Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il Beta-carotene migliora la visione nella gente con le Retinite pigmentose Retiniche Incurabili di Malattia: Rapporto

18 ottobre programma scientifico di Riunione Congiunta di AAO-MEACO 2010

Odierno Programma Scientifico dell'Accademia di 2010 Americani di Oftalmologia (AAO) - il Consiglio Medio dell'Africa Orientale della Riunione Congiunta (MEACO) Dell'Oftalmologia comprende un rapporto sulla capacità del beta-carotene di migliorare la visione nella gente con determinate malattie retiniche incurabili. Il mondo di riunione- di AAO-MEACO più grande, la maggior parte della formazione oftalmica completa conferenza-è nella sessione Dal 16 al 19 ottobre al Posto di McCormick, Chicago.

la Stuoia del Beta-carotene 9-cis Amplifica la Visione in Alcuni Pazienti con le Retinite pigmentose Retiniche Incurabili di Malattia (RP) è un cluster dei disturbi ereditari della retina (il tessuto sensibile alla luce alla parte posteriore dell'occhio) che può provocare la cecità incurabile. Il RP comincia solitamente con cecità notturna nell'infanzia, poi perdita della visione (laterale) periferica che piombo alla visione di tunnel ed infine cecità. Da un modulo specifico del beta-carotene nutriente, 9 cis, sono stati efficaci contro un tipo di cecità notturna, ricercatori decisivi per verificare i sui effetti nei pazienti di RP. Un Terzo dei 29 pazienti partecipanti indicati ha migliorato la funzione visiva mentre catturare la dose orale prescritta per i 90 giorni, ma gli altri due terzi non ha mostrato effetto.

“Raccomandiamo di ripetere lo studio con i pazienti con i moduli genetici del RP che sarebbero più probabili da rispondere al beta-carotene orale,„ abbiamo detto il Dott. Rotensteich. “Sappiamo che il suo effetto positivo è associato con il difetto retinoid del ciclo, che è compreso in alcuno ma non tutti i moduli del RP. Inoltre, la ricerca futura dovrebbe cercare il dosaggio ottimale del beta-carotene,„ ha aggiunto.

Sorgente: Accademia Americana di Oftalmologia