Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

NOAA e FDA aggiungono la seconda prova chimica per la rilevazione dei disperdenti in frutti di mare del golfo

NOAA e FDA annunciano la prova chimica per disperdente nella prova di campioni di SeafoodAll del golfo all'interno della soglia della sicurezza

L'edilizia sopra l'estesi prova e protocolli già in uso di locale federali, dai funzionari e di stato per le acque di pesca del golfo, del NOAA e di FDA ha sviluppato e sta utilizzando una prova chimica per individuare i disperdenti utilizzati nella caduta di petrolio di acqua profonda Orizzonte-B.P. in pesce, in ostriche, in granchio ed in gamberetto. Le tracce dei prodotti chimici utilizzati in disperdenti sono comuni ed i livelli per la sicurezza precedentemente sono stati fissati.

Gli esperti si sono preparati in un trattamento sensitivo rigoroso dell'analisi stanno provando i frutti di mare del golfo a presenza di agenti inquinanti ed ogni campione dei frutti di mare dalle acque riaperte ha passato la prova sensitiva per la contaminazione con petrolio e disperdente. Ciò nonostante, per assicurare i consumatori abbia fiducia totale nella sicurezza di frutti di mare che sono raccolti dal golfo, NOAA e FDA ha aggiunto questa seconda prova per disperdente quando studia la possibilità di riaprire il golfo innaffia alla pesca.

Facendo uso di questa prova nuova e seconda, negli scienziati del golfo hanno provato 1.735 campioni di tessuto compreso più della metà di quelli raccolti per riaprire le acque federali del golfo del Messico. Soltanto alcune tracce indicate del residuo dei disperdenti (13 dei 1.735) e delle loro erano bene sotto la soglia della sicurezza di 100 parti per milione per il pesce osseo e di 500 parti per milione per gamberetto, i granchi e le ostriche. Come tale, non rappresentano una minaccia alle sanità.  

La nuova prova individua il sulfosuccinate dioctilico del sodio, conosciuto come la DORMITA, una componente importante dei disperdenti utilizzati nel golfo. La DORMITA egualmente è approvata da FDA per uso in vari prodotti della famiglia e farmaco non quotato in borsa ai livelli molto bassi. I migliori dati scientifici fin qui indicano che la DORMITA non si accumula nei tessuti del pesce.

“La prova che rigorosa abbiamo fatto fin dall'inizio ci diamo la fiducia nella sicurezza di frutti di mare che sono portati per commercializzare dal golfo,„ ha detto Jane Lubchenco, Ph.D., sotto segretario per il commercio e l'amministratore di NOAA. “Questa prova aggiunge un altro livello di informazioni, rinforzante i nostri risultati fin qui che i frutti di mare dal golfo rimangono sicuri.„ 

“Questa nuova prova dovrebbe contribuire a rinforzare la fiducia del consumatore in frutti di mare del golfo,„ ha detto Margaret il A. Amburgo, il Ph.D., commissario di Food and Drug Administration. “La stragrande maggioranza dei frutti di mare provati non mostra residuo rilevabile e non uno dei campioni mostra un livello di residuo che sarebbe nocivo per gli esseri umani. Non ci sono frutti di mare del golfo di domanda che vengono a commercializzare sono sicuri dal residuo del disperdente o del petrolio.„

I 1.735 campioni collaudati finora sono stati raccolti da giugno a settembre e riguardano una zona vasta del golfo. I campioni vengono dagli spazi all'aperto in stato ed acque federali e dai pescatori che hanno portato il pesce ai bacini su richiesta degli analisti federali dei frutti di mare. I campioni vengono da un intervallo delle specie, compresi la cernia, sgombro, wahoo, pesce spada, snapper grigio, gunnello, ombrina ocellata, ombrina e gamberetto, granchi ed ostriche. 

La ricerca precedente ha fornito informazioni su come il pesce osseo metabolizza la DORMITA ed all'isola del delfino di FDA, il laboratorio dell'Alabama, scienziati ha intrapreso ulteriori esperimenti dell'esposizione sul pesce, sulle ostriche e sul granchio; i simili esperimenti su gamberetto sono stati tenuti al Galveston di NOAA, laboratorio del Texas. Questi studi dell'esposizione avanzano il supporto che pescano, i crostacei e dei crostacei disperdente rapidamente il chiaro dai loro tessuti e se campioni con le concentrazioni conosciute per uso come standard per la convalida della metodologia. I campioni che subiscono l'analisi chimica sono accompagnati sempre dagli standard con le concentrazioni conosciute di DORMITA, per verificare la strumentazione continua a misurare esattamente il composto.

Quasi 9.444 miglia quadrate, o circa 4 per cento delle acque federali nel golfo sono ancora chiusi a pesca commerciale e ricreativa.