Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo Studio convalida la proteina Grm1 come obiettivo per il trattamento del melanoma

La Ricerca dai ricercatori All'Istituto del Cancro del New Jersey (CINJ) sta mostrando la nuova promessa nel trattamento del melanoma, il più serio dei cancri di interfaccia. I risultati, pubblicati nell'edizione online del 27 maggio 2010 del Giornale della Dermatologia Investigativa più ulteriormente convalidano il gruppo clinico ed i risultati preclinici che bloccare la segnalazione ha attivato normalmente da un ricevitore chiamato risultati Grm1 nella crescita in diminuzione delle cellule e nella migrazione in diminuzione delle celle del melanoma, confermanti che Grm1 è un obiettivo potenziale per il trattamento del melanoma. I nuovi studi continuano a mettere a fuoco su una droga chiamata riluzole, che è comunemente usato trattare Lou Gehrig's Disease (ALS). CINJ è un Centro di Eccellenza della Facoltà di Medicina Di Legno di UMDNJ-Robert Johnson.

Le celle del Melanoma producono spesso la proteina Grm1, che è prodotta normalmente nel sistema nervoso centrale dei mammiferi. L'Attivazione di questa proteina sulla superficie delle celle del melanoma aumenta la crescita e la diffusione della malattia. Riluzole, che è approvato dagli Stati Uniti Food and Drug Administration per il trattamento di ALS (una malattia che pregiudica le cellule nervose nel cervello e nel midollo spinale), è stato indicato per bloccare l'atto di Grm1. Questo studio, L'Inibitore Riluzole della Versione del Glutammato Fa Diminuire la Migrazione, l'Invasione e la Proliferazione delle Celle del Melanoma, dà uno sguardo più attento alle vie chiave che sono critiche affinchè Grm1 inviino i messaggi che la crescita e la diffusione iniziate del melanoma ed esamina il riluzole di ruolo e un'altra simile commedia della droga nel blocco dei quei messaggi. Il lavoro è basato su quello del laboratorio di Suzie Chen, del membro di CINJ e del professor di biologia chimica al Banco di Ernest Mario della Farmacia a Rutgers, State University del New Jersey.

Gli studi Precedenti da questo gruppo hanno indicato che bloccando l'atto di segnalazione di Grm1, l'attivazione di due vie differenti (MAPK e PI3K/AKT) importanti per lo sviluppo delle cellule del melanoma, la crescita e diffusione, è soppressa. In questo studio, i ricercatori hanno messo a fuoco su riluzole e la CAMPATA sperimentale 36-7620 dell'agente e le conseguenze funzionali del blocco della segnalazione lungo queste vie con questi agenti. Potevano mostrare che quel trattamento delle celle del melanoma che producono Grm1 con riluzole o la CAMPATA 36-7620 ha fatto diminuire la segnalazione lungo queste vie critiche, ma anche che questa diminuzione nella segnalazione provoca una diminuzione nella crescita e nella diffusione del melanoma, così di conferma del risultato funzionale della segnalazione in diminuzione osservata.

James S. Goydos, MD, Direttore del Programma dell'Oncologia del Tessuto Molle e del Melanoma a CINJ e professore associato di chirurgia alla Facoltà di Medicina Di Legno di UMDNJ-Robert Johnson, è l'autore senior dello studio. “Precedentemente abbiamo dimostrato che potremmo bloccare i segnali prodotti da Grm1 in celle del melanoma. Ora abbiamo didascalia collegata del segnale con una diminuzione nella crescita, nella migrazione e nella diffusione del melanoma, una tappa critica nella convalida del Grm1 come obiettivo per la cura dei pazienti con il melanoma. Poiché è presente in più di 60 per cento dei melanomi umani, abbiamo “un centro„ appropriato in Grm1 e il riluzole sta risultando essere un'efficace freccia,„ ha specificato. Il Dott. Goydos ha notato quello che mira alle vie multiple con le nuove terapie di combinazione che comprendono il riluzole sarebbe ideale nella produzione dei trattamenti del melanoma più efficaci, in base ai loro studi correnti.

SORGENTE L'Istituto del Cancro del New Jersey