Clusterin si è associato con lo sviluppo, la severità e la progressione del morbo di Alzheimer: Rapporto

Le più alte concentrazioni di clusterin, una proteina nel plasma sanguigno, sembra essere associata con lo sviluppo, la severità e la progressione del morbo di Alzheimer, secondo un rapporto nell'emissione di giugno degli archivi della psichiatria generale, una delle pubblicazioni di JAMA/Archives.

Le persone con il morbo di Alzheimer video parecchi risultati in loro sangue e liquido cerebrospinale che possono riflettere i cambiamenti neuropathological, secondo informazioni di base nell'articolo. Per esempio, in liquido cerebrospinale, le persone con il morbo di Alzheimer hanno i livelli più bassi di amiloide-beta peptidi e livelli elevati di concentrazione totale e fosforilata di tau, che riflettono la formazione di placche dell'marchio di garanzia ed i grovigli nel cervello. Similmente, i numerosi articoli hanno suggerito che i livelli di determinati metaboliti e proteine nel plasma potrebbero rappresentare le risposte ai cambiamenti del cervello nel morbo di Alzheimer, ma nessuno sono stati ripiegati.

Madhav Thambisetty, M.D., Ph.D., dell'istituto della psichiatria, l'College Londra di re e colleghi ha usato un approccio combinato della neuro-rappresentazione e proteomic per identificare le proteine del plasma connesse con patologia del morbo di Alzheimer. I partecipanti a due studio-qualche con il morbo di Alzheimer, alcuno con il suo danno conoscitivo delicato del precursore ed alcuno senza demenza-hanno subito le valutazioni e le scansioni cliniche standardizzate della rappresentazione di cervello. Il loro plasma sanguigno poi è stato valutato per le proteine che possono essere associate con il morbo di Alzheimer.

Sulla base dei risultati di due “studi di fase di scoperta„ in 95 pazienti, una proteina, clusterin, è sembrato essere associata con atrofia della regione hippocampal del cervello e con la progressione rapida del declino conoscitivo. I ricercatori poi hanno studiato i livelli di clusterin in tutti e 689 i partecipanti (464 compresi con il morbo di Alzheimer) ed hanno trovato un'associazione fra i livelli elevati del plasma della proteina e della severità della malattia, la progressione clinica rapida e l'atrofia nell'area del cervello conosciuta come la corteccia di entorhinal, che svolge un ruolo nella memoria. Inoltre, i livelli aumentati di clusterin nel plasma sono stati associati con avere più amiloide-beta-che forma le placche del cervello connesse con Alzheimer malattia-nel lobo temporale mediale del cervello.

Secondo gli autori, “gli studi precedenti suggeriscono che il clusterin appartenga ad una famiglia dei chaperon extracellulari,„ le proteine che regolamentano la formazione e la rimozione di amiloide. “Sebbene questi risultati non supportino l'utilità clinica di concentrazione di clusterin del plasma come biomarcatore autonomo per il morbo di Alzheimer, rivelano un'impronta periferica robusta di questa proteina del chaperon dell'amiloide che è rispondente alle caratteristiche fondamentali di patologia di malattia.„

“I nostri risultati implicano chiaramente il clusterin, ma ci possono bene essere altre proteine in plasma relativo al trattamento di malattia ed effettivamente i nostri studi precedenti e quelli di altre suggeriscono che questo sia il caso,„ concludono. “Questi risultati possono avere più ampie implicazioni per l'identificazione di altre proteine del chaperon dell'amiloide in plasma, sia come i biomarcatori del morbo di Alzheimer come pure obiettivi presunti della droga dei trattamenti dimodificazione.„