Schizofrenia collegata a mancanza di vitamina D: studio

I ricercatori all'istituto del cervello del Queensland hanno trovato che i bambini sopportati con i bassi livelli di vitamina D sono due volte probabili sviluppare più successivamente la schizofrenia nella vita. Ciò potrebbe significare che può essere possibile impedire la schizofrenia, che pregiudica quasi 200.000 australiani.

Secondo il professor John McGrath dall'istituto del cervello del Queensland ci sono stati suggerimenti per un po di tempo che ci può essere un collegamento fra luce solare, la vitamina D e lo sviluppo del cervello. Ha spiegato, “per i bambini che hanno avuti vitamina D molto bassa, il loro rischio era circa due volte più alto dei quei bambini che che hanno avuti vitamina D ottimale… ma la cosa stupefacente era che lo studio che è stato basato in Danimarca, in cui la vitamina D bassa è abbastanza comune, noi ha trovato che se la vitamina D è collegata alla schizofrenia le nostre statistiche suggeriscono che potrebbe spiegare circa 40% di tutte le schizofrenia… che è un effetto molto più grande che noi è utilizzata a vedere nella ricerca della schizofrenia.„

Un poco più tempo al sole ha potuto riunire abbastanza vitamina D per i bambini. Tuttavia rimane poco chiaro se ci sono meno casi della schizofrenia in un paese come l'Australia che vede molto più la luce solare. “Non abbiamo dati di alta qualità su quello, ma alcune statistiche suggeriscono che abbiamo leggermente abbassare le incidenze e la prevalenza della schizofrenia… come molte altre malattie, come la sclerosi a placche, la schizofrenia tende ad essere più comune nei posti più lontano dall'equatore… e se nascete nell'inverno e balzare voi tenda ad avere un rischio anche leggermente aumentato di schizofrenia e quello fosse uno dei pezzi originali del puzzle quello piombo noi domandarsi forse la vitamina D potrebbe essere implicato,„ ha detto il professor McGrath.

Il professor Ian Hickie dal cervello e dall'istituto di ricerca di mente a Sydney non è sorpreso con questi risultati ma ha detto che la più ricerca è necessaria. Ha detto, “in modo dalla prova acida reale sta andando provare a sollevare i livelli di vitamina D in donne incinte ed in neonati ed a vedere se c'è un effetto sulla schizofrenia successiva… o persino infatti, esaminando fornente i livelli elevati della vitamina D dal completamento di vitamina D durante altri modi più successivamente nella vita e specialmente nell'infanzia e gli anni adolescenti, vedere se potreste diminuire il rischio di inizio della schizofrenia.„

Secondo il professor McGrath, “Poiché il trattamento ed il risultato possono essere separati da circa 20, 30 anni, dobbiamo curare le donne incinte e poi aspettare la loro prole per sviluppare la schizofrenia… sarà uno studio molto provocatorio da fare…„ Ha detto che può essere decadi prima che gli scienziati potrebbero essere sicuri del collegamento. “Ma la ricerca medica tende a muoversi ad un passo costante. Penso che l'altra cosa sia che ci sono molti altri studi che suggeriscono che la vitamina D sia buona per salubrità dell'osso del bambino… così può darsi che le raccomandazioni siano fatte alle donne aumentare il loro stato di vitamina D per i risultati più ovvi, come il rachitismo del bambino per esempio. Se quello accadesse poi può darsi che la schizofrenia cominci cadere nelle decadi per venire,„ ha aggiunto.

Sul Dott. Hickie del retro ha avvertito che troppa esposizione del sole potrebbe aumentare il rischio di cancro di interfaccia. Ha detto, “tariffe del melanoma ed il cancro di interfaccia è ovviamente molto alto nel nostro paese e direttamente è collegato con l'esposizione del sole, specialmente nell'infanzia… in modo da da un lato dobbiamo stare attenti circa sopra l'esposizione a luce solare, d'altra parte può darsi che in alcuni posti, o in alcune persone, i bassi livelli di vitamina D possano costituire un fattore di rischio, specialmente nella gravidanza e quindi nel pregiudicare le tariffe della vitamina D in bambini neonati….Così questa è una delle emissioni di che stiamo andando avere bisogno per esaminare chiaramente. Non penso che significhi che ognuno dovrebbe precipitare fuori nel sole e necessariamente mettersi a rischio di altri cancri in relazione con la Sun.„

La schizofrenia, ha detto entrambi i medici, è genetica e gli squilibri chimici nel cervello possono essere responsabili e gli eventi stressanti sono pensati spesso per svolgere un ruolo nell'inizio della schizofrenia. La vitamina D o la mancanza di non ha potuto essere il solo fattore di precipitazione.

Il rapporto è comparso nell'archivio della psichiatria generale.

Dr. Ananya Mandal

Written by

Dr. Ananya Mandal

Dr. Ananya Mandal is a doctor by profession, lecturer by vocation and a medical writer by passion. She specialized in Clinical Pharmacology after her bachelor's (MBBS). For her, health communication is not just writing complicated reviews for professionals but making medical knowledge understandable and available to the general public as well.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Mandal, Ananya. (2018, August 23). Schizofrenia collegata a mancanza di vitamina D: studio. News-Medical. Retrieved on December 07, 2019 from https://www.news-medical.net/news/20100907/Schizophrenia-linked-to-lack-of-Vitamin-D-study.aspx.

  • MLA

    Mandal, Ananya. "Schizofrenia collegata a mancanza di vitamina D: studio". News-Medical. 07 December 2019. <https://www.news-medical.net/news/20100907/Schizophrenia-linked-to-lack-of-Vitamin-D-study.aspx>.

  • Chicago

    Mandal, Ananya. "Schizofrenia collegata a mancanza di vitamina D: studio". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20100907/Schizophrenia-linked-to-lack-of-Vitamin-D-study.aspx. (accessed December 07, 2019).

  • Harvard

    Mandal, Ananya. 2018. Schizofrenia collegata a mancanza di vitamina D: studio. News-Medical, viewed 07 December 2019, https://www.news-medical.net/news/20100907/Schizophrenia-linked-to-lack-of-Vitamin-D-study.aspx.