Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Sexsomnia più comune in uomini che le donne

Gli uomini sono più probabili delle donne riferire il sexsomnia, ma pochi pazienti parlano con loro medico circa il problema

Sexsomnia è stato riferito da quasi otto per cento dei pazienti ad un centro di disordini di sonno ed era più comune negli uomini che le donne, secondo un estratto della ricerca che sarà presentato lunedì 7 giugno 2010, a San Antonio, il Texas, a SONNO 2010, la ventiquattresima riunione annuale del LLC professionale associato delle società di sonno.

I risultati indicano che 7,6 per cento dei pazienti (63 di 832) ad un centro di disordini di sonno hanno riferito che avevano iniziato o si impegnati nell'attività sessuale con un partner del letto mentre addormentati. La prevalenza del sexsomnia riferito era quasi tre volte più su negli uomini (11 per cento) che in donne (quattro per cento).

“Non ci sono stati studi precedenti di quanto il sexsomnia accade frequentemente,„ hanno detto il co-ricercatore Sharon A. Chung, il PhD, scienziato del personale del laboratorio di ricerca di sonno nel dipartimento della psichiatria alla rete di salubrità dell'università a Toronto, Canada. “Mentre la nostra individuazione di otto per cento della gente che riferisce il sexsomnia sembra realmente un numero alto, dovrebbe essere sollecitato che abbiamo studiato soltanto i pazienti ci siamo riferiti ad una clinica di sonno. Così, invitare i numeri per essere molto più bassi nella popolazione in genere.„

Lo studio ha compreso un esame retrospettivo del diagramma di 832 pazienti consecutivi che sono stati valutati per un disordine di sonno sospettato; il campione ha consistito di 428 uomini e di 404 donne. I pazienti hanno compilato un questionario circa i sintomi di disordini di sonno, i comportamenti durante il sonno, la sonnolenza, la fatica e l'umore.

I sintomi di insonnia, di fatica e dell'umore depresso erano simili fra la gente che riferisce che il sexsomnia ed altri pazienti ai disordini di sonno concentrano. Entrambi i gruppi egualmente hanno avuti simili tariffe di fumo e del consumo della caffeina. Tuttavia, la gente che ha riferito il sexsomnia era due volte più probabile altro pazienti concentrare di sonno ammettere usando le droghe illecite (15,9 per cento contro 7,7 per cento).

Sebbene il sexsomnia sia comune, i pazienti hanno citato raramente il problema al loro medico. Chung ha notato che soltanto quattro di 832 pazienti hanno espresso un reclamo circa il sexsomnia durante la consultazione con uno specialista di sonno.

“Sembra che i pazienti non discutano generalmente questo con i loro medici,„ lei ha detto.

La classificazione internazionale dei disordini di sonno, seconda edizione, pubblicata dall'accademia americana della medicina di sonno nel 2005, nota che il sexsomnia sembra accadere principalmente durante i risvegli confusionali e può accadere durante l'episodio del sonnambulismo. Questi sono due dei disordini che sono classificati come “parasomnias,„ che comprendono i comportamenti indesiderabili che accadono mentre cadono addormentata, durante il sonno o mentre svegliano.

Una revisione bibliografica nell'emissione del giugno 2007 del sonno del giornale ha concluso che una vasta gamma di disordini in relazione con il sonno sono associati con i comportamenti e le esperienze sessuali anormali.