Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Tecnica del PCT di uso degli scienziati per capire gli effetti fisici di compressione sulle macromolecole

Gli scienziati stanno girando verso una tecnica di decenni per capire meglio gli effetti fisici di compressione sulle macromolecole e come potrebbe urtare la loro ricerca in proteomics, spettrometria di massa, l'estrazione della proteina ed indagini del tessuto, l'ingegneria genetica di rapporti & notizie di biotecnologia (GEN). Questi studi sono sviluppati sopra le scoperte ultraelevate iniziali di pressione del vincitore di premio Nobel recente nella fisica, Percy Bridgman, Ph.D., che era un professore a Harvard dal 1908 al 1954, secondo l'emissione augusta della GEN (http://www.genengnews.com/gen-articles/use-of-ultrahigh-pressure-on-the-rise/3360).

“la tecnologia diriciclaggio (PCT) definitivamente ha catturato l'attenzione di un numero aumentante di scienziati,„ dice John Sterling, il redattore capo del GEN. “inoltre, ricercatori più non devono costruire i loro propri strumenti perché gli strumenti quale il Barocycler- dalle scienze biologiche di pressione ora sono disponibili.„

Zoltan Szabo, Ph.D., ricercatore senior all'istituto di Barnett alla Northeastern University, conta sul PCT per l'analisi glycan. Glycans ordinariamente N-è collegato ed è valutato facendo uso dell'elettroforesi capillare e della cromatografia a fase mobile liquida. Il Dott. Szabo ed i suoi colleghi, tuttavia, ha usato il PCT per accelerare la versione glycan N-collegata dai peptidi facendo uso dell'enzima N-Glycosidase F, anche conosciuto come PNGase F.

Le proteine della membrana rappresentano uno degli obiettivi più supplichevoli per rilevazione e la terapia del cancro. Ma l'estrazione delle proteine dalle membrane è complessa e provocatoria, dato l'inculcamento delle proteine in tutto un doppio strato lipidico tenace. Per questo motivo, Luke Schneider, il Ph.D., il CSO, la scoperta dell'obiettivo ed i suoi colleghe hanno applicato il PCT all'estrazione delle proteine della membrana dai tessuti del cancro ovarico.

Altri studi coperti nell'articolo di GEN comprendono la ricerca all'istituto delle forze armate di patologia, all'università di Missouri, al CBER di FDA ed al laboratorio nazionale di nord-ovest pacifico.