I risultati rapporti di Roche della fase III di taspoglutide 5 studia per il diabete di tipo 2 al settantesimo ADA

“Effetto di Taspoglutide, un analogo umano GLP-1, sulla secrezione dell'insulina in pazienti con il diabete di tipo 2 (T2D)„

Ipsen (Parigi: IPN) (Euronext: IPN; ADR: IPSEY) un gruppo biofarmaceutico globale, oggi annunciato che il suo partner Roche ha rivelato i risultati cinque della fase III 24 settimane studia per il taspoglutide per il diabete di tipo 2 alle sessioni scientifiche annuali (ADA) dell'associazioneth americana 70 del diabete. Taspoglutide, il primo una volta che l'analogo del tipo di glucagone settimanale peptide-1 (GLP-1) basato su una sequenza umana, provenente dalla ricerca di Ipsen è sviluppato da Roche. Questo composto è simile all'ormone naturale GLP-1 che ha un ruolo chiave nel regolamento dello zucchero di sangue.

Tre confronti testa a testa contro il glargine di exenatide, di sitagliptin e dell'insulina hanno trovato che il trattamento con il taspoglutide ha mostrato le riduzioni comparabili o maggiori dei livelli di HbA1c con un a basso rischio dell'ipoglicemia, ha provocato più pazienti che raggiungono l'obiettivo del ADA per HbA1c di <7.0% ed hanno prodotto clinicamente la perdita di peso significativa.

Due studi supplementari di fase III hanno indicato che taspoglutide, una volta usati da solo o aggiunti a metformina (il trattamento prima linea più comune per il diabete di tipo 2), a HbA1c significativamente diminuito ed al peso corporeo con a basso rischio dell'ipoglicemia. Ulteriori studi suggeriscono che il taspoglutide possa contribuire a riparare una risposta normale dell'insulina come pure potenzialmente a conservare le beta celle producenti insulina e successivamente a proteggerle dalla morte delle cellule.

Negli studi, il taspoglutide è stato amministrato una volta alla settimana con una siringa precompilata e a perdere con un ago di stampa del piccolo-calibro.

Gli eventi avversi più comuni veduti con il taspoglutide basato sui 24 dati di settimana sono collegati con le reazioni gastrointestinali del sito iniezione e della tollerabilità. La nausea e vomitare erano di delicato per moderare l'intensità, generalmente si sono presentati presto nel trattamento il giorno dell'iniezione e principalmente come singolo episodio. Roche egualmente recentemente ha annunciato l'entrata in vigore di una pianificazione di diminuzione di rischio nel programma di fase III destinato per identificare i pazienti al rischio potenziale di reazioni di ipersensibilità. Mentre l'avvenimento delle reazioni di ipersensibilità ha riferito rispetto al taspoglutide è superiore a preveduto per la popolazione di studio nelle prove di fase III, l'incidenza rimane rara (< 1%).

Jean-Luc Bélingard, presidente e direttore generale del gruppo di Ipsen, indicato: “Questi 5 test clinici di fase III hanno dimostrato chiaramente il profondo e profilo riproducibile di efficacia del taspoglutide nel controllo del glucosio di sangue e nella perdita di peso dell'organismo. Il programma di T-emergenza fornisce alla comunità medica gli estesi dati sul posizionamento non Xerox di questo composto di promessa nel trattamento del diabete di tipo 2. Siamo sicuri che il programma clinico in corso più ulteriormente stabilirà una volta alla settimana il taspoglutide come potenziale classe miglirice con la convenienza aggiunta di un'iniezione.„

Source:

 Ipsen