La cambiale disgiunta “del DRC che mappa l'esercizio„ è ridicola, dice il governo del Ruanda

Il governo del Ruanda oggi ha descritto la cambiale disgiunta “del DRC che mappa l'esercizio„ come doloso, offensivo e ridicolo.

“Dalla sua propria ammissione, il gruppo di mappatura “non si è preoccupato del perseguire le indagini approfondite o del riunire la prova dell'ammissibilità sufficiente per stare in tribunale, significante che hanno impiegato lo standard probatorio più basso per studiare queste affermazioni„

La sincronizzazione della perdita di questo progetto di rapporto abbastanza sta rivelando; sembra che l'ONU stia tentando di deviare l'attenzione internazionale dal suo ultimo errore nella grande regione di lago dove recentemente i centinaia di donne congolesi colza selvaggio sotto la sorveglianza della sua forza di pace MONUSCO, una situazione direttamente che deriva dalla sua omissione di gestire la crisi dei rifugiati di post-genocidio di 1994 nello Zaire di allora.

“È immorale ed inaccettabile che le nazioni unite, un'organizzazione che non è riuscito completamente ad impedire il genocidio nel Ruanda e la crisi successiva dei rifugiati è la causa diretta per così tanto la sofferenza nel Congo e nel Ruanda, ora accusa l'esercito che ha fermato il genocidio delle atrocità commettenti nel Repubblica Democratica del Congo,„ ha detto il sig. Ben Rutsinga, un funzionario nell'ufficio del portavoce di governo.

Il rapporto è un documento pericoloso ed irresponsabile che con la parvenza dei diritti dell'uomo può raggiungere soltanto l'instabilità nella regione del Grandi Laghi ed insidiare gli sforzi in corso per stabilizzare la regione, specialmente in un momento in cui i progressi senza precedenti stanno realizzandi nell'instaurazione la pace, l'obbligazione e della collaborazione economica.

Secondo il sig. Rutsinga, “dato la gravità della sua missione, l'omissione del gruppo di mappatura di consultarsi con il Ruanda anche se hanno trovato il tempo di incontrare oltre 200 rappresentanti di ONG è scioccante e mostra la negligenza completa per l'imparzialità fondamentale. Mentre gli ONG sono autorizzati ai loro pareri, il loro lavoro non dovrebbe costituire la base delle affermazioni di crimini di guerra o di genocidio contro il Ruanda o qualunque altra nazione. Perché tale dovuta diligenza ha eluso un gruppo dei ricercatori presunto conditi di diritti dell'uomo è duro da immaginare.„

Il rapporto fa le affermazioni estremamente serie - del genocidio, dei crimini di guerra e dei crimini contro l'umanità - basate su metodologia, su sourcing e scioccante in basso sul livello discutibili di prova.

“Dalla sua propria ammissione, il gruppo di mappatura “non si è preoccupato del perseguire le indagini approfondite o riunendo prova dell'ammissibilità sufficiente per stare in tribunale, significante che hanno impiegato lo standard probatorio più basso per studiare queste affermazioni,„ ha detto il sig. Rutsinga.

Secondo il sig. Rutsinga, il rapporto travisa fondamentalmente gli episodi che descrive non riuscendo a spiegare le circostanze a gioco durante questo periodo difficile in nostra cronologia. “È un fatto che l'intervento del Ruanda nel DRC era un aspetto della sopravvivenza e della conseguenza diretta della gestione irresponsabile ed insensibile dei campi profughi dall'ONU e della comunità internazionale a seguito del genocidio. Il Ruanda, a grandi costo e sacrificio, è riuscito a girare intorno una situazione tragica ed a creare la nuova era della prosperità regionale aumentare e di collaborazione.„

Source:

businesswire.com