Studio: La tariffa di ricorrenza della critica è bassa, ricorrenza può essere ritirata endoscopico

I ricercatori dall'Italia hanno riferito i risultati a partire da più di 10 anni di rappresentazione di seguito che il collocamento degli stents endoscopici multipli per il trattamento delle critiche biliari postoperatorie rimane eccellente con un a tariffa ridotta della ricorrenza della critica dopo questo lungo periodo. Quando le critiche ricorrono, possono ritirarsi sicuro e con successo endoscopico. Lo studio compare nell'emissione di settembre di GIE: Endoscopia gastrointestinale, il giornale scientifico pari-esaminato mensile della società americana per endoscopia gastrointestinale (ASGE).

La maggior parte dei pazienti con le critiche biliari, anche chiamate critica dei dotti biliari, rimangono asintomatici fino a limitare il lumen del dotto biliare per causare la resistenza al flusso della bile. La bile è un liquido secernuto dal fegato via i dotti biliari ed è concentrata nella cistifellea prima di entrare negli intestini. Con l'arrivo della colecistectomia laparoscopic (rimozione della cistifellea), l'incidenza delle lesioni dei dotti biliari è aumentato significativamente. Ci sono circa 750.000 colecistectomie eseguite ogni anno negli Stati Uniti. Sebbene biliare le critiche possano essere, essi asintomatiche, se trascurate possono causare le complicazioni pericolose. Mentre le critiche del dotto biliare possono essere benigne o maligne, circa 80 per cento delle critiche benigne si presentano dopo la lesione durante la colecistectomia.

Tre generi di trattamento per le critiche biliari sono disponibili: chirurgico, endoscopico e percutaneo. Nel 2001, un metodo per la gestione endoscopica delle critiche biliari postoperatorie è stato riferito il quel incluso il collocamento degli stents multipli fino a risoluzione della critica. Uno stent è un breve tubo stretto della plastica o del metallo nel modulo della maglia che è inserito nel lumen di un'imbarcazione anatomica (quali un'arteria o un dotto biliare) per tenere un passaggio precedentemente bloccato aperto. I risultati iniziali di questo metodo molto stavano promettendo, con seguito paziente medio di quattro anni.

“In primo luogo abbiamo descritto la dilatazione endoscopica delle critiche biliari postoperatorie facendo uso di un numero aumentante di stents nel 2001. Un gruppo di 42 pazienti da quello studio ha subito seguito sistematico, con ultimo seguito per telefono nel 2009,„ ha detto l'autore principale Guido Costamagna, il MD, l'unità digestiva dell'endoscopia, l'università cattolica, Roma, Italia di studio. “Il nostro studio corrente di questi pazienti ha confermato i risultati molto buoni del trattamento endoscopico tramite l'inserzione degli stents di plastica multipli dopo un periodo di seguito di più di 10 anni. La tariffa di ricorrenza della critica era bassa; se la ricorrenza accade, può ritirarsi sicuro e con successo dal cholangiopancreatography retrogrado endoscopico.„

Pazienti e metodi

Gli obiettivi di studio erano di verificare i risultati del trattamento endoscopico delle critiche biliari postoperatorie a seguito molto a lungo termine. Gli studi sono stati intrapresi ad un centro orientamento accademico di singola terziario-cura in Italia. Un gruppo di 42 pazienti dallo studio dei ricercatori 2001 che aveva subito la dilatazione endoscopica delle critiche biliari postoperatorie con una tecnica che impiega il collocamento degli stents endoscopici multipli, ha subito seguito sistematico. I pazienti sono stati chiesti di subire semestralmente le prove di funzione epatica e l'ultrasuono di transabdominal dalla conclusione del trattamento e un'intervista di telefono è stata fatta annualmente per valutare l'avvenimento di colangite (infiammazione del dotto biliare) e per valutare i risultati delle prove di funzione epatica e dell'ultrasuono. Questi punti finali di studio erano coerenti durante il periodo di studio a partire dalla prima serie. Durante il seguito annuale, i pazienti sono stati chiesti di fornire ai ricercatori i rapporti delle prove di funzione epatica e dell'ultrasuono. Ultimo seguito del telefono è stato fatto nel settembre 2009. I risultati principali erano l'avvenimento della valutazione della prova di funzione epatica e della colangite durante il periodo di seguito.

Risultati

Dei 40 pazienti che erano vivi alla conclusione dello studio pubblicato nel 2001, cinque pazienti (12,5 per cento) sono morto delle cause indipendenti dopo che una media di 6,7 anni dalla conclusione del trattamento, senza ulteriori sintomi biliari. Il momento di seguito di media generale per i 35 pazienti rimanenti era di 13,7 anni. Sette pazienti (20 per cento) hanno avvertito la colangite acuta ricorrente dopo una media di 6,8 anni dalla conclusione del trattamento. Tutti e sette le di questi pazienti hanno subito il cholangiopancreatography retrogrado endoscopico (ERCP). Quattro dei sette pazienti hanno avuti ricorrenza biliare postoperatoria della critica (11,4 per cento dei 35 pazienti) che è stata ritirata endoscopico con il collocamento degli stents e gli altri tre pazienti hanno avuti calcoli del coledoco (8,6 per cento dei 35 pazienti) che sono stati estratti. Nessun ricorrenze di pietra del dotto biliare o della critica dopo che il retreatment è stato registrato dopo che un periodo medio di seguito di 7,1 anni supplementari. Ventotto pazienti (80 per cento) sono rimanere asintomatici con i risultati dei test normali di funzione epatica ed i risultati addominali di ultrasuono dopo che un periodo medio di seguito di 13,7 anni.

I ricercatori hanno notato che le limitazioni principali del trattamento endoscopico delle critiche biliari postoperatorie con il metodo stenting endoscopico multiplo sono l'esigenza di ERCPs multiplo e le ospedalizzazioni ripetute, piombo agli alti costi ed alle compliance potenzialmente limitate. Nell'esperienza dei ricercatori, dopo che i rischi ed i vantaggi dei trattamenti possibili sono stati spiegati al paziente, con l'aiuto del chirurgo hepatobiliary, di pazienti chiesti il trattamento endoscopico e del retreatment, se avuto bisogno di.

I ricercatori hanno concluso che stenting endoscopico allo scopo di inserire gli stents di plastica multipli è un approccio ragionevole e prima linea nel trattamento delle critiche postoperatorie; risultati dell'approccio endoscopico aggressivo alla gestione biliare postoperatoria della critica dopo che un periodo medio di seguito di 13,7 anni è molto buono, con 80 per cento dei pazienti che hanno i risultati eccellenti e una tariffa di ricorrenza della critica di 11,4 per cento dopo più di sei anni dalla conclusione del trattamento iniziale. Ancora, la colangite in questi pazienti non è collegata sempre con la ricorrenza biliare postoperatoria della critica, ma può essere secondaria a formazione di calcoli, come accaduto in tre di sette (43 per cento) dei pazienti riferiti in questo studio.