia, nei biomarcatori e nella prevenzione del Cancro del giornale, “definitivo collegherà„ l'uso dei lettini al melanoma.

1,167 persone hanno invecchiato 25-59 chi sono stati diagnosticati con il melanoma dilagante nel Minnesota fra 2004 e 2007 e 1.101 volontario senza Cancro ha completato un'intervista di telefono e del questionario.

Sull'analizzare i risultati, i ricercatori hanno trovato che 62,9 per cento dei pazienti del melanoma avevano usato i lettini, rispetto a 51,1 per cento della gente senza melanoma.

La gente che aveva usato mai un lettino era 74 per cento più probabile da sviluppare il melanoma.

Ma i frequenti utenti erano all'elevato rischio molto che questo. Coloro che aveva speso più di 50 ore o più di 100 sessioni su un lettino, o che le avevano usate per più lungamente di dieci anni, erano fra 2,5 e tre volte più probabilmente sviluppare il melanoma, indipendentemente dalla loro età o sesso.

Caroline Cerny, gestore del SunSmart del Regno Unito di ricerca sul cancro, ha detto: “Questo grande, studio dettagliato supporta la decisione presa l'anno scorso dall'agenzia internazionale per la ricerca su Cancro per categorizzare i lettini come cancerogeni agli esseri umani.

“I lettini non sono un'alternativa sicura all'abbronzatura all'aperto. Così come l'aumento del rischio di melanoma, il tipo più serio di cancro di interfaccia, lettini egualmente induce l'invecchiamento prematuro, facente l'interfaccia a sembrare grezzo, coriaceo e corrugato prima del suo tempo.„

Ricercatore principale DeAnn Lazovich, professore associato di epidemiologia al banco della salute pubblica, rivelatore: “Abbiamo trovato che non ha importato il tipo di unità d'abbronzatura usato; c'era unità d'abbronzatura non sicura.

“Egualmente abbiamo trovato - e questo è nuovi dati - che il rischio di ottenere il melanoma è associato più con cui una persona si abbronza e non l'età a cui una persona comincia per mezzo delle unità d'abbronzatura. Il rischio aumenta con frequenza di uso, indipendentemente dall'età, dal genere o dall'unità.„