Innovacell investe 10 milione euro per lo sviluppo clinico

In un nuovo giro di finanziamento, gli azionisti Biotechnologie AG del Innovacell di Innsbruck hanno acconsentito il 27 settembre per mettere a disposizione 4,3 milione valori degli euro di capitale fresco della società. Il finanziamento dello studio multicentrato di IIb di fase corrente per urocell® completamente è assicurato così,„ CEO spiegato Ekkehart Steinhuber.

Lo studio, che sta effettuando secondo la pianificazione a più di 50 cliniche in quattro paesi dell'UE, è un presupposto per ottenere l'approvazione di vendita nell'Unione Europea.

Lo studio sarà terminato da ora alla fine del 2010 e prevediamo i risultati nel primo trimestre di 2011,„ Steinhuber ha annunciato. Finora più della metà dei 245 pazienti pianificazione per essere incluso nel test clinico già sono reclutati. Complessivamente, Innovacell sta investendo circa 10 milione euro per lo sviluppo clinico.

Studio di fase III
Subito dopo del completamento della fase IIb, Innovacell comincerà lo studio di fase III. Secondo Steinhuber: Il „che è possibile lo studio potrebbe ancora essere concluso da ora al 2011. Con i risultati ottenuti da quello, potremmo cercare l'UE-approvazione per il nostro trattamento dall'autorità responsabile, l'AME a Londra.

Risultati altamente di promessa
Steinhuber egualmente sta prevedendo i risultati positivi da uno studio che è condotto al momento nella clinica dell'università di Transferrina, Slovenia. „Che i risultati ottenuti finora altamente stanno promettendo e prevedo i risultati finali dalla Slovenia durante il quarto trimestre di 2010.„

Terapia innovatrice
il urocell® è basato su un concetto innovatore di terapia per il trattamento dell'incontinenza urinaria, che è adatta a pazienti con i muscoli di sfintere nocivi. Contrariamente alle terapie più iniziali che contano sui metodi ammassanti del cosiddetto „„ o sul „chirurgico che sollevano„ del tratto urogenitale, il urocell® è basato per principio che l'organismo può rigenerare il muscolo di sfintere facendo uso delle sue proprie celle di muscolo.

Source:

Innovacell Biotechnologie AG