Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio identifica l'uso di acetaminofene può aumentare i sintomi di asma in adulti

La nuova prova che collega l'uso di acetaminofene allo sviluppo di asma e di eczema suggerisce che anche l'uso mensile della droga in adolescenti possa rischio più doppio di asma in adolescenti confrontati a coloro che ha usato neanche uno; l'uso annuale è stato associato con un aumento di 50 per cento nel rischio di asma.

I risultati della ricerca saranno pubblicati online sul sito Web della società toracica americana davanti all'edizione della stampa del giornale americano della medicina respiratoria e critica di cura.

“Questo studio ha identificato che l'uso riferito di acetaminofene in 13 - ed i bambini adolescenti di 14 anni sono stati associati con un rischio aumentato esposizione-dipendente di sintomi di asma,„ ha detto lo studio primo l'autore Richard Beasley, M.D., professore di medicina, all'istituto di ricerca medica della Nuova Zelanda a nome dello studio internazionale su asma e delle allergie nell'infanzia (ISAAC).

Come componente del programma di ISAAC, due questionari scritti ed un video questionario sono stati amministrati almeno una volta a più di 300.000 13 - e bambini di 14 anni in 113 centri in tutto 50 paesi, chiedenti loro per quantificare il loro uso di acetaminofene (nessuno, “media„ - nell'anno scorso, o “nel livello„ - almeno una volta nell'ultimo mese) ed ai loro sintomi di asma, dell'eczema e di allergia.

C'era un'associazione significativa fra uso dell'acetaminofene ed il rischio di asma e di eczema. Per gli utenti medi il rischio di asma 43 per cento superiore ai non utenti; gli alti utenti hanno avuti 2,51 volte il rischio di non utenti. Similmente, il rischio di rhinoconjunctivitis (congestione nasale allergica) era 38 per cento più d'altezza per gli utenti medi e 2,39 volte grandi per gli alti utenti ha confrontato ai non utenti. Per eczema, i rischi relativi erano 31 per cento e 99 per cento rispettivamente.

Poichè questo era uno studio rappresentativo, la causalità non potrebbe essere risoluta. Tuttavia, ci sono prove crescenti che suggeriscono un nesso causale.

Uno studio longitudinale su una piccola popolazione in Etiopia che ha esaminato il rischio di asma e le allergie connesse con uso dell'acetaminofene hanno delucidato una relazione temporale fra uso dell'acetaminofene e lo sviluppo dei sintomi di allergia e di asma, prestatrice maggior prova alla possibilità che l'uso dell'acetaminofene può effettivamente causare il rischio aumentato. Questo studio egualmente sarà pubblicato online prima della pubblicazione del giornale americano della medicina respiratoria e critica di cura.

Inoltre, in uno studio più iniziale dagli Stati Uniti, 13 ed i bambini di 14 anni con asma sono stati ripartiti con scelta casuale per catturare l'acetaminofene o l'ibuprofene dopo una malattia febbrile. Per quelli di cui la malattia era respiratoria, c'era un rischio aumentato di visita di paziente esterno successiva per asma.

Ci sono una serie di spiegazioni biologicamente plausibili per come l'acetaminofene potrebbe aumentare il rischio di asma e di allergia. L'acetaminofene può avere un effetto infiammatorio sistematico, possibilmente aumentante lo sforzo dell'ossigeno derivando dallo svuotamento degli enzimi glutatione-dipendenti, che possono a loro volta piombo le risposte immunitarie allergiche migliorate TH2. Ancora, l'acetaminofene può sopprimere la risposta immunitaria a e prolunga la malattia sintomatica, dalle infezioni del rhinovirus, che sono una causa comune delle esacerbazioni severe di asma nell'infanzia.

Sono stati dati il rischio aumentato connesso con uso dell'acetaminofene, il Dott. Beasley ed i colleghi hanno calcolato che la percentuale attribuibile di rischi- della popolazione dei casi che potrebbero essere evitati se il fattore di rischio fosse di essere eliminare-indicativo di un impatto notevole da uso dell'acetaminofene.

“I rischi attribuibili della popolazione globale per i sintomi correnti di asma severa erano intorno 40 per cento, suggerenti quello se le associazioni fossero causali, sarebbero di importanza principale di salute pubblica,„ ha detto il Dott. Beasley. “Le prove controllate ripartite con scelta casuale ora sono richieste urgentemente di studiare questa relazione più a fondo e di guidare l'uso delle antipiretici, non solo in bambini ma nella gravidanza e nella vita dell'adulto.„