Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Malgrado tutti gli avanzamenti nella diagnosi del melanoma, il trattamento rapido rimane critico: Rapporto

Venticinque anni dopo la pubblicazione del mnemonico “ABCD„ per facilitare la diagnosi precoce del melanoma, il gruppo che ha fornito quel nome dice che l'individuazione tempestiva rimane un fattore chiave nell'abbassamento della mortalità dal melanoma maligno. Darrell S. Rigel, M.D. e colleghi dal Ronald O. Perelman Department della Dermatologia alla Scuola di Medicina di New York University dice che, malgrado tutti avanzamenti nella diagnosi del melanoma, il riconoscimento tempestivo, la rilevazione ed il trattamento rapido del melanoma rimangono critici. Il Loro rapporto compare online sul CA In Primo Luogo Guarda e comparirà nell'emissione Ottobre/di Settembre del CA: Un Giornale del Cancro per i Clinici.

Sebbene che esamina il tumore le celle sotto un microscopio rimanga il sistema monetario aureo per la diagnostica del melanoma, è uno molto di pochi cancri che ha il potenziale di essere diagnosticato ad una fase iniziale con gli approcci non invadenti perché compare sull'esterno dell'organismo. Sulla Base della loro esperienza di pazienti di valutazione al Gruppo Cooperativo del Melanoma della Scuola di Medicina di New York University, gli autori del rapporto corrente hanno raccomandato nel 1985 che l'attenzione all'asimmetria (A), l'irregolarità del confine (B), varietà di colore (C) e diametro più di 6 millimetri (D) di lesioni cutanee pigmentate potrebbe promuovere il riconoscimento più iniziale del melanoma maligno.

Gli Approcci alla diagnosi del melanoma si sono evoluti dinamicamente durante il quarto di secolo seguente. Negli anni 90, dermoscopy ha permesso al riconoscimento di nuove funzionalità sotto la superficie di contribuire a differenziarsi fra le lesioni pigmentate maligne e benigne. Durante l'ultima decade, le nuove tecnologie computerizzate hanno migliorato la sensibilità e la specificità diagnostiche e possono provocare la selezione d'ottimizzazione della lesione per l'esame di patologia e di biopsia.

“Dallo sviluppo del ABCDs con i tentativi correnti che utilizzano gli algoritmi complessi ed i marcatori genetici del computer, la capacità di un clinico di individuare il melanoma nel suo modulo più in anticipo è stata aumentata,„ scrive gli autori. “Tuttavia, “un buon occhio clinico„ è ancora fondamentale a selezionare le lesioni per la valutazione fra il mare di quelle che sono prevalenti.„

Sorgente: Associazione del Cancro Americana