Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori rivelano il meccanismo dell'infezione dell'antrace della fase iniziale

Gli studi in mouse rivelano come i batteri ostacolano le celle della difesa di linea di battaglia

CHE COSA: I ricercatori dall'istituto nazionale dell'allergia e delle malattie infettive (NIAID), parte degli istituti della sanità nazionali, hanno determinato un meccanismo chiave da cui infezione iniziata dell'antrace dei batteri di bacillus anthracis malgrado notevolmente essere oltrepassato dalle celle dell'organismo saprofago del sistema immunitario. L'individuazione, fatta studiando i mouse geneticamente modificati, aggiunge il nuovo dettaglio alla maschera dell'infezione dell'antrace della fase iniziale e supporta gli sforzi per sviluppare i vaccini e le droghe che bloccherebbero questa fase del ciclo.

Per iniziare un'infezione, i batteri dell'antrace rilasciano una tossina che lega alle celle immuni tramite due ricevitori, TEM8 e CMG2, hanno trovato sulla superficie delle cellule. L'associazione permette che due tossine batteriche supplementari entrino nelle celle, provocare una catena degli eventi che altera la loro capacità di ingerire ed uccidere i batteri.

Nella nuova ricerca, i ricercatori Stephen Leppla, Ph.D. di NIAID, Shihui Liu, M.D., il Ph.D. ed i colleghi sono cresciuto mouse che mancavano dei ricevitori CMG2 su due generi di celle immuni, di neutrofili e di macrofagi. Queste sono solitamente le prime celle da arrivare al sito di un'infezione dell'antrace, in cui inghiottono i batteri e la prova d'invasione per impedire la diffusione dell'infezione.

I mouse senza ricevitori CMG2 su queste celle immuni erano completamente resistenti all'infezione dai batteri dell'antracite del B., avvertenti soltanto un gonfiamento temporaneo al sito dell'infezione e completamente annullanti l'infezione in due settimane. Al contrario, in mouse normali, il livello di batteri dell'antrace aumentati rapido di 48 ore che seguono l'infezione e tutti i mouse sono morto nei sei giorni.

I ricercatori hanno concluso che l'antracite del B. utilizza i ricevitori CMG2 per alterare l'atto di lavaggio dei neutrofili e dei macrofagi durante l'infezione iniziale, dante ai batteri il tempo di moltiplicarsi ai livelli sufficienti per sopraffare le difese dell'organismo. Le droghe ed i vaccini di sviluppo che bloccano l'antracite del B. dall'instaurazione dell'infezione iniziale via l'associazione al ricevitore CMG2, dicono gli autori di studio, possono essere determinanti per successo nel trattamento e nell'impedire della malattia dell'antrace.