Lo studio mostra la programmazione del trattamento molecolare dei vantaggi della rappresentazione per l'ampia gamma di cancri

Una serie di studi pubblicati nel giornale di settembre di medicina nucleare (JNM) indica che la rappresentazione molecolare gioca un ruolo critico nella valutazione e la programmazione del trattamento per una vasta gamma di cancri, compreso tumore della tiroide e linfoma.

Secondo i ricercatori, la rappresentazione molecolare permette che i medici identifichino la severità e le dimensioni della malattia e, a sua volta, forniscano ai pazienti cura personale. Inoltre, la rappresentazione molecolare permette che medici vedano quanto efficace un trattamento è presto nel trattamento in moda da potere fare i cambiamenti per assicurare il migliore trattamento per ogni paziente determinato.

“Per i pazienti con tumore della tiroide, “una dimensione misura tutti„ più non si applica,„ ha detto Ravinder Grewal, M.D., autore corrispondente “dell'effetto di Posttherapy 131I- SPECT/CT sulla classificazione di rischio e gestione dei pazienti con tumore della tiroide differenziato„ e un medico di partecipazione di aiuto nella medicina nucleare al centro commemorativo del Cancro di Sloan-Kettering in New York. “Con la rappresentazione molecolare, il paradigma sta cambiando verso la gestione adattata e più su misura del trattamento. Di conseguenza, possiamo vedere che fin dove una malattia si è sparsa e risparmiare il paziente da esame, da tempo e da esposizione a radiazioni supplementari.„

Per lo studio, i ricercatori hanno eseguito la rappresentazione planare e l'emissione del unico fotone ha computato (SPECT) tomography/CT su 148 pazienti con tumore della tiroide. I risultati hanno indicato che SPECT/CT ha fornito informazioni che hanno diminuito l'esigenza della rappresentazione a sezione trasversale supplementare in 29 pazienti ed hanno ridefinito il rischio iniziale di preventivi di ricorrenza in sette di 109 pazienti, quindi alterando le raccomandazioni pazienti della gestione in termini di frequenza ed intensità degli studi di approfondimento.

In un altro studio, i ricercatori in Germania hanno usato l'emissione di positrone (PET) tomography/CT con il radiotraccitore 68Ga-DOTATATE per valutare l'efficacia della rappresentazione molecolare nei pazienti di video con i tumori neuroendocrini dopo avere subito il trattamento del radionuclide del ricevitore del peptide. Questo studio ha valutato 33 pazienti al riferimento e tre mesi dopo che il trattamento ha cominciato. I risultati suggeriscono che PET/CT possa contribuire alla previsione iniziale di risultato del trattamento in pazienti con i tumori neuroendocrini.

“Questa tecnica di rappresentazione molecolare può aiutare medici a classificare i pazienti secondo la loro prognosi e scegliere una strategia personale di seguito,„ ha detto Alexander Haug, M.D., autore corrispondente dello studio e un ricercatore all'Ludwig-Maximilians-Università, Monaco di Baviera, Germania. “L'uso dei biomarcatori specifici, la medicina nucleare fornisce l'opportunità unica di eseguire la diagnosi e la terapia con lo stesso composto dell'elemento tracciante e-con l'uso di differente biomarcatore-a fornisce la caratterizzazione personale del tessuto. La medicina nucleare sarà essenziale per il lavoro-su dei malati di cancro nell'immediato futuro.„

Il terzo studio egualmente ha usato la rappresentazione molecolare per riflettere il successo e l'aiuto del trattamento nella progettazione. I ricercatori hanno valutato 104 pazienti con linfoma recentemente diagnosticato di Hodgkin facendo uso dell'ANIMALE DOMESTICO del fluorodeoxyglucose (FDG) dopo avere subito due cicli del trattamento di chemioterapia. Di questi pazienti, 93 hanno raggiunto la remissione completa dopo la terapia prima linea. Durante il seguito mediano di 36 mesi, la progressione di malattia o di ricaduta è stata veduta in 22 pazienti. I ricercatori hanno trovato che l'ANIMALE DOMESTICO è un preannunciatore accurato e indipendente della sopravvivenza senza evento nei pazienti di linfoma di Hodgkin.

“I nostri risultati suggeriscono che l'interim in anticipo FDG-PET possa svolgere un ruolo fondamentale nel trattamento di linfoma di Hodgkin, adeguante alla terapia un livello determinato, fornente un trattamento meno tossico per i pazienti un a basso rischio di errore mentre tenti l'intensificazione del trattamento per i pazienti considerati ad alto rischio di errore in base ai risultati dell'ANIMALE DOMESTICO,„ ha detto che Cerci di Juliano, M.D., divisione di medicina nucleare, istituto del cuore (InCor), facoltà di medicina dell'università così di Paulo, il Brasile ed autore corrispondente “dell'ANIMALE DOMESTICO 18F-FDG dopo 2 cicli di ABVD predice presto la sopravvivenza Senza evento dentro ed il linfoma avanzato di Hodgkin.„

Il quarto studio ha studiato il ruolo di 18F-FDG PET/CT per l'identificazione in anticipo della risposta alla terapia in pazienti con il non piccolo cancro polmonare delle cellule (NSCLC). I ricercatori hanno studiato 23 pazienti di NSCLC che sono stati curati con un agente molecolare-mirato a chiamato inibitore della chinasi della tirosina del recettore del fattore di crescita dell'epidermide (EGFR-TKI) ed hanno usato 18F-FDG PET/CT per riflettere la malattia prima e ad una settimana dopo amministrazione di EGFR-TKI. I cambiamenti nell'assorbimento del tumore 18F-FDG durante il trattamento sono stati misurati dai valori standardizzati di assorbimento. Sei pazienti hanno avvertito la risposta parziale, mentre 16 pazienti hanno avuti malattia stabile ed un paziente ha avuto malattia progressiva. I risultati dello studio indicano che presto nel corso della terapia, 18F-FDG PET/CT può predire la risposta al trattamento in pazienti con NSCLC.

Secondo i ricercatori, riflettere la risposta di un paziente al trattamento può evitare la tossicità inutile come pure il costo del trattamento inefficace. Egualmente specificano che i risultati dello studio sono promettenti e coerenti con i risultati degli studi preclinici.

Source:

Society of Nuclear Medicine