La riutilizzazione delle siringhe nell'anestesia piombo alla trasmissione virale: Studio

I risultati di studio e le esposizioni potenziali recenti del virus ripetono l'importanza della sterilizzazione adeguata

Il virus dell'epatite B (HBV) ed il virus dell'epatite C (HCV) possono essere trasmessi durante l'amministrazione del dispositivo di venipunzione (iv) dell'anestesia, secondo un nuovo studio in gastroenterologia, la Gazzetta ufficiale dell'istituto gastroentereologico americano (AGA) di associazione. In questo studio, medici hanno trovato che la contaminazione dell'anestesia - non contaminazione di endoscopia - era la causa dell'infezione.

Gli sforzi sono necessari istruire meglio la comunità di sanità sull'importanza di aderenza rigorosa alle tecniche sterili quando usando tutto il modulo dell'anestesia. I risultati di studio evidenziano il fatto che molte istanze trasmissione del virus in relazione con la sanità di HCV e di HBV probabilmente vanno inosservate. La grandezza vera di questo problema è quindi sconosciuto.

Medici hanno studiato uno scoppio di HBV acuto e di infezioni da HCV fra i pazienti che hanno ricevuto l'anestesia durante le procedure dell'endoscopia dallo stesso anestesista in due cliniche differenti della gastroenterologia. Hanno identificato sei casi di infezione da HCV scoppio-associata e sei casi di infezione da HBV scoppio-associata in una clinica; un'infezione da HCV scoppio-associata è stata identificata in una seconda clinica. Tutti i pazienti commoventi in entrambe le cliniche hanno ricevuto il propofol da questo anestesista, che ha usato inadeguato una fiala monouso del propofol per i pazienti multipli. La riutilizzazione dei pazienti della ri-dose delle siringhe, con contaminazione risultante delle fiale del farmaco utilizzate per i pazienti successivi, probabilmente ha provocato la trasmissione virale.

Questi risultati sono coerenti con altre indagini su HBV e su infezione da HCV nelle impostazioni di sanità: la contaminazione dell'anestesia o di altri farmaci IV era molto più probabile essere responsabile della trasmissione di HBV o di HCV che la strumentazione utilizzata nelle procedure mediche dei pazienti.

I risultati dello studio dei medici aumentano le preoccupazioni per quanto riguarda le pratiche di controllo di infezione e l'uso delle fiale comuni del farmaco per l'amministrazione dell'anestesia ai pazienti multipli, particolarmente nelle impostazioni del paziente esterno in cui la svista di controllo di infezione è limitata e le procedure quali le endoscopia sempre più sono eseguite. I medici che diagnosticano i pazienti con epatite virale acuta dovrebbero riferire questi casi al loro dipartimento locale di salubrità e considerare con attenzione il ruolo delle esposizioni di sanità, particolarmente fra coloro che non riferisce i fattori di rischio tradizionali per l'infezione.

Insieme, la formazione aumentata e le polizze che limitano l'uso delle fiale del farmaco ai singoli pazienti per IV l'anestesia dovrebbero diminuire il rischio per la trasmissione sanità-associata di HCV e di HBV.

Source:

American Gastroenterological Association